20
marzo


PRO 12 – Riparte la corsa alle semifinali: gli Ospreys cercano punti impossibili a Dublino, a Cardiff derby gallese che vale i play off, o quasi. By Giorgio Sbrocco

Archiviato il 6 Nazioni che ha decretato la supremazia dei Dragoni gallesi di mister Gatland sul resto del vecchio continente ovale, il Pro12 celtico torna a darsi battaglia, inaugurando con la sfida di Dublino fra il Leinster incontrastato primo della classe (63 punti) e gli Ospreys terzi (49), il turno numero 18 di una regular season che si chiuderà, svelando i nomi delle quattro semifinaliste, il 5 maggio. Molti, da qui alla fine, gli scontri decisivi per centrare una delle tre poltrone rimaste libere sulla strada per la lotta al titolo. Il Munster secondo in classifica (52) ha, sulla carta, il compito più facile del lotto delle concorrenti, dovendo scendere in campo a Galway (sabato), nel derby contro Connacht, universalmente considerata la franchigia “soft” dell’agguerrita e potentissima armata irlandese. I Guerrieri di Glasgow, vera (e unica) sorpresa dell’edizione 2012, ricevono gli Aironi esattamente a una settimana dal Cucchiaio rimediato all’Olimpico nel Sei Nazioni e a venti giorni dall’impresa di Swansea (26-20 in Galles). Tutto da vedere il derby di Cardiff tra Blues (settimi) e Scarlets (sesti), appaiati a quota 45, entrambi a due lunghezze dalla zona play off. Il Benetton ottavo (29) riceve l’Ulster (quinto, 46) che, se davvero intende perseguire l’obiettivo della semifinale, non può accusare alcun calo di concentrazione e deve puntare a vincere con il bonus. A Murrayflied (effetto freezer garantito, temperatura primaverile a parte), Edimburgo (23) ospita Newport (29), con i gallesi leggermente favoriti dopo il colpo contro Cardiff nel recupero di martedì.
Quello che andrà in scena fra venerdì e sabato sarà il primo turno di gara dopo il 6 Nazioni. Le franchigie riavranno a disposizione i loro internazionali e molto dei risultati sul campo dipenderà dai criteri di impiego che i vari staff tecnici decideranno di adottare  per l’occasione. È indubbio, infatti, che il logorio fisico e mentale di una competizione come il “Torneo dei tornei” sarà, ancora una volta, aspetto decisivo e dirimente sul prosieguo della stagione. A trarne vantaggio, paradossalmente, e ancor per (al massimo) un paio di turni, potrebbero essere le formazioni che meno hanno dato, in termini di uomini, alla causa delle rispettive Nazionali. Sulla base delle risorse oggettivamente a disposizione e provando a “divinare” il futuro prossimo circa la sorte delle squadre coinvolte nella lotta per i play off da qui alla fine della regular season, anche in base al calendario  e tenuto conto (week end di Pasqua) dell'incombente Heineken cup (Edimburgo a parte parteciperanno ai quarti: Leinster, Cardiff, Munster, Ulster, per un totale di 5 su 8. Un record e un segnale importante da parte del rugby celtico a francesi e inglesi), le favorite per le semifinale (Leinster già qualificato) sono: Munster, Ulster e, azzardiamo, Scarlets.

Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

Facci sapere la tua opinione!
commenta
Commenti chiusi
Rugby Ball