22
aprile


Top 14 – La classe non è acqua. Anche se per Mourad Boudjellal...By Giorgio Sbrocco

Non sarà la fine del mondo, ma la sconfitta di Tolone a Grenoble (24-25) sabato in Top 14 qualche segno l'ha lasciato. Non tanto (riteniamo) nella certezze del club allenato da Bernard Laporte che forte era e forte rimane, anche dopo la sconfitta in casa della matricola. Quanto nell'umore del suo vulcanico presidente Mourad Boudjellal. Il quale, per la serie “zitti: mai!” ha trovato da ridire sull'esultanza dei giocatori di Granoble al triplice fischio finale che ne aveva decreato la storica vittoria. “Non capisco cosa avessero da festeggiare -ha sibililato al cronista de La Provence il nuemro uno della corazzata rossonera – dal momento che non hanno battuto il Tolone ma una formazione ampamente e volutamente rimaneggiata. Sommando le quotazioni dei giocaotri di Tolone in campo si ottiene lo stesso totale di quelli di Grenoble. Perciò non avevano alcun motivo per esultare. Un tale atteggiamento denota una palese mancanza di ambizione. Fatto curioso se si pensa che Grenoble è stato per anni il club di  Serge Kampf (l'imprenditore che fondò Capgemini, ndr)”. Ma non è tutto. Sostiene un infuriato e infastidito Boudjellal: “A fare difetto è stata l'umiltà. A noi è già capitato altre volte di vincere contro squadre scese in campo in formazione molto rimaneggiata. A Tolosa l'anno scorso, per esempio. Allora fummo molto attenti a non infierire. Grenoble deve sapere che non ha battuto Tolone! Nemmeno la seconda squadra di Tolone! La terza ha battuto, la terza!”. I giocatori scesi in campo a Grenoble con la maglia di Tolone sentitamente ringraziano. O no?
Giorgio Sbroccoo Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball