25
luglio


Pro 12 – A Belfast un elettricista australiano con tanta voglia di emergere. Sean Doyle: “Sono qui per fare grande rugby!”. By Giorgio Sbrocco

Arriva dai Southern District di Sydney l’australiano (eleggibile per l’Irlanda) Sean Doyle, flanker di 23 anni che a Belfast promette di contribuire ad ulteriormente innalzare l’efficienza della terza linea nordirlandese e del pack vice campione d’Europa. Immediato e diretto nel presentarsi  appena raggiunto il raduno della sua nuova squadra: “Non ho fatto tutta questa strada per ammirare il panorama o per il clima. Sono qui per giocare a rugby!”. E ancora: “C’è mancato poco che me ne tornassi a casa, l’Ulster mi ha offerto un’opportunità e l’ho colta al volo”. Richiesto di fornire maggiori spiegazione circa il suo trasferimento in Europa: “Avevo giocato qualche partita con le seconde squadre di Waratahs e Western Force – racconta – ma niente di particolarmente impegnativo .In verità m i è spiaciuto lasciare i miei compagni con i quali eravamo arrivati al primo posto in classifica. Dal momento che sono irlandese, mi sono preoccupato di farmi rilasciare il passaporto e ho avvertito il mio agente di mettersi in contatto con l’Ulster”. Irlandese da parte di nonno Doyle faceva l’elettricista in Australia. Un lavoro che ha lasciato per venire in Europa. “Qui la situazione è fantastica. Gioco con grandi professionisti e l’allenatore (Mark Anscombe, ndr) è veramente un tipo molto in gamba. Sta facendo un ottimo lavoro sulla ruck. Una situazione di gioco che si ripete molto spesso e dalla quale dipende in gran parte l’esito finale delle partite”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball