26
febbraio


B&I Lions – C'è anche Johnny Wilkinson nei piani di Warren Gatland. Tolone permettendo...By Giorgio Sbrocco

Passerà alla storia come il Tour più “complicato” della storia del rugby mondiale quello che i B&I Lions si apprestano a compiere in Australia la prossima estate agli  ordini di  Warren Gatland. Nella terra downunder  è in atto una trattativa assai delicata fra i proprietari delle franchigie di Super Rugby e il Ceo dell'Aru Bill Pulver. Da un lato: le esigenze della federazione che ha bisogno di un congruo periodo di preparazione collegiale della Nazionale per affrontare i test al meglio delle proprie potenzialità. Dall'altro: le esigenze di classifica delle formazioni australiane che sono strettamente legate dai risultati di partite che si dovrebbero disputare a ridosso delle date di convocazione. Il problema è la durata del periodo di preparazione. Robbie Deans, ct dei Wallabies, lo vorrebbe il più lungo possibile. Le franchigie, da questo orecchio...
Non che in Europa le cose vadano (molto) meglio. Tolone, tanto per citare un club di prima fascia che lotta (e spende moltissimo) per provare a vincere il Top14, non ha alcuna intenzione di liberare Johnny Wilkinson l'1 giugno, data della finale per il titolo nazionale, nel caso riesca ad arrivarci. In quel giorno i B&I Lions cominciano il loro tour a Hong Kong. Problema superabile, secondo alcuni, mettendo Super Wilko a disposizione di Gatland il giorno dopo la disputa della finale. “Nel caso si decida di convocare giocatori di base in Francia – ha fatto sapere il (rigido?) capo allenatore della rappresentativa britannica – consideriamo opzione non negoziabile  il fatto che salgano tutti insieme nell'aereo con noi”. Elasticità al potere!
Wilkinson è stato allertato (nonostante abbia abbandonato l'attività internazionale) in considerazione dell'infortunio (tendine d'Achille) del gallese Rhys Priestland , la cui guariginone potrebbe rendere non necessaria la chiamata del biondo inglese. Anche se per il ruolo è aperta concorrenza fra Toby Flood, Owen Farrell e l'irlandese Jonny Sexton.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball