13
ottobre


HC – Le troppe palle perse alla base della sconfitta delle Zebre con Connacht, nei commenti post partita. By Giorgio Sbrocco

Amarezza per aver perso una gara che per lunghi tratti era parsa alla portata di mano della squadra bianconera e che, invece, è ancora una volta sfuggita. Consapevolezza dei propri limiti, rispetto dell’avversario ma la (quasi) certeza di un’altra occasione gettata aòl vento nei commenti posto Zebre – Conancht di coach Gajan, Mauro Bergamasco e del giovane Filippo Ferrarini, autore dell’unica meta delle Zebre al loro debutto in Heineken cup.


Christian Gajan: “La squadra ha mostrato alcuni progressi soprattutto per quanto riguarda l’atteggiamento, la voglia di lottare e l’organizzazione difensiva. Ma purtroppo dobbiamo considerare soprattutto le cose che ancora non funzionano, in particolare la capacità di mantenere il possesso: oggi abbiamo perso credo venticinque palloni e questo si traduce nell’impossibilità di mettere pressione sugli avversari. Se si considera il numero di palle perse il risultato non è nemmeno particolarmente pesante, purtroppo i problemi per ora rimangono i soliti: abbiamo sprecato due piazzati da buona posizione, perso troppe palle e pagato questi errori. Anche oggi a fine primo tempo è arrivato un cartellino giallo, forse un po’ troppo severo, ma è indubbio che si debba lavorare sulla disciplina. Adesso ci aspetta una partita difficile la settimana prossima a Biarritz, contro una squadra che sta facendo fatica in campionato e vorrà riscattarsi. In ogni caso credo non ci manchi molto per poter essere vincenti a questo livello, lo spirito è buono ma dobbiamo conquistare una vittoria per mantenere alto il morale e superare questa serie di battute d’arresto”.
Mauro Bergamasco: “Siamo rimasti vicini nel punteggio per buona parte della gara, poi abbiamo concesso una meta che ha creato un divario difficile da ricucire. Di positivo c’è sicuramente che siamo riusciti a mettere in pratica, in certi momenti, quello che avevamo provato in settimana. Siamo una squadra giovane, sia di età sia come gruppo, ma questo non deve essere una scusante quanto uno stimolo a fare sempre meglio. Oggi qualche palla persa di troppo ha un po’ minato la nostra fiducia e, forse, ci è mancata anche un poco di fortuna. Non siamo contenti, visto il risultato, ma siamo vicini nel punteggio ai nostri avversari e dobbiamo guardare avanti con fiducia e tenere alto il morale perché a Biarritz troveremo un avversario agguerrito”.
Filippo Ferrarini: “Non basta essere vicini nel punteggio purtroppo. Dobbiamo evitare i troppi falli ingenui che continuano a fare la differenza ma stiamo acquisendo la mentalità giusta per poter vincere a questo livello. Non è un processo rapido ma abbiamo fiducia, anche se oggi avremmo dovuto portare a casa la partita. La mia meta è arrivata da un bel lavoro di squadra, chiaramente sono felice di aver segnato davanti al pubblico della mia città e soprattutto sono contento di vedere che Parma ci è vicina ed i tifosi stanno reagendo positivamente nonostante le sconfitte, continuando a seguirci. Noi vogliamo ripagarli e conquistare sempre più questa città: per riuscirci dobbiamo vincere quanto prima”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball