10
settembre


Australia - I dubbi di coach McKenzie: “Piano di gioco troppo complicato?”. By Giorgio Sbrocco

La stampa australiana ha già cominciato a definirlo “the winless coach” dopo le tre sconfitte di fila rimediate nei primi turni del Championship 2013. E lui risponde (indirettamente) prendendo atto dei problemi esistenti e tentando di metterli in fila  allo sportello delle soluzioni. “Dobbiamo cambiare il nostro gioco di attacco” ha dichiarato il ct Ewen McKenzie, succeduto al neozelandese Robbie Deans in luglio (solo perché australiano come sostengono molte malelingue?) e attualmente titolare di un poco confortante 1 su 5 quanto a test vinti (contando la Serie cin i B&I che gli ha portato l’unico successo stagionale). A preoccupare sono anche le 12 mete concesse a AB e SA nei primi tre turni del Four Nat e a pesare psicologicamente sulla valutazione della nuova gestione è anche la vittoria di Brisbane del SA arrivata dopo 42 anni e 8 precedenti tentativi andati a vuoto. “Non lasceremo nulla di intentato per cercare di migliorare il nostro record” ha detto McKenzie alla vigilia dell’impegno con l’Argentina di sabato. “Sono stati gli errori di valutazione e le decisioni prese sul campo, più che quelli esecutivi, ha determinare i nostri insuccessi”. Ha detto il tecnico di Melbourne, giudicando eccessivamente “rischioso” per le forze a sua disposizione il pian odi gioco attuato contro AB e SA. “Ho fiducia nelle nostre capacità di sviluppare il gioco – ha aggiunto – ma devo ammettere che siamo molto distanti dal livello di qualità che in questo momento della stagione avremmo dovuto raggiungere”. In conclusione: “Commettiamo tropi errori per poter pensare di vincere e non posso continuare a dirlo ogni settimana. Non serve a nulla. Quel che ci serve è capire i motivi per cui commettiamo così tanti errori. Se il nostro gioco è troppo complesso per il livello delle nostre abilità forse sarà il caso di semplificarlo e di abbassarne il livello. Ma questa è un’operazione che non vorrei fare. I buoni giocatori non ci mancano. Si tratta solo di reagire un po’ meglio sotto pressione”. In vista del match con i Pumas McKenzie ha convocato il flanker Dave Dennis. 
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball