12
luglio


Tags

Top 14 – Rup’s Caucaunibuca sul mercato. Tanto talento ma zero affidabilità. Carcassonne non rischia. By Giorgio Sbrocco

Fuor di metafora: non lo vuole (più) nessuno. È il figiano Rupeni Rup’s Caucaunibuca, un concentrato di esplosività (1.78 per 120 chili!) e talento incontrollato ma sublime, esploso alla WC australiana del 2003 e successivamente arrivato in Europa (65 mete con Agen fino al 2010 e poi Tolosa con lo status di Joker médical) dove si è confermato attaccante (ala ma anche centro) di altissimo profilo ma uomo di scarsa, scarsissima affidabilità. A cominciare dal peso forma (110), che da anni non riesce a controllare (con punte vicine ai 130 in occasione della ripresa degli allenamenti), per finire con la puntualità e il rispetto degli impegni presi (tre chiamate in nazionale rifiutate con conseguente depennamento dalla rosa), passando per la cannabis. Messo sul mercato dal club campione di Francia a fine stagione, pareva che la sua destinazione fosse il Carcassonne di Christian Labit (sesto nella passata stagione di ProD2) che ha però dichiarato: “Meglio lasciar perdere. Non alcuna intenzione di cacciarmi in un mare di guai con persone delle quali non ci si può fidare. Dovevo fare una scelta. L’ho fatta!”. Ingaggio (molto elevato) risparmiato e pace nello spogliatoio assicurata, Labit si sta concentrando su un paio di ritocchi che ancora mancano al Carcassonne per provare a puntare in alto: “E potenziare ulteriormente un gruppo che ha già mostrato il proprio valore” ha spiegato Labit. Obiettivi immediati: un centro e una seconda linea. “Non delle star, ma persone serie. E tant pis pour Rup’s ”.

Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball