17
aprile


Italian League Eccellenza – Il rugby italiano ha bisogno delle grandi città? By Giorgio Sbrocco

 La palla ovale e le grandi città. Argomento che ciclicamente appare nelle agende di quanti (da anni, in verità) provano a traghettare il rugby di casa nostra verso lidi (antropologicamente?) più consoni al profilo di uno sport  che punta alla qualifica di popolare dopo anni di (sofferta?) sopravvivenza nel segno della (non sempre) dorata attività  di nicchia. Nel concreto: a scorrere i nomi delle formazioni che guidano i vari campionati nazionali del vecchio continente si scopre che il rugby inglese è in gran parte domiciliato a Londra (7.5 milioni abitanti) con Saracens, Harlequins, Wasps, London Welsh e London Irish che rappresentano quasi la metà dell’intera Premiership. In Francia, la vetta del Top 14 è saldamente tenuta  da club che hanno base a Tolone (167 mila), Clermont (142 mila) e Tolosa (450 mila), con due formazioni di Parigi (12 milioni) e una di Bordeaux (240 mila)
In Italia l’unica grande città rappresentata che abbia una popolazione superiore ai 500mila abitanti è Roma (2.6 milioni), seguita da Padova (204 mila), Prato (188 mila), Parma (177 mila), Reggio Emilia (162 mila) e L’Aquila (72 mila). Una delle finali possibili per lo scudetto 2013/2014 è Calvisano-Viadana. Le cui popolazioni sommate fra loro danno26 mila abitanti. Nel caso di Viadana-Cavalieri  si arriverebbe a 207 mila, per Calvisano-Mogliano a 35 mila. Solo se in finale ci arrivasse il Petrarca (che è di Padova), il totale supererebbe i 200 mila. A proposito di… potenziale “bacino d’utenza”.
La finale più probabile del Top 14 è Tolone – Clermont (309 mila), quella della Premiership: Saracens-Harlequins (derby di Londra). E in Pro 12? I bookmakers puntano su Ulster (Belfast, 277 mila) – Glasgow (592 mila), con la variabile Leinster (Dublino, 527 mila) sempre in agguato.
In conclusione una domanda: ma l’idea di portare a Roma e a Milano(1.2 milioni) la sede operativa delle due franchigie italiane del campionato celtico è davvero così deprecabile?
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball