25
agosto


Argentina – Senatore e Matera deferiti per antigioco. By Giorgio Sbrocco

Due Pumas, le terze linee Senatore e Matera (entrambi fra i migliori in campo sabato a Mendoza), sono stati citati davanti ala commissione di disciplina (data dell’udienza non ancora cominciata) con l’accusa di gravi scorrettezze commesse nel corso del match contro gli Springboks valido per il secondo turno del Championship Four Nations. Per Senatore l’imputazione riguarda un presunto morso ai danni della seconda linea Eben Etzebeth, mentre per Matera  l’accusa è di “eye gouging”, il famigerato gesto di infilare volontariamente le dita nell’occhio dell’avversario che è considerato (a ragione) uno dei più gravi fra quelli contemplati dal regolamento di alla voce “antigioco”. Se riconosciuti colpevoli i due giocatori rischiano una lunga squalifica. Per informazioni: chiedere a Mauro Bergamasco che nel 2008 venne sospeso per 13 settimane in quanto ritenuto colpevole proprio di un “eye gouging” ai danni dell’estremo Lee Byrne nel corso di Galles-Italia (47-8) del Sei Nazioni. Per quanto riguarda il morso, per trovare un precedente in casa nostra bisogna risalire al  1976, quando il tallonatore del Brescia (e della nazionale), il frascatano Paoletti fu accusato di aver staccato coi denti un pezzo del padiglione auricolare del pilone (romano) di Reggio Calabria Monacelli. Allora, per una stortura procedurale che ha (per fortuna) pochi eguali nel mondo dei paesi civili e democratici, Paoletti (che poi divenne arbitro div serie A) fu arrestato e imprigionato per qualche giorno a Reggio Calabria su ordine della locale procura della repubblica.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball