19
agosto


Italian League Eccellenza – La notte in discoteca del CZ Rovigo finisce a pugni. Bella roba! By Giorgio Sbrocco

Una squadra italiana del campionato di Eccellenza (il Cz Rovigo) invitata dal proprietario del locale a passare la serata in discoteca. Bilancio della comparsata: naso e zigomo fratturati al padrone di casa e quattro denti rotti (con un pugno) alla cassiera. La linea difensiva di uno dei giocatori della squadra rossoblu indicato (e denunciato per lesioni) dal titolare è: siamo stati provocati. Asserzione che costituisce anche il titolo a tutta pagina (la prima!) del quotidiano La Voce di Rovigo di oggi. Sia detto senza voler entrare nel merito di una vicenda  su cui le autorità di polizia e poi forse la magistratura sono e saranno chiamate a fare piena  luce, e a esclusivo uso e consumo dei più giovani: uno sportivo professionista quando si trova in un locale pubblico e viene provocato, prima fa finta di non sentire e poi, se serve, imbocca la più vicina uscita e si allontana. Un simpatico ma sprovveduto dilettante allo sbaraglio, di quelli che anche indipendentemente dall’importo dell’ingaggio, fanno scrivere sulla carta d’identità e sul cv “rugby player”, invece, rompe la faccia al proprietario del locale e a una ragazza che era lì solo per lavorare. Questione di stile, di educazione e di neuroni (numero dei).
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball