20
aprile


AUSTRALIA – INFARTO CEREBRALE PER MICHAEL LYNAGH. SITUAZIONE CRITICA MA STABILE. IL PADRE IAN: “SAPPIAMO CHE E' IN BUONE MANI". By Giorgio Sbrocco

Questo il bollettino medico emesso oggi dal dr Rob Henderson, neurologo del reparto di terapia intensiva del Royal Brisbane and Women’s Hospital:

“Michael Lynagh si trova in una situazione critica ma stabile. Ha sofferto di un infarto cerebrale nella zona del lobo occipitale dovuto all'occlusione di un'arteria vertebrale che ha causato nel paziente offuscamento della vista, problemi di coordinazione e di equilibrio. L'occlusione dell'arteria ha causato il blocco completo della circolazione. La causa del blocco può essere fatta risalire a un coagulo di sangue di origine cardiaca o a una lesione nella parete dell'arteria. Questa, al momento, pare la causa più probabile del malessere che ha colpito Michael. Un evento di questa portata è molto raro in soggetti dell'età di Michael. I prossimi giorni sono da considerarsi critici a causa del gonfiore nella regione del tronco encefalico, anche se i segni generali sono al momento positivi. Attualmente è seguito da: un neurologo, un neuroradiologo, un neurochirurgo e dallo staff di terapia intensiva”.

Dichiarazioni Ian Lynagh, padre di Michael: “Voglio ringraziare a nome di mio figlio tutti coloro cheb in questi giorni gli hanno testimoniato amore e affetto. Lo staff medico sta facendo un ottimo lavoro e siam oconsapevili del fatto che Michael è davvero in buone mani”.

Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.


 

Facci sapere la tua opinione!
commenta
Commenti chiusi
Rugby Ball