17
maggio


Tags

Amiln cup – A Biarritz nessuno vuol sentir parlare di finale dall’esito scontato. Traille: “Vincerà chi saprà osare di più”. By Giorgio Sbrocco

Mentre sale l’attesa per l’atto conclusivo di Amiln cup e i bookmakers si apparestano ad affinare le quote dei pronostici, dai Paesi Baschi arrivano le prime dichiarazioni di guerra dei giocatori di Biarritz. Nessuno dei quali pare intenzionato a interpretare il ruolo della vittima designata. Nelle parole del veterano Traille e dello statunitense  tutto l’ardore di una squadra che non accetta  la sconfitta senza prima combattere. Secondo l’internazionale Damien Traille (punto di forza della linea arretrata, indipendentemente dal ruolo in cui verrà schierato): “Le possibilità di conquistare la coppa sono equamente divise fra noi e Tolone. Loro dispongono di un organico mostruosamente potente per talento individuale ed esperienza internazionale. Ma le finali sono partite difficile da prevedere. Vincerà chi, sul campo, dimostrerà di avere più coraggio e oserà più dell’avversario. Il fascino delle grande sfide è tutto qui”. Un altro giocatore che aspetta con impazienza il fischio di apertura del match al Twickenham Stoop è l’ala Takudza Ngwenya, che non trova di meglio che ricercare motivazioni nel passato. “Quando nel 2010 – ricorda – perdemmo la finale di Heineken allo Stade de France con Tolosa di soli due punti (21-19, ndr), io c’ero. E devo ammettere che quella sconfitta, a due anni di distanza, non l’ho ancora digerita. Tolone è forte, gioca un grande rugby e in squadra ha molti campioni. Ma io e i miei compagni siamo affamati…”

Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball