08
settembre


Tags
,

Pro 12 – Approccio sbagliato, indisciplina e poca concretezza. L’analisi delle Zebre dopo la sconfitta contro Connacht. By Giorgio Sbrocco

 I commenti dei giocatori delle Zebre dopo la sconfitta contro Connacht (nella foto: Orquera lancia l'azione di attacco, Chillon e Pace in sostegno):

Filippo Cristiano (flanker): ”Abbiamo probabilmente sbagliato l’approccio nel primo tempo. Eravamo un po’ troppo contratti, abbiamo fatto tanti errori. Non siamo riusciti a superare la loro difesa che era molto aggressiva soprattutto nei punti d’incontro mentre nel secondo tempo abbiamo subito accelerato cambiando marcia e segnato subito una meta. Credo che i troppi errori abbiano condizionato il risultato finale. Abbiamo preso una meta all’ottantesimo che ci ha tolto anche il punto di bonus. Abbiamo lottato punto a punto per tutta la partita: un peccato. Abbiamo bisogno di crescere. Il risultato non è positivo però bisogna sempre cercare di progredire e migliorare guardando avanti: oggi possiamo dire che rispetto alla gara di Newport l’abbiamo fatto. L’intesa con Mauro Bergamasco in terza linea è stata perfetta, con un giocatore come lui è facile giocare. Temevo che lo stadio e il pubblico di Parma fossero freddi, invece mi sono piaciuti. I tifosi ci hanno sorretto nel secondo tempo facendoci sentire il loro calore.

 

Carlo Festuccia (tallonatore): ”Ancora una volta abbiamo subito più punti di quelli che meritavamo come la settimana scorsa a Newport.  Abbiamo provato a giocare commettendo diversi errori che loro hanno concretizzato. Connacht ci ha aspettato segnando i punti sui nostri errori.  L’ultima meta che hanno fatto alla fine viene da una bella azione nostra che ha attraversato il campo dopo un'ottima touche; un fallo non visto dall’arbitro, un contrattacco e la meta subita. Purtroppo nel rugby ci sono anche queste situazioni: il direttore di gara fa il suo. Non voglio essere polemico ma è una situazione da affrontare perché sono due partite che le decisioni arbitrali ci mettono in difficoltà. Dobbiamo reagire come squadra in campo e non aspettare che l’arbitro fischi quello che ci spetta altrimenti tutte le partite potrebbero finire così. Comunque ci siamo, abbiamo dimostrato che vogliamo giocare; siamo alla pari nelle fasi di conquista. Oggi abbiamo concretizzato di più con la meta di Samuele Pace e Van Schalkwyk. Rifinendo alcuni errori penso che potremmo toglierci diverse soddisfazioni.

Samuele Pace (ala): ”Un primo tempo che ha visto i nostri avversari in vantaggio anche grazie alla nostra indisciplina e alla nostra mancanza tattica nel cercare di andare a giocare nella metà campo opposta.  Dobbiamo migliorare la disciplina e non concedere calci facili agli avversari di questo campionato che difficilmente sbagliano. Un grazie al pubblico dello stadio XXV Aprile che mi aspettavo numeroso allo stadio. E’ stato piacevole giocare davanti a tutta questa gente che ha fatto un bel tifo: buona la prima per Parma”

Giorgio Sbrocco


 

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball