24
maggio


Barrage Top 14 – Castres attende Montpellier per vendicare la sconfitta del 2011. Diarra: “Stavolta siamo sereni”. By Giorgio Sbrocco

Castres proverà domani sera sul verde dello stadio Ernest-Wallon di Tolosa, nel barrage contro Montpellier, a staccare il biglietto d’ingresso nel ristretto e prestigioso “club dei 4” del rugby d’Oltralpe. Una loggia di cui per il momento, fanno parte di diritto Tolosa e Clermont, veri dominatori della stagione regolare e che esprimerà il nome della squadra campione di Francia 2012. Ma nonostante i favori del pronostico (e la serie quasi infinita di infortuni che ha colpito, decimandoli, gli avversari), a Castres è vietato esibire ottimismo. Brucia, infatti, e si tratta di ustioni assai dolorose e profonde, la sconfitta (17-18 con un buon numero di calci sbagliati) rimediata l’anno scorso, in casa,  contro lo stesso Montpellier nel barrage maledetto che doveva portare i bianco-blu di Laurent Labit in semifinale e che, invece, marchiò a fuoco l’intera infausta stagione. Parlare di vendetta a lungo attesa e inseguita pare addirittura banale. Anche se la terza linea Diarra prova a smorzare i toni: “La sconfitta dello scorso campionato è cancellata da tempo”
azzarda, forse riferendosi alle due vittorie stagionali contro il XV di coach Eric Béchu. Quanto agli infortuni, Diarra non ha dubbi: “Anche senza il loro mediano di mischia titolare (Tomas, infortunato, ndr) Montpellier resta una squadra capace ci esprimersi al meglio in ogni situazione. E perciò assai pericolosa e imprevedibile”, Nessun problema per dover giocare a Tolosa, sede della sconfitta (24-27) contro Munster in Coppa Europa: “Non siamo divorati dalla pressione – assicura Diarra – siamo consapevoli dei nostri mezzi e tutti hanno lavorato serenamente. Forse è questa, rispetto a 12 mersi fa, la vera novità”.
Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball