06
aprile


CONSIGLIO FEDERALE A PARMA: FINE DELL’AVVENTURA CELTICA DEGLI AIRONI. AL LORO POSTO IL VINCITORE DEL NUOVO BANDO DI CONCORSO. SE NESSUNO SI PRESENTA: FRANCHIGIA FEDERALE. By Giorgio Sbrocco

Parma – Ciò che molti temevano ma pochi ritenevano possibile si è avverato. Gli Aironi finiranno la loro (breve) storia nel rugby celtico. Così ha deciso il governo del rugby italiano riunitosi ieri a Parma. Terminerà alla scadenza della stagione in corso l’avventura celtica degli Aironi in Pro 12. Il loro posto, a copertura della licenza internazionale attualmente in possesso della Fir sarà rilevato dal vincitore dello specifico bando di concorso che la stessa federazione ha intenzione di pubblicare e che scadrà il 25 aprile. Se a quella data nessuno (come pare persino scontato, visto l’impegno economico richiesto) si sarà fatto avanti: “la Fir per ottemperare agli impegni assunti nei confronti del Pro 12, parteciperà temporaneamente con una squadra a gestione federale”. Questo è quanto risulta al termine della riunione del consiglio federale che si è riunito ieri a Parma per discutere del problema sorto con la franchigia del presidente Melegari in (pesanti) difficoltà economiche. Nel corso della riunione sono state respinte le dimissioni del vice presidente Barzoni (di Viadana). A giorni il bando federale approvato verrà reso pubblico. Per gli Aironi è la fine di un’avventura iniziata con tanto entusiasmo, una discreta dote di competenza e professionalità ma con risorse economiche palesemente inadeguate all’impegno assunto. Al termine della regular season del campionato celtico mancano tre giornate: gli Aironi dovranno incontrare: Scarlets in casa il 15 aprile, Conancht in Irlanda il 21 e Ospreys allo Zaffanella il 5 maggio

Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo

Facci sapere la tua opinione!
commenta
Commenti chiusi
Rugby Ball