05
ottobre


Four Nations – Deans a Rosario per non finire davvero male. Cinque novità nell’Australia. By Giorgio Sbrocco

Ormai è come sparare sulla Croce Rossa. La parabola australiana del neozelandese Robbie Deans sta (mestamente) volgendo al termine. A conclusione di un Championship-Four Nations che peggio di così…Un’Australia decimata dagli infortuni negli effettivi e (dicono) dilaniata da feroci contrapposizioni interne, si appresta a timbrare il cartellino per l’ultimo (liberatorio) impegno dell’edizione 2012 dell’allargato torneo australe con la concreta possibilità di conoscere un’altra umiliante sconfitta. I Wallabies (almeno quanto resta di loro. A proposito: basterà per battere l’Italia a Firenze?) proveranno a vincere a Rosario contro un’Argentina sicuramente logora e con poche cartucce ancora da sparare. Ma a un passo da un’impresa (vincere una partita nell’anno del debutto nel torneo) che, alla vigilia, pochi (fuori dall’Argentina) ritenevano possibile.  Cinque le facce nuove che Deans metterà in campo nella notte italiana (diretta Sky ore 1.10 di domenica). Tre dietro: Mike Harris (estremo), Nick Cummins (ala) e Ben Tapuai (centro). Due nel blocco dei primi cinque uomini: Sitaleki Timani (seconda) e James Slipper a sinistra della prima linea.
 

Australia: 15 Mike Harris, 14 Nick Cummins, 13 Ben Tapuai, 12 Pat McCabe, 11 Digby Ioane, 10 Kurtley Beale, 9 Nick Phipps, 8 Radike Samo, 7 Michael Hooper, 6 Sitaleki Timani, 5 Nathan Sharpe (cap), 4 Kane Douglas, 3 Ben Alexander, 2 Tatafu Polota-Nau, 1 James Slipper.
In panchina: 16 Saia Fainga’a, 17 Benn Robinson, 18 Dave Dennis, 19 Scott Higginbotham, 20 Liam Gill, 21 Brett Sheehan, 22 Dominic Shipperley

Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball