06
luglio


Tags
,

Top 14: Un inglese, un australiano, due neozelandesi e un Puma le migliori “reclute” della stagione. Su tutti: Luke McAlister. By Giorgio Sbrocco

Sono cinque e nessuno di loro è francese, le cinque “Top recrues” (lelleralmente: reclute. Di fatto: debuttanti) che il sito specializzato Rugbyrama ha selezionato per l’ennesima classifica di fine anno legata al rendimento dei singoli nel Top 14 d’Oltralpe. Al primo posto il neozelandese mediano di apertura (30 caps All Blacks) Luke McAlister (Tolosa), arrivato per sostituire Skrela “fuggito” a Clermont, subito titolare e per tutta la stagione fondamentale punto di riferimento dei campioni di Francia. Al secondo posto si è classificato l’australiano Matt Giteau, centro/play maker di valore e talento smisurati che accanto a Super Wilkinson ha costituito la struttura portante della squadra. Terzo un altro “tolonese”, il flanker Steffon Armitage, reduce da cinque stagioni con i London Irish, autore di una stagione di altissimo livello che lo ha incoronato “re” incontrastato del gioco negli spazi ristretti e dominatore della battaglia a volte cruenta e oscura sui punti d’incontro. Al quarto posto l’eterno (per età) argentino Felipe Contepomi (Stade Fancais), che ha seguito il suo ex allenatore a Leinster Michale Ceika e che con il mediano di mischia Dupuy ha amministrato al meglio la cabina di regia del gioco della squadra parigina. Quinto il neozelandese (45 volte AB) Sitiveni Sivivatu (Clermont), che ha giocato solo 11 partite in stagione a causa della Coppa del Mondo e di altri infortuni. Ma che coach Vern Cotter ha mandato in campo tutte le volte che lo ha avuto disponibile.

Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball