27
settembre


Eccellenza – Pasquale Presutti (Fiamme Oro): “Per ora nessuno sfratto. Contro il Petrarca per vincere!”. By Giorgio Sbrocco

Ci mancava il comunicato sindacale del Consap (una delle tante rappresentanze sindacale in seno alla Polizia di Stato) rilanciato dalle colonne dell'edizione romana de Il Corriere della sera, per rendere se possibile ancora più “elettrica” la vigilia di Fiamme Oro – Petrarca. La polemica, che un comunicato stampa del gruppo sportivo nel pomeriggio ha definito “strumentale e fuori luogo”, ha coinvolto (indirettamente) anche l'incolpevole Pasquale Presutti, neo allenatore delle Fiamme, sulla cui panchina è giunto nel corso dell'estate dopo un'intera vita rugbistica spesa a Padova con i  colori del Petrarca (suo lo scudetto 2011). Nella nota del Consap, fra le altre cose e senza fare nomi, si faceva infatti esplicito riferimento a “un civile, al quale è stato assegnato un appartamento che era nella disponibilità dei funzionari del Reparto Mobile”.  Presutti (a destra con gli occhiali nella foto di Elena Barbini), appunto, che da agosto è ospitato presso il centro della Polizia di Stato di Ponte Galeria. Il tutto per lamentare la precaria situazione logistica dei reparti operativi, penalizzati rispetto ai loro colleghi rugbisti ( e non solo, essendo la struttura anche sede di un'Accademia federale under 18).

*E allora, signor Presutti: sfratto in vista?
- Al momento non mi risulta. Dovessero comunicarmelo non sarò certo io a salire sulle barricate o a fare resistenza. Cambierò alloggio, mi sposterò altrove, tornerò a casa...Non so e, sinceramente, la cosa non mi interessa in maniera particolare.

*Mentre la partita di sabato...
- Quella mi interessa perché è una tappa di un lungo cammino che abbiamo intrapreso. Un appuntamento importante al quale vogliamo presentarci adeguatamente preparati e al massimo delle nostre potenzialità. Il risultato, credetemi, in questo caso conta davvero poco. Certo che vincere...

*...e farlo contro il Petrarca
- Sarebbe bellissimo. Perché sarebbe il primo successo in campionato di una squadra fatta da ragazzi italiani, senza stranieri veri o naturalizzati, con tanti problemi ma con tanta voglia di superarli. Che l'avversario indossi una maglia che mi è particolarmente carta conta davvero poco. Non ho rancori o rivincite da prendermi con nessuno.

*Parliamo di rugby: a Calvisano la mischia chiusa non è andata bene...
- Non è che noi siamo andati male, è la mischia del Calvisano che è forte! Probabilmente la migliore d'Italia in chiusa. Costanzo a destra, Lovotti a sinistra e in mezzo Ferraro...non so se mi spiego! Voglio proprio vedere chi non soffre e non soffrirà contro una prima , linea del genere.

*Conferma la formazione di domenica?
-Sì, e non perché sia obbligato nelle scelte, ma perché quei ragazzi meritano fiducia. In mezzo a mille difficoltà, per 20' in 14 e sotto di 20 dopo un quarto di partita, sono riusciti a segnare 27 punti ai campioni in carica sul loro campo e a 5' dalla fine erano a distanza di bonus. Difficile pretendere di più.

*Che Petrarca si aspetta?
- Mi aspetto la squadra che al debutto ha rullato Reggio Emilia che, contrariamente a noi, non è una matricola e qualche esperienza di Eccellenza ce l'ha. Mi aspetto una partita difficile e di grande sofferenza. Noi ce la metteremo tutta. L'obiettivo è vincere. Faremo tutto quanto in nostro potere per riuscirci.

Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball