08
gennaio


Tags
,

Top 14 – La fuga di Rory Kockott da Castres. Destinazione Racing? By Giorgio Sbrocco

Rory Kockott (East London, 1986), il mediano di mischia di Castres, da poco tornato dal Sudafrica dove è andato per il matrimonio della sorella, dice la sua sull'intricata vicenda legata al suo (fortemente voluto) trasferimento a fine stagione. Un cambio di maglia (destinazione Francia o Sud Africa?) che, secondo il giocatore, gli è stato garantito dalla dirigenza di Castres. Che però, al momento, non pare intenzionata a mantenere l'impegno assunto col giocatore. La faccenda minaccia di complicarsi assai. “Da una parte sta la verità – esordisce  Kockott intervistato da Rugby rama – dall'altra le opinioni, che non sempre sono la verità. Ma al momento io desidero solo una cosa: giocare per la mia squadra e per il mio allenatore”. Il prossimo impegno di Castres è per venerdì a Northampton contro i Saints in Coppa. Tornando sull'argomento spinoso della sua volontà di lasciare Castres prima della scadenza contrattuale: “A casa mia, quando due uomini si stringono la mano  e assumono un impegno, quella è una promessa solenne. Ma se proprio volgiamo, allora possiamo fare come usa nel foot ball. Cioè cambiare le carte in tavola. Ma io penso che fra uomini di rugby le parole devono valere come impegni. Non posso pensare di continuare a lavorare accanto a persone che non rispettano la parola data”. E a ulteriore chiarimento: “Devo prendere una decisione per il mio avvenire. E siccome si tratta di decisioni importanti ho tutto il diritto di pretendere che le mie scelte vengano rispettate.  Da Castres se n'è andata via gente del calibro di Chris Masoe. Se parto io qualcuno di sicuro prenderà il mio posto”. E infine una stoccata alla dirigenza del suo attuale club: “Un comportamento che faccio fatica a capire. Ho avuto modo di confrontarmi con altri presidenti nel corso della mia carriera, ma qui...è molto difficile. Nella vita ci sono cose più importanti degli affari!”. Fin qui le dichiarazioni ufficiali. Come è ufficiale quella della dirigenza del club secondo cui “ Kockott sarà libero di lasciare Castres prima della scadenza naturale del contratto (2014,ndr) nel caso di mancata qualificazione della squadra alla prossima Heineken cup. A Castres, squadra che ha in rosa un buon numero di atleti sudafricani (Jannie Bornman, Michael Coetzee, Antonie Claassen e Pedrie Wannenburg), si ritiene che la destinazione tanto fortemente voluta dall'ex numero 9 degli Sharks di Durban sia Parigi, sponda Racing, sulla cui panchina siederà, nella prossima stagione, la coppia Laurent Labit-Laurent Travers che attualmente guida Castres.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball