07
settembre


Pro 12 – Zebre sotto di 13 punti dopo il primo tempo contro Connacht. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Connacht 0 - 13
Marcatori: 11 cp Nikora, 31’ m. O’Halloran tr.Nikora, 38’ cp Nikora
arbitro: Ian Davies (Galles)

Parma –  Il pubblico, si sa, è come la fiducia. Occorre meritarselo. Poca gente al XXV Aprile di Moletolo per la prima in Pro 12 delle Zebre contro Connacht. Sarà che il 6-37 di Newport non è stato il miglior viatico per il debutto interno nella competizione celtica, sarà che Parma, quanto a pubblico ovale, da qualche anno, risponde poco e male. Al fischio d’inizio, sugli spalti del bell’impianto parmense, di gente ce n’è davvero poca, meno di 500. Compresi Giancarlo Dondi, Nino Saccà, Orazio Arancio e Alfredo Gavazzi. Secondo Sportitlia sono sette violte tanto. Fuori il borderò! Se esiste ancora.
Pronti: via! Perugini, uno dei più esperti, entra dal lato del cancello (palla libera?) e regala agli irlandesi la pedata che frutta una rimessa a 10 metri: presa a due mani, drive e quattro fasi che Connacht spreca con un’ostruzione dentro i 22. Zebre in difesa ma non in affanno. Altro lancio (5’) in zona d’attacco per gli ospiti. Swift giganteggia e la palla vola fino al largo, ma Garcia (bravo!) recupera. Azione infinita: le Zebre non trovano la rimessa di piede e Venditti sbaglia piazzamento sulla bombarda di Nikora  che porta la minaccia sui cinque metri. Prima mischia a introduzione italiana (8’), Van Schalkwyk carica e allontana la minaccia. La palla è sempre nelle mani degli irlandesi, all’11’ il mancino Nikora firma il primo vantaggio su calcio concesso per fuori gioco di linea dei padroni di casa. Bel tournover conquistato (14’) dai bianchi di casa. L’azione è lunga anche se poco produttiva, si passa per un annullato e un fallo non fischiato, per finire con un tenuto irlandese sotto le tribune a metà campo.  Primo ingresso delle Zebre nei 22 avversari : Festuccia lancia in mezzo, McCathy smanaccia Van Schalkwyk  intercetta e carica. Sembra meta ma il sudafricano è in fuori gioco. Al 20’ Chillon lasica colpevolmente passare i 5” concessi su palla libera da ruck e Connacht riparte con un’introduzione a favore fra i 10 e i 22 sulla destra dei pali, ma il velo di Muldon su tallonaggio vinto rovina tutto.  Un recupero in salto di Duffy  (23’) innesca Vainikolo che ha gambe per fare male e ci prova. Ma la difesa c’è e funziona. Pace (25’) ciabatta male direttamente fuori e concede un’altra occasione di attacco a Marmion e compagni che però, per fortuna, sprecano malamente. Benettin (26’) percuote sul terzo canale e la difesa entra dal lato sbagliato concedendo a Orquera la palla del pareggio da posizione non impossibile a sinistra della porta. Ma la palla, pèur ben calciata, passa davanti ai pali. Festuccia (28’) placcato da due irlandesi perde palla, al 30’lo imita Geldenhuys. Sul rovesciamento di fronte l’ala O’Halloran calcia a seguire per se stesso, riconquista palla su rimbalzo e schiaccia per la prima meta dell’incontro. Nikora trasforma ed è 0-10. Le Zebre provano a reagire: il possesso c’è, manca l’efficacia. E Nikora non sbaglia un colpo.  Super Gendenhuys su lancio vinto da Connacht al 36’, ma Chillon passa la palla al pilone Ryan che gli è un paio di metri buoni davanti!  Poi Perugini (38’)si tuffa sopra una ruck avanzante e Nikora da quasi 50 metri scrive 13-0 sul tabellone. Bella incursione al lago di Pace (40’) che tenta un grubber che O’Halloran recupera e spara fuori. Ultima palla per Festuccia su i22: lancia lungo, penetrazione centrale, trasformazione al largo e in avanti.  Riposo!
Giorgio Sbrocco

 

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball