15
maggio


Tags

Pro 12 - Franchigia federale o gli Aironi2 sui cieli di Viadana e Colorno? Sabato la Fir dirà l'ultima parola. By Giorgio Sbrocco

Sabato la Fir scioglierà (in un senso o nell'altro) la riserva sulla candidatura presentata di Viadana (insieme con Rugby Colorno) al fine di ottenere il rilascio della licenza internazionale che abiliti all’iscrizione al campionato Celtico Pro 12 della stagione 2012/2013. Da verificare, da parte della federazione, la congruità della copertura finanziaria dell’impresa garantita dalla dirigenza del nuovo soggetto – già ribattezzato Aironi2 – e l’adesione alla politica di contenimento dei costi “imposta” dalla stessa Fir. Di numeri ne circolano molti: i meno lontani dalla realtà e i  più sensati parlano di un abbattimento di almeno un terzo delle spese complessive di gestione, accompagnato da un taglio del 50% sui contratti più onerosi, quelli in capo agli atleti più rappresentativi ai quali, fino allo scorso anno, veniva garantita una copertura .federale del 60%. Molti i rumors anche per quanto riguarda la panchina (a totale carico della Fir): il nome più ricorrente è quello di Christian Gajan nelle vesti di capo allenatore (garantisce Brunel?).
Per il ruolo di secondo tutti dicono: Alessandro Troncon. Che però non gode di grande considerazione (professionale) a Viadana. Se però la Fir non acquisirà elementi certi sulla solvibilità e affidabilità della nuova cordata, resta in piedi l’ipotesi della creazione di una franchigia a totale controllo (e conduzione) federale. Soluzione che, da tempo, il presidente Dondi dichiara di non gradire ma che, in assenza di “soldi veri” fra Viadana e Colorno, rimarrebbe l’unica strada praticabile per mantenere a due la quota italiana nel torneo celtico.

Giorgio Sbrocco

Facci sapere la tua opinione!
commenta

Aggiungi Commento

  Country flag

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading

Rugby Ball