04
ottobre


Four Nations – Solo due cambi negli AB in campo a Soweto con il Sud Africa. By Giorgio Sbrocco

Ci sarebbe da vendicare la sconfitta nell’ultima visita a casa degli Sprinboks (allora si chiamava Tri Nations) nel libro dei buoni propositi degli All Blacks di Steve Hansen che, con la Championship  conquistata con una giornata di anticipo, tornano nella patria di Nelson Mandela, a Soweto, con l’obiettivo (teorico) di chiudere imbattuti la prima storica edizione del torneo e con quello (concreto) di farsi meno male possibile e di risparmiare il giusto anche quanto a energie fisiche. Per l’occasione il “coach pescatore” (non ha portato molta fortuna a Deans, autore della definizione, l’accostamento ittico del suo ex amico) dei tuttineri, che punta ad allungare a 16 la sua personale striscia vincente sulla panchina dei campioni del mondo, effettua due cambi e parte con Hosea Gear ala e Brodie Retallick in seconda. Per il resto. Confermati bin blocco i trionfatori di La Plata.

Nuova Zelanda
15 Israel Dagg, 14 Cory Jane, 13 Conrad Smith, 12 Ma'a Nonu, 11 Hosea Gear, 10 Daniel Carter, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read, 7 Richie McCaw (c), 6 Liam Messam, 5 Sam Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Owen Franks, 2 Andrew Hore, 1 Tony Woodcock.
In panchina: 16 Keven Mealamu, 17 Ben Franks, 18 Luke Romano, 19 Adam Thomson, 20 Piri Weepu, 21 Aaron Cruden, 22 Tamati Ellison.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball