INGHILTERRA: LANCASTER VUOLE FARRELL AL SUO FIANCO SULLA PANCHINA DELLA NUOVA INGHILTERRA. MA I SARACENS…By Giorgio Sbrocco

Adesso che è a tutti gli effetti il capo indiscusso della Nazionale, l’ex traghettatore Stuart Lancaster comincia a gettare le basi per futuro alla guida della sua Inghilterra. Fra i primi passi ufficiali, quello di creare intorno a sé uno staff di persone (da lui ritenute) di qualità e in grado di portare un contributo significativo al progetto che è alla base della sua presa di possesso della stanza dei bottoni di Twickenham. Il primo nome che Lancaster ha indicato è quello di Andy Farrell, suo prezioso assistente all’ultimo Sei Nazioni. Il guaio è che, da un lato il neo ct vorrebbe Farrell con lui a tempo pieno, dall’altro lo stesso Farrell è attualmente (e con un residuo contrattuale di altri due anni), allenatore capo dei Saracens in Premiership, la squadra di Londra al secondo posto in campionato e alle prese con i quarti di finale di HC (contro Clermont gara 1 il giorno di Pasqua in casa). La parola d’ordine della diplomazia ovale prontamente scesa in campo, al momento, è: negoziamo. Lo sostiene la Rfu ma, pare, il messaggio non venga colto in casa Sarries. Replica infatti, visibilmente infastidito Ed Griffiths (Ceo Saracens): “La nostra volontà di risolvere la cosa è totale. Anche perché vorremmo evitare un dannoso distraente “Parte? Resta?” che alla vigilia della partita con i francesi di certo non ci aiuterebbe”. E ancora: “Ogni forma di trattativa sull’argomento è gradita. Ma che sia chiara una cosa: Farrell è, a tutti gli effetti, l’allenatore dei Saracens. E se il negoziato dovesse fallire, questa è l’unico dato oggettivo dell’intera faccenda”. Quanto al precedente del gallese Shaun Edwards, assistente della nazionale gallese all’ultimo Sei Nazioni e, contemporaneamente, tecnico degli Ospreys (Pro 12), Griffen ha chiarito: “Forse le circostanze saranno state diverse. Resta il fatto che fare bene le due lavori in contemporanea è difficile”.

Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo

 

Facci sapere la tua opinione!
commenta
Commenti chiusi
Rugby Ball