11
ottobre


Tags
,

Italia – Non c’è e non potrà mai esserci un "caso Tommaso Allan". By Giorgio Sbrocco

Per la serie: perchè fasciarsi la testa prima di rompersela? Pare che la Scozia (intesa come federazione rugby) abbia preso molto male la chiamata in azzurro di Tommas Allan, il giovane talento di padre scozzese e mamma italiana, nato a Vicenza (1993),formatosi rugbisticamente del settore Minirugby del Petrarca Padova, poi passato ai Wasps e a Perpignano dopo una parentesi in Sud Africa. Nazionale scozzese fino all’Under 20 Allan è, per le vigenti norme internazionali che regolano l’eleggibilità dei giocatori, nel pieno diritto di vestire la maglia azzurra. E se Jaques Brunel, come sembra scontato, gli farà giocare anche un solo minuto in occasione dei test di novembre…quella italiana sarà l’unica Nazionale per cui potrà giocare in futuro. Punto. Se la Scozia ha qualcosa da recriminare potrebbe cominciare chiedendosi perché non abbia indicato come “Nazionale preminente” la propria Under 20, esattamente come ebbe a fere il Galles in occasione del “caso Shingler”. Allora si parlò (a Edinburgo) di furto con destrezza. Ma la sostanza è che, stando così le cose, Allan può decidere con quale Nazionale giocare e al momento è sensato ritenere che abbia scelto l’Italia. Tutto qua.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball