12
dicembre


Top 14 – Rodriguez sulla panchina di Biarritz: “Venerdì mi aspetto una reazione di orgoglio”. By Giorgio Sbrocco

Laurent Rodriguez, quando giocava, era uno che non conosceva il significato della formula: “porta chiusa” e ignorava cosa volesse dire “divieto di accesso”. Le porte chiuse le apriva e dei divieti ha sempre fatto a meno. Ora il destino lo ha messo di fronte a un'impresa che assomiglia molto a una di quelle porte chiuse che, da giovane, si divertiva a sbriciolare. Il suo amico ed ex compagno di Nazionale Serge Blanco lo ha chiamato al capezzale del “suo” Biarritz insieme a Mathieu Rourre (ex di Biarritz, Puc, Racing e in precedenza a Worcester come specialista della linea arretrata) per (tentare di) rimettere in piedi una situazione che tanto solida e consistente non sembra. Soprattutto dopo l'inopinata sconfitta in Amlin con gli irlandesi di Connacht che, di fatto, ha estromesso il XV transalpino dal prosieguo della Coppa europea. Messi da parte Jack Isaac e Serge Milhas, Blanco punta molto sul “vecchio” Laurent, che ha già allenato Biarrtiz dal 1997 al 2003 (per lui anche un anno all'Amatori Catania) e che ricopriva il ruolo di direttore sportivo del club. “Prendere il posto di due colleghi che stimo moltissimo non è per niente piacevole” ha dichiarato. “Oltretutto è una situazione che io stesso ho vissuto (2006, esonerato da Brive dopo 8 giornate, nda) Ma ogni presidente sa che quando è ala ricerca di un moto di reazione da parte della squadra, l'unico mezzo conosciuto è sacrificare i tecnici responsabili”. Sulla durata temporale (interim provvisorio o fino a fine campionato?) della soluzione adottata non sono stati forniti particolari: “Hanno chiamato me e Rourre perché conosciamo l'ambiente. Noi siamo la classica soluzione interna. Solo il futuro ci dirà se avrà senso protrarla fino al termine della stagione”. Quanto all'immediato: “Paradossalmente siamo in un momento non particolarmente problematico. I ragazzi sanno che dopo la figuraccia rimediata in Irlanda (14-22 a Galway) non solo non hanno altro risultato possibile che vincere venerdì la gara di ritorno. Ma sono perfettamente consapevoli che la loro prestazione contro Connacht è stata qualcosa di indegno di una squadra che gioca una coppa europea. Se hanno qualcosa di buono da dimostrare lo facciano, e presto!”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball