16
luglio


Super Rugby – Quando il gioco si fa duro…George Smith titolare contro i Cheetahs. By Giorgio Sbrocco

Uno che si becca quella tranvata in testa (da Hibbard) e che dopo meno di 5’ di panchina, un impacco ghiacciato, una sorsata di acqua fresca e qualche parola di circostanza del medico di campo (Come ti chiami? Dove ti trovi? Che giorno è oggi? Quanti sono questi?) torna dentro e disputa una signora partita (la n. 111 in maglia Wallabies) contro i migliori B&I Lions degli ultimi venti anni…non puoi lasciarlo fuori dalla partita più importante della stagione. Così deve aver pensato coach Jake White, che ieri ha confermato la presenza di George Smith in terza linea nella sfida di domenica contro i Cheetahs che mette in palio un posto nella semifinale del Super Rugby 2013. Insomma: quando il gioco si fa duro…Per la serie: anche a 33 anni appena compiuti (il girono della festa nazionale francese) e 36 mesi dopo l’annunciato ritiro del rugby internazionale: “Se devo provare a vincere, voglio farlo con George in campo”. Smith torna dunque a fare il titolare, dopo che nell’ultima fatica di stagione regolare contro Western Force (sconfitta ininfluente 21-15) se l’era cavata con mezz’ora di lavoro. “George ha esperienza da vendere, conosce il clima dei play off e queste sono partite che, in carriera, lui ha già vinto. Lo schiero titolare perché nelle partite secche a eliminazione diretta tutto serve. E ogni energia deve essere investita sul campo per raggiungere l’obiettivo”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball