16
luglio


Aviva Premiership – Tony Windo allenerà la mischia del Gloucester. Nel tempo libero dalla scuola. By Giorgio Sbrocco

Tony Windo (43 anni) è il nuovo tecnico della  mischia  nello staff del Gloucester guidato da Nigel Davies. Il percorso professionale di Windo (400 presenze in maglia Gloucester e Worcester, 3 caps l'Inghilterra fino al ritiro avvenuto nel 2008) ha però una particolarità che lo rende unico nel vasto panorama del settore tecnico della Premiership inglese. Egli infatti allena con lo status di dilettante, dal momento che la sua principale occupazione è , dal 2011, quella di insegnate, con l'incarico di Director of rugby della Bromsgrove School, istituto indipendente fondato nel 1553  con sede nel Worcestershire. “Dopo aver ricevuto la proposta da Nigel, ho chiesto alla scuola l'autorizzazione a svolgere anche questa seconda attività presso il club di Gloucester” ha spiegato Windo. “ E devo ringraziare le autorità accademiche che mi hanno concesso l'autorizzazione”. Tony Windo lavorerà con la mischia di Gloucester per due mattine alla settimana, il tempo che è riuscito a “incastrare” nel suo piano di lavoro settimanale a scuola. “In questo modo potremo mettere in piedi anche  un'interessante collaborazione fra scuola e club a tutto vantaggio dei giovani più promettenti da avviare verso il rugby di alto livello” ha spiegato felce alla viglia della ripresa dell'attività. Ma c'è anche un altro aspetto molto umano che rende questa storia davvero particolare. Tony Windo è stato chiamato  a Gloucester a ricoprire il ruolo che fu del suo amico e compagno di squadra John Brain., recentemente scomparso. “Prima di accettare – racconta Tony – ho voluto parlarne con la sua vedova, Clare. E ho accettato solo dopo aver avuto da lei l'assicurazione che, se qualcuno avesse dovuto sostituire suo marito nel club, tutta la famiglia avrebbe voluto che fossi io a farlo”. L'obiettivo, adesso, conclude  Windo: “È continuare con successo il lavoro cominciato da John lo scorso anno e portarlo avanti al meglio nel suo nome e per il bene del club”.
Giorgio Sbrocco
 

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball