23
luglio


Tags

Eccellenza – Giovanni Maistri da Calvisano a Treviso: “Per fare rugby di alto livello è da qui che occorre passare”. By Giorgio Sbrocco

Giovanni Maistri, classe 1992, recente capitano dell’Italia under 20 di Craig Greennella sfortunata trasferta sudafricana alla Coppa del mondo di categoria è stato una delle (poche) sorprese del mercato estivo. Campione d’Italia nel campionato di Eccellenza con il Calvisano di Andrea Cavinato, si è trasferito alla Benetton ed è entrato nella rosa della formazione triveneta allenata da Franco  Smith in un ruolo, quello del tallonatore, dove sarà in concorrenza (fra gli altri) con Ghiraldini, titolare della maglia numero 2 in Nazionale. Nato a Roma, cresciuto nella Lazio, figlio d’arte (il padre, padovano, giocò ala nel Petrarca degli anni ’70), fresco di maturità scientifica (80/100) Maistri così si è presentato alla stampa alla vigilia della sua nuova avventura
“Giocare in mischia mi piace e credo che lo Scudetto a Calvisano sia stato vinto in questo settore principalmente. In generale, comunque, preferisco giocare tallonatore. Il lancio in rimessa naturalmente è il punto focale di questo ruolo, ma mi considero un buon corridore, dal punto di vista della resistenza, mentre devo migliorare sulla velocità. Se il rugby è quello che cerco di fare nella vita, allora era quasi inevitabile passare di qua. L'unica preoccupazione che avevo era comunque quella di lasciarmi nel migliore dei modi con Calvisano".
Quanto alla sua nuova destinazione: “Di Treviso conosco ancora poco. Ci sono stato per qualche raduno e posso dire che è una bella città. Come società, in questo momento, in Italia è la migliore, a livello rugbistico ma anche fuori dal campo".
Niente pronostici sulla stagione che sta per iniziare, ma una sana iniezione di ottimismo: “"Spero e penso che tutto il team possa migliorare sempre di più ed ottenere più vittorie possibili o giocarsela con tutte le nostre avversarie. Qui io posso trovare il massimo livello e quindi voglio sicuramente riuscire a maturare, cercando di farmi trovare pronto a giocare e sfruttando ogni momento utile".

Giorgio Sbrocco

 

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball