23
dicembre


Eccellenza – Un calcio regala a Viadana la vittoria nel derby dello Zaffanella. By Giorgio Sbrocco

 
Viadana – Calvisano  20 -17 (pt 17 – 10)
Marcatori: 1’ m. Albano tr. Apperley, 10’ mnt Sintich, 16’ mnt Van Jaarsveld,  26’ m.  Lovotti tr. Griffen, 38’ cp Griffen,  59’ m. Ferraro tr. Griffen, 70’ cp Apperley
Arbitro: Mitrea (Tv)
Gialli: 58’ Padrò (V)
 
Bella partita: vibrante e ben giocata. Peccato per il pubblico, neanche mille persone sugli spalti (il freddo?). Viadana e Calvisano hanno offerto uno spettacolo di buoni contenuti tecnici e si sono confermate naturali pretendenti allo scudetto.
Partenza a mille dei padroni di casa che sulla prima palla giocata da rimessa laterale (ridotta) bucano la linea del vantaggio con Riccardo Pavan e sulla successiva trasformazione al largo servono il velocissimo Albano che lungo l’out destro non perdona e schiaccia per i primi punti dell’incontro. Passano meno di 10’ e il centro di Viadana si ripete (dopo una bel movimento strutturato con inserimento di Albano all’interno) e stavolta trova Sintich in perfetto sostegno per la seconda meta del match. La trasformazione di Apperley finisce sul palo. In campo c’è solo Viadana. Al 16’ Van Jaarsveld schiaccia oltre la linea un perfetto drive da rimessa ai cinque per il 17-0 che potrebbe chiudere l’incontro. Ma è proprio a questo punto che Calvisano si ritrova e decide di cominciare a giocare e al 26’ con Lovotti trova i primi punti di giornata sugli esiti di un’uscita laterale da drive avanzante di Hehea dopo rimessa in zona d’attacco. La sua è la prima meta subita dai mantovani allo Zaffanella i stagione.  Viadana tenta di ribadire la propria superiorità e al 32’ solo un “doppio movimento” fischiato  a Barbieri proprio sopra la linea bianca priva il XV di coach Phillips della quarta segnatura. Sul capovolgimento di fronte Calvisano trova il calcio del – 7 con Griffen e, allo scadere, Appiani manca (Barbieri intercalato)  il passaggio decisivo al termine di una lunga ed efficace sequenza avanzante. La ripresa si apre con due (clamorosi) errori di Griffen dalla piazzola e al 53’ Palazzani (bravo Mitrea!) pasticcia e spreca a un passo dalla linea sbattendo contro un compagno e perde il controllo dell’ovale.  La  partita procede a strappi. Al termine di una lunga ed entusiasmante azione offensiva (59’) Calvisano perde la palla in zona di collisone poco dentro ai 22 di Viadana. Cowan trasmette l’ovale a Apperley per il calcio di liberazione. Sul numero 10 in maglia nera piomba però Picone che contra la palla e la spedisce in are di meta. Più lesto di tutti ad arrivare è il tallonatore Ferraro che schiaccia per il 15-17. Griffen non sbaglia dall’angolo ed è pareggio. Ultimo quarto di gara all’insegna dell’incertezza. Al 61’ Apperley prova senza successo un drop da posizione centrale e 4’ dopo vanifica una bella trasformazione al largo su Pizarro per un’ostruzione involontaria ma evidente. Al 67’ un errore di presa di Sintch innesca una lunga sequenza d’attacco di Calvisano che però Viadana controlla grazie all’ottima organizzazione difensiva. Il calcio che decide la sfida nasce sugli sviluppi dell’ennesima incursione vincente di Riccardo Pavan (Man of the match) su cui Picone (?) commette fallo a terra. Vano anche l’ultimo assalto multifase (78’) degli uomini di Cavinato che si infrange contro la muraglia nera e che consegna ai padroni di casa l’ultimo decisivo possesso che Riccardo Pavan gioca direttamente fuori per permettere a Mitrea di decretare la fine delle ostilità. In evidenza per Viadana, oltre a Pavan: Padrò, Pascu, Pizarro e Cowan. Per Calvisano (in bonus difensivo): Picone, Griffen, Vunisa, Ferraro e Hehea un gradino sopra agli altri. In classifica generale Viadana affianca Prato al comando (37) con Calvisano che insegue a quattro lunghezze davanti al Petrarca quarto.

Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball