17
febbraio


Italia League Eccellenza – La crisi c’è, il presidente Tonfoni (Prato) prova a rassicurare tutti. Riuscendovi? By Giorgio Sbrocco

Il presidente dei Cavalieri Prato Fabrizio Tonfoni ai microfoni di Rai sport nell’intervallo di Prato-Reggio, ha sentito il bisogno di tranquillizzare i suoi giocatori promettendo (vagamente, in verità) che gli stipendi/rimborsi spese (?) che aspettano dal 2012 saranno pagati in tempi ragionevolmente contenuti. Banalmente: un atto dovuto. Che però non cambia di una virgola la situazione molto critica delle casse del club toscano. In crisi di liquidità (come ha confermato Tonfoni), senza sponsor o quasi (idem), nel mezzo di una crisi “dell’economia reale” che ha toccato molto a fondo la realtà produttiva della zona e non solo. Difficile, in un tale quadro d’insieme, indicare o intravvedere la fine (luminosa) del tunnel. E complimenti ai giocatori di Prato. Soprattutto a quelli che, pur “liberati” dalla propria dirigenza da qualsiasi obbligo contrattuale e autorizzati a cambiare casacca non l’hanno fatto e sono rimasti. Nota stonata: nel riferire della situazione, Tonfoni ha ritenuto di dover ringraziare pubblicamente “quei presidenti dei club del campionato di Eccellenza” che pur avendone le possibilità “non hanno chiamato i nostri giocatori”. La dichiarazione è nell’ordine: presuntiva e in buona sostanza azzardata, perché Tonfoni non può sapere se le mancate chiamate e i conseguenti (presunti) “mancati scippi di giocatori” siano frutto solo di fair play o di oggettiva e diffusa carenza di risorse; poco rispettosa nei confronti dei presidenti di Lazio e Viadana, i club presso cui si sono trasferiti, rispettivamente, Cannone e Pellizzari, giocatori che a Prato non se la sono sentita di continuare a giocare a titolo gratuito. Questione di stile. E di opportunità. Auguri Cavalieri!
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball