17
ottobre


HC – Gajan (Zebre): “A Biarritz sarà durissima. Ma la squadra lavora seriamente e i risultati arriveranno”. By Giorgio Sbrocco

 Christian Gajan parla della trasferta di Heineken cup delle Zebre a Biarritz, in casa di una formazione che non sta attraversando un gran momento quanto a risultati e a qualità del gioco espresso ed è reduce dalla netta sconfitta con gli Harlequins (40-13) nel primo turno di Coppa. “Non vuol dire niente” attacca il tecnico della franchigia federale. “Hanno perso contro squadre molto forti. Mi aspetto certamente una reazione da parte loro in una competizione a cui tengono molto. Tre anni fa erano in finale dell’Heineken Cup e lottano costantemente per il titolo nel campionato francese. Sarà una gara assolutamente difficile per noi”. Sul morale della sua squadra: “ L’umore è come dev’essere quando non siamo soddisfatti. Fortunatamente i giocatori non lo sono e lavorano sempre con voglia: nostro compito è sostenerli sempre per superare questi momenti difficili. Se sabato (contro Connacht, ndr) avessimo messo tra i pali i calci che dovevamo segnare non sarebbe stato così. La nostra difesa è stata orgogliosa e corretta.  Peccato per gli errori individuali, mi dispiace non essere ancora capaci di chiudere le gare quando è ora”. Non mancano comunque le annotazioni positive: “La meta – sottolinea Gajan – che è stata il frutto di un ottimo fraseggio, la buona partita di Van Schalkwyk ormai entrato ottimamente nei meccanismi del pack”. Una nota particolare e una precisazione per i giovani in squadra: “Quando parlo dei giovani la gente non capisce, non ne parlo più! Dirò invece che siamo una squadra nuova che è insieme da tre mesi; non è una scusa, dobbiamo lavorare tanto. Se qualcuno ha piacere nel criticare lo faccia liberamente. In tutti i campionati europei di alto livello nelle rose delle formazioni importanti ci sono massimo 4/5 giocatori di 20-23 anni. Noi ne abbiamo tanti e per di più i nostri ragazzi di questa età hanno meno maturità sportiva perché manca loro esperienza formativa di alto livello nei campionati nazionali. Bisogna farli giocare tanto, accettandone i naturali errori che a questo livello gli avversari ti fanno pagare caro”. Domani è previsto l’annuncio della formazione.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball