07
settembre


Tags

Serie A - Riccardo Bocchino e gli stipendi che non arrivano. È professionismo straccione? By Giorgio Sbrocco

Quando, qualche anno fa, Andrea Rinaldo, che attualmente siede in consiglio federale e che non figura nella lista dei candidati alle elezioni del 15 settembre, definì “straccione” il professionismo ovale verso cui a suo giudizio si stava avviando il rugby italiano, in pochi provarono a confutarne argomenti e analisi. Molti pensarono che le parole del professore veneziano (cattedra di ingegneria idraulica a Padova e a Losanna)fossero il naturale portato delle sue origini made in Petrarca, nelle cui fila si era formato da giocatore per poi diventarne il presidente per sette anni. Di una cultura sportiva, cioè, che mal sopportava l’idea che con il rugby come prima attività si potesse ragionevolmente vivere e “campare una famiglia”. A distanza di tempo le dichiarazioni che Riccardo Bocchino, apertura di Prato e della Nazionale all’ultima Coppa del Mondo, ha rilasciato al collega Roberto Parretta de La Gazzetta dello Sport riportano però, purtroppo, le tesi del prof. in primo piano. Bocchino, dopo il Mondiale neozelandese ha chiuso la stagione a Prato (finalista del campionato di Eccellenza) e ha preso parte al tour americano degli Azzurri di Brunel , per poi tornare alla sua società di origine, la Unione Capitolina Roma, e giocare  in seconda divisione da dilettante. Così, dalle colonne della rosea, ha commentato la decisione presa: “…qualche contatto dall'Eccellenza l'ho avuto, ma non vedo i presupposti di quello che viene definito professionismo: non penso sia sufficiente un impegno di due allenamenti al giorno in un sistema che, proprio perché lo definiamo tale, dovrebbe dare anche una certa sicurezza economica per il presente e in parte anche per il futuro. E questo, purtroppo, non può essere garantito dalle squadre dell'Eccellenza. A Prato, per quanto mi sia trovato bene, da marzo non ho più percepito lo stipendio…Se questa è la situazione di una delle migliori squadre in circolazione, non penso si possa parlare di professionismo". Meglio studiare e cercarsi un lavoro vero.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball