27
maggio


Top 14 – Labit (Castres): “Il segreto? Far male all'avversario su ogni pallone”. By Giorgio Sbrocco

Con le valigie pronte per trasferirsi a Parigi (Racing), il tecnico di Castres Laurent Labit le spara (abbastanza) grosse all'indomani della fantastica vittoria su Clermont in semifinale. Per la serie: la forza dei nervi distesi. “Sapevo prima di scendere in campo che la mia squadra possedeva le risorse per battere Clermont!” è la dichiarazione d'intenti prima di rispondere ad alcune domande di Vincent Bissonnet.
*Quale lo stato d'animo dopo una tale vittoria?
-Siamo ancora  scossi. La qualificazione è stata sorprendente per molti, ma non una sorpresa per noi. Sapevamo di potercela fare. Sorprendente è stato il modo, questo sì. Loro dispongono di giocatori formidabili e molto esperti. Ma come contro Montpellier abbiamo giocato la partita perfetta, una partita da fase finale.
*Come avevate preparato questa semifinale?
-Sapevamo di essere migliorati e di aver alzato il livello della nostra prestazione. L'anno passato abbiamo pagato a caro prezzo la nostra inesperienza contro Tolosa. Ci siamo concentrati sull'obiettivo: far male agli avversari su ogni palla, a cominciare dal calcio d'invio.
*Qual è stata la chiave del match?
-Si dice spesso che a rugby si vince prima di tutto davanti e che alla linea arretrata spetta il compito di definire il punteggio. Esattamente quanto è accaduto in campo. Abbiamo saputo rispondere “presente” quando c'è stato da combattere. E le due settimane di preparazione alla partita si sono rivelate molto utili.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball