02
febbraio


Six Nations – L’Irlanda devastante a Cardiff. Al 40’ è 23-3 e la partita sembra finita. By Giorgio Sbrocco

Galles – Irlanda 3 - 23
Marcatori: 11’ m. Zebo tr. Sexton, 21’ cp Sexton, 26’ m Healy tr. Sexton, 29’ cp Sexton, 33’ cp Halfpenny, 40’ cp Sexton
Non c’è un posto libero al Millenium stadium di Cardiff. Un Galles campione in carica che (quasi) nessuno considera però fra le favorite dell’edizione 2013 del Torneo, cerca contro l’Irlanda di Healsip-O’Driscoll una vittoria che alimenti la speranza e che allontani gli spettri delle ultime sette sconfitte subite. Lo “shoulder to shoulder” dei verdi è cantato dagli irlandesi in campo e sugli spalti nel silenzio rispettosodel pubblico gallese. Ma quando parte la melodia struggente di The Land of My Fathers pare che il Galles tutto si stia stringendo intorno ai 15 Dragoni schierati al centro del campo. “Gli anni passano, ma del rugby  rischi di non capirci niente se non passi da queste parti” dicono i vecchi di Pontiprydd e dintorni.
In avvio l’Irlanda manda un paio di palloni nel terzo canale (il seconda da un recupero su placcaggi ) e testa la difesa dei padroni di casa.
Il Galles (4’) risponde con calma e incarica Biggar di usare il piede per allontanare la pressione.
George North rompe il vantaggio da rimessa laterale nel primo canale interno ma l’azione si arena e Biggar è costretto a calciare nelle man idi Gilroy.
Al 6’ Biggar guadagna un rimessa dentro i 22 irlandesi su calcio di punizione. Ma le sue seconde linee non sono un granché e l’Irlanda ruba.
Splendide le mani dei centri irlandesi (10’) che servono a Gilroy una palla molto pericolosa dentro i cinque metri sulla destra del fronte di attacco. Placca il Galles
*Bis al minuto 11’: pezzo di alta scuola di O’Driscoll che fissa TRE gallesi al largo e mette in mano a Zebo la palla della prima meta del Sei Nazioni 2013. Dentro la conversione di Sexton ed è 0-7
La zona di collisione, per ora, è irlandese. E in prima linea (Adam Jones dove sei?)  non mostra la necessaria solidità.
Il grubber di Sexton (18’) innesca una lunga sequenza avanzante degli irlandesi che guadagnano l’introduzione in mischia a cinque metri. L’Irlanda può chiudere la partita.
*Quasi meta (fallo del Galles sula linea) e drop fuori (c’è vantaggio) di Sexton. Al 20’ l’apertura piazza da davanti ai pali e non sbaglia il 10-0 per i suoi.
*Best contra Biggar (26’) davanti ai 22, sprinta e serve (male) Healsip che poi lancia Zebo che DI TACCO (!!) controlla e mette a terra. Sugli sviluppi arriva il pilone Healy che schiaccia, Dentro Sexton ed è 17-0. Brividi lungo la schiena al Millenium stadium.
*Un tenuto di Phillips (29’) che sotto pressione non riesce a giocare una rimessa vinta dai suoi dice come realmente stiano andando le cose in casa dei Dragoni. Sexton chiede i pali e li trova per il 20-0 Irlanda
 Reazione Galles (32’): più fumo che arrosto. Ma qualcosa si vede. Basterà?
*Al 33’ è tenuto irlandese sui 22. Halfpenny prova a mettere punti a referto e ci riesce. Inizia la riscossa?
Ancora North (38’) a suonare la carica, lunga sequenza davanti a 22. Buca Jamie Roberts e il Galles arriva nei cinque metri. Ma un tenuto davanti ai pali risolve (tutti) i problemi dell’Irlanda.
*Ostruzione su palla alta di Warburton (40’) e rimessa Irlanda a 10 metri. I verdi provano il drive e la ripartenza radente. Fallo a terra  della difesa in maglia rossa e Sexton mette i punti del 23-3 a tempo scaduto
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball