31
agosto


Tags
,

Top 14 – Jaques Brunel e i cartellini gialli: “Rigore arbitrale che porterà a risultati positivi”. By Giorgio Sbrocco

 Le prime due giornate del Top 14 francese hanno portato all’attenzione di tutti una serie di dati di un certo interesse: l’alto numero dei cartellini gialli (20 nella seconda giornata), l’alto numero dei calci di punizione (32 in un solo incontro, inconcepibile epr Top 14!) e il basso numero delle mete segnate rispetto ai punti di piede. Questo il commento del ct della Nazionale italiana Jaques Brunel per www.Glengrant.it:
“Sono tre le questioni che a mio avviso hanno determinato questa situazione. La prima è legata a una decisione “strategica” che gli arbitri hanno assunto in vista della ripresa del campionato e che va nella direzione del massimo rigore applicato a tutte quelle situazioni che se sottovalutate, potrebbero generare equivoci o perdita di controllo. A questo si aggiunga che, sempre gli arbitri, si sono accordati per ridurre al minimo le mischia resettate. Una tale convenzione, sommata all’introduzione della nuova tempistica all’ingaggio, ha alzato in maniera decisiva il numero delle penalità in questa fase di ripresa del gioco. E, conseguentemente, di molto ridotto la possibilità di un attacco efficace da questa piattaforma. Terzo fattore: l’elevata aggressività dei giocatori che, spesso, sconfina nell’indisciplina e nell’illegalità. Delle tre concause, però, quest’ultima si può considerare quella più “naturale” e prevista. È comunque mia opinione che con il prosieguo della stagione le cose miglioreranno. Anche perché gli arbitri, una volta mandato il “segnale” di massimo rigore e di nessuna tolleranza, cominceranno a raccoglierne i frutti di una tale linea di condotta. I giocatori, io penso, saranno i primi a capire che certi comportamenti vanno evitati”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball