07
aprile


AMLIN CUP – TOLONE ASFALTA GLI HARLEQUINS E VOLA IN SEMIFINALE CON PARIGI. O'SHEA: "NIENTE SCUSE, TROPPO FORTI", by Giorgio Sbrocco

Top 14 – Avvia Premiership 2-0. Un SuperWilko in versione “perfezione al potere”, autore di 17 punti (6/6) e di una condotta di gara magistrale, fino al momento della sua uscita per infortunio (sostituito alla piazzola dall’australiano Giteau), trascina (meglio sarebbe dire: conduce per mano) Tolone nel secondo quarto di finale di Amlin cup giocato e vinto 37-8 allo stade Mayol (12.500paganti) contro gli Harlequins, prima forza del campionato inglese e detentori del titolo, scesi in campo senza Robshaw e senza l’apertura Evans infortunati.  Partita intensa ma agonisticamente senza storia, subito nel controllo della formazione transalpina. Primo tempo con i padroni di casa avanti 22-3 (meta del mediano di mischia Tillous Border) e ripresa impreziosita dalle mete dell’estremo Lapeyere e dal flanker (ex London Irish) Armitage. Inutile ai fini del risultato la (bella) meta di Dannie Care al 76’ su calci odi punizione giocato veloce. Connor O’Shea, manager dei Quins a fine gara: Niente da dire, nessuna scusa da accampare, comprese le nostre due assenze. Abbiamo perso nettamente contro una squadra che ha lasciato in panchina gente del calibro di Bakkies Botha e Simon Shaw, a dimostrazione di quanto straordinariamente forte sia la rosa di giocatori di cui dispone. Forse noi abbiamo pagato la stanchezza del campionato, ma quello che ha fatto Tolone sul campo è la dimostrazione che i francesi meritano la di andare avanti”. La prima semifinale di Amlin sarà quindi tutta francese fra Tolone e i parigini dello Stade Fancais di Sergio Parisse che hanno eliminato Exeter.

Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

Facci sapere la tua opinione!
commenta
Commenti chiusi
Rugby Ball