30
luglio


Tags

All Blacks – Graham Henry in libreria con rivelazioni esplosive su NZ-FR del 2007. Ma è solo micro gossip da spiaggia. By Giorgio Sbrocco

Estate: tempo di gossip e di rivelazioni esplosive. Che spesso si rivelano banali cartucce bagnate. Anche nell’apparentemente rigoroso e misurato mondo del rugby di alto livello. È in uscita l’autobiografia di Graham Henry intitolata “L’ultima parola” nella quale, come rilancia oggi Rugbyrama, il tecnico neozelandese racconta (fra le altre cose) la sua verità sulla sconfitta della (sua) Nuova Zelanda a Cardiff (6 ottobre) contro la Francia alla Coppa del Mondo 2007. Il capo allenatore degli All Blacks campioni del mondo in carica, attualmente alle dipendenze della federazione argentina (Uar) con un contratto di consulenza per l’alto livello, torna sul luogo del delitto e rivisita alla sua maniera quell’infausta serata gallese. Di nuovo, in verità (e in attesa di leggere il libro), pare ci sia ben poco: la meta di Jauzion al 67’, segnata grazie a un passaggio in avanti di Michalak “che tutti videro, pubblico compreso, tranne l’arbitro Wayne Barnes e i suoi collaboratori”, la richiesta di Henry alla propria federazione “di procedere all’apertura di un’inchiesta ufficiale sull’accaduto” non soddisfatta, la decisione dell’Irb di non muoversi d’ufficio. Una paio di notazioni statistiche relative al numero di calci contro la Francia (2) fischiati nel corso della serata e il parere personale circa il  comportamento (scorretto) dei francesi in ruck. Tutto qui. Poco per poter sostenere l’ipotesi del complotto anti NZ o la tesi della partita decisa a tavolino (da chi?). Henry deve comunque promuovere (e vendere) il libro scritto a quattro mani con il suo biografo di fiducia Bob Howitt al quale fa dire che: “in qualsiasi altra disciplina sportiva una cosa del genere avrebbe comportato l’automatica apertura di un’inchiesta”. Parole che, almeno in noi italiani malati di calcio e intossicati da moviole serali, inducono un sorriso di compatimento. Identica reazione genera la dichiarazione dello stesso Henry a un’emittente radiofonica: “in 140 partite, 20 anni di panchina a livello professionale e 12 a livello internazionale, non ho mai visto nulla del genere”. L’indimenticato Carletto Mazzone avrebbe sentenziato: “Mettete l’occhiali!”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball