29
agosto


Championship Four Nations – Folau e Maelamu restano in patria fino alla WC. By Giorgio Sbrocco

Dieci anni sono tanti. Anche nel rugby di alto livello. Eppure qualcosa hanno in comune il 24enne Israel Folau e Keven Mealamu che di anni ne ha 34. Uno ala emergente dell’Australia, l’altro tallonatore (meno sfruttato di quanto avrebbe meritato?) dell’invincibile armata AB. Hanno recentemente deciso di rimanere in patria. Folau confermando che il XV sarà il codice del suo futuro e legando i primi passi (i secondi, in verità dopo il debutto stellare contro i B&I) alla franchigia dei Waratahs di Sydney (coach Michale Ceika) fino a tutto il 2015: Mealamu resistendo alle (molte) offerte del rugby europeo e decidendo di rimanere a Auckland anch’egli fino al 2015. “La Nuova Zelanda è il mio paese, il luogo dove vive la mia famiglia, la nazione in rappresentanza della quale sono fiero di continuare a scendere in campo e a lottare”. Venuto a conoscenza della notizia il ct Steve Hansen ha dichiarato: “Keven ha avuto un ruolo di primi piano nei tanti successi che la nostra squadra ha ottenuto negli ultimi anni. Il suo ruolo continuerà a essere fondamentale e la sua leadership avrà modo di manifestarsi e di essere utile alla causa anche fuori dal terreno di gioco”. Il Ceo della Union NZ Steve Tew lo ha definito: “Un gentleman del nostro sport”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball