13
ottobre


Heineken Cup – Top14 meglio di tutti. By Giorgio Sbrocco

Un’occhiata ai numeri del primo turno di Heineken cup, la competizione che mette in campo il meglio del rugby continentale a livello di club (Francia e Inghilterra), franchigie (Italia, Galles, Scozia) e di Province (Irlanda). Per dire che il campionato più “produttivo” quanto a successi è stato il Top14, le cui 7 partecipanti alla Champions league ovale hanno ottenuto 5 vittorie (c’era Racing – Clermont) e due sole sconfitte (Perpignano a Gloucester). In numeri: 5/7= 0.714. Segue l’inglese Premiership che schierando ai nastri di partenza 6 formazioni ha chiuso la prima giornata con 3 successi. In numeri 3/6= 0.5. Infine il Pro 12, che di squadra (per la…gioia di inglesi e francesi) ne iscrive 11 e ha portato a casa 4 vittorie (c’erano: Edinburgo-Munster e Ospreys- Leinster). In numeri: 4/11= 0.363.Giorgio Sbrocco

06
ottobre


Championship Four Nations – I numeri della sfida di Rosario. By Giorgio Sbrocco

Oscurata dalla qualità eccelsa del match di Johannesburg, la sfida andata in scena a Rosario fra Argentina e Australia (stesso numero di mete segnate anche se meno equamente distribuite) è destinata all’archiviazione alla voce “partite normali”. Anche se si è trattato di un match di notevole spessore complessivo. È il destino di tutti i figli cadetti. Ma che siano stati 80’ di rugby intenso e tecnicamente apprezzabile lo dicono anche i numeri. Eccone altri (tutti di fonte rigorosamente Sanzar):ARGENTINA - AUSTRALIAMete  2 - 7Metri percorsi: 552 - 618Difesa battuta 28  -27Superamento LV 8 - 11Passaggi 116 - 104Offload 17 - 13Turnover concessi 15 - 16Ruck 63 (90%) – 58 (97%)Controruck 2 - 7Rimesse L. vinte 87% - 92%Mischie ord. Vinte 80% - 100%CP contro 8 - 11Placcaggi 67 - 86Placcaggi mancati 27 - 28Giorgio Sbrocco

06
ottobre


Championship Four Nations – I numeri della partita del secolo. By Giorgio Sbrocco

Difficile dire (meglio: sostenere e provare) se si sia trattato della “partita del secolo” (il XXI), anche, se a memoria, non ci viene in mente nulla, che da quando l’anno di grazia comincia per 2, abbia onorato il gioco del rugby nella maniera in cui l’hanno fatto Sud Africa e Nuova Zelanda ieri pomeriggio a Johannesburg. Come nostra abitudine post match riportiamo alcuni dei rilevamenti statistici più significativi della battaglia dell’Ellis Park. Nella speranza di poterne seguire altre dello steso livello tecnico e della medesima intensità. Fra i numeri “fuori quadra” almeno in apparenza i soli 61 placcaggi effettuati dal SA, meno della metà di quelli della NZ, e i 30 mancati. Per un rapporto di efficacia di 1/3 che poco si addice alla riconosciuta perizia difensiva degli Springboks. Escluso che i giocatori del ct Meyer abbiano “dimenticato” come si placca, vien da pensare che le tecniche elusive nell’1c1 dei tuttineri siano (molto) vicine alla perfezione (vero sig. Ben Smith in occasione della prima meta?). A dire che si è trattato di un match speciale c’è poi il numero degli offload: 22 in tutto. E a ben vedere anche quello dei superamenti della LV: in tutto 16 in una partita che ha visto realizzate 9 mete. Dati (come quello dei 13 cp complessivi!) che non hanno bisogno di alcuna…interpretazione. Ma solo di un deferente e sentito applauso. Eccone altri (tutti di fonte rigorosamente Sanzar):SUD AFRICA – NUOVA ZELANDAMete 4 – 5Metri percorsi: 699 – 533Difesa battuta 22 – 30Superamento LV 8 – 8Passaggi 147 – 116Offload 12 – 10Turnover concessi 25 – 11Ruck 83 (93%) – 56 (97%)Controruck 6 – 2Rimesse L. vinte 73% - 82%Mischie ord. Vinte 100% - 83%CP contro 4 – 9Placcaggi 61 – 134Placcaggi mancati 30 – 22Giorgio Sbrocco  

25
maggio


Top14 – I numeri dicono che Tolosa ci ha messo (tanto) del suo. By Giorgio Sbrocco

Ci va giù duro Rugby Rama all'indomani del successo con cui Tolone ha alimentato i sogni di un fantastico doppio (HC + Top 14). Un traguardo cui Mourad Boudjellal (forse) non  tiene particolarmente (così ha dichiarato) ma che adesso è davvero a portata di mano. Sulla partita di ieri: Tolone è grande, Wilkinson sarà anche il suo profeta…ma i numeri dicono che una parte (difficile dire quanto pesante, ma sicuramente non trascurabile) della responsabilità dell’uscita di scena (24-9 lo score della semifinale) dei campioni in carica dalla corsa per il titolo dopo gli 80’ tremendi minuti di Nantes è colpa degli sconfitti. Un dato su tutti, il più macroscopicamente esplicativo della disfatta di Tolosa: i 14 in avanti commessi dagli uomini di Guy Noves che hanno generato altrettanti possessi di Tolone. Su uno di questi (autore: Steenkamp) Delon Armitage ha costruito la meta del definitivo trionfo (come a Dublino su Clermont, stavolta senza spernacchiare alcuno. Passando alla rimessa laterale: 5 lanci rubati sono tanti, una bestemmia tecnica a questi livelli! E anche in mischia ordinata (dove si è sentita l’assenza di Hayman) le cose non sono andate per niente bene. Nessuna introduzione persa, ma che assetti approssimativi (con Wilkinson pronto a punire)! E per finire: le due rimesse non trovate su calcio di punizione (McAlister e Beauxis) e la meta di Rossouw in apertura (2’) grazie a un gentile omaggio della difesa schierata secondo il modulo “più Barbera per tutti”. I titoli o, quantomeno, la possibilità di (ri)vincerli, si perdono anche così. Per colpa propria!Giorgio Sbrocco

24
maggio


Top 14 – I numeri in libertà di Tolone-Tolosa. By Giorgio Sbrocco

In attesa (ore 21) del calcio d’invio di Tolone-Tolosa, qualche numero raccolto da Rugby Rama  sulla sfida di Nantes.0. – Il numero dei piloni al di sotto dei 120 kg di peso che scenderanno in campo dal primo minuto: Carl Hayman, Andrew Sheridan, Gethin Jenkins et Davit Kubriashvili. In panchina Census Johnston (Tolosa) e i suoi 130kg. 1. – Gli anni che separano le date di fondazione dei due club : Tolosa 1907, Tolone 1908 1. – Il numero dei giocatori (sui 46 in lista gara) che non ha mai giocato in Nazionale. Si tratta del tallonatore Orioli  1,88 – La media delel stature della linea arretrata di Tolosa. Quella di Tolone è 1.82  6. - Le partite vinte da Tolone negli 11 scontri diretti (un pareggio)9. – Le mete segnate dai top scorers delle due squadre : Vincent Clerc e David Smith. Entrambi assenti stasera.  11. – Le semifinali disputate dall’estremo di Tolosa Poitrenaud. Quando giocò la prima aveva 19 anni. 17. – La percentuale dei punti segnati da Tolone negli ultimi 10 minuti di partita.   19. – I titoli (Bouclier de Brennus ) vinti da Tolosa. 350. – I punti stagionali segnati da Jonny Wilkinson in Top 14  897. – I caps internazionali che Tolone manderà in campo a in panchina stasera a Nantes. Quelli di Tolosa sono …solo 686.  Giorgio Sbrocco

17
maggio


Amlin Challenge – I numeri della finale con un occhio al futuro di...Benvenuti. By Giorgio Sbrocco

Un po' di numeri in vista della finale di Amlin fra Leinster e Stade Francais che, a seconda dell'esito, potrebbe influenzare un'importante (per il nostro rugby) operazione di mercato. In sintesi: se vince Leinster, in HC ci va Perpignano che ha chiuso al settimo posto la stagione regolare di Top 14; se vincono i francesi, in HC ci vanno loro. E...in questa seconda ipotesi, Tommaso Benvenuti (ha dichiarato il ds delle Zebre Roberto Manghi e Rugby 1823) potrebbe non andare a giocare in Francia e (forse) spostarsi da Treviso a Parma. Se fosse così: Brian O'Driscoll e i suoi avranno stasera qualche tifoso in più dall'Italia. Ma tornando ai numeri (raccolti in gran quantità da Rugby Rama):0.- Il numero di finali europee vinte dallo Stade Francais che ne ha disputate due di HC (2001 – 2005) e una di Challenge (2011)1.- Se vince, il Leinster diventa la prima formazione irlandese a imporsi in Challenge cup3.- Tre sono i giocatori che si contendono lo scettro di meta man della squadra in casa Leinster: Nacewa, Healsip e Kearney. Tutti momentaneamente a quota tre4.- Per Leinster quella di stasera sarà la quarta finale europea disputata. Le prime tre le ha vinte tutte. Inoltre, vincendo, gli irlandesi diventeranno la quarta squadra ad aver vinto le due competizioni continentali per club insieme con: Bath, Northampton e Wasps6.- Le mete fin qui segnate dall'ala parigina Francis Fainifo, che però non sarà in campo a Dublino.8.- Le mete che negli scontri diretti hanno segnato l'ala irlandese Nacewa e il parigino Bonneval. Il francese ci è riuscito in cinque partite, al neozelandese ne sono servite otto.26.- Le partite da titolare disputate in Amlin Cup da Pierre Rabadan (Stade) 37.- I placcaggi eseguiti e (tutti!) riusciti del flanker di cui sopra75 – La percentuale dei successi dello Stade nel bilanci odegl isconti diretti con Leinster (in tutto: 4), per un punteggio aggregato di146-78. 79.- I punti segnati dall'irlandese Jonathan Sexton nelle 7 partite disputate in Amlin Cup  90.- La percentuale che lo Stade ha superato in stagione quanto a efficacia in mischia chiusa (94%) e rimessa laterale (93%)  98,7.- La percentuale dei placcaggi efficaci del n.8 di Leinster Jamie Heaslip nelle partite disputate in HC e Amlin. Precisamente: 77 su 78!  1500.- La soglia di punti totali segnati in Coppa per superare la quale lo Stade deve segnare 5 punti stasera.Giorgio Sbrocco

14
maggio


Amlin Challenge – I numeri delle finali. By Giorgio Sbrocco

Leinster per la prima volta in finale della seconda coppa Europea (mai vinta da una squadra irlandese) venerdì a Dublino contro lo Stade Fancais di Sergio Parisse (alla sua seconda finale dopo quella 2011 persa 19-18 con gli Harlquins). Rugby Rama ha trovato e pubblicato tutti numeri di quella che oggi si chiama Amlin Challenge Cup. Eccoli: GiocatoriRecord di punti segnati: 27. Paul Burke (Harlequins - Narbonne 2001).Record di mete segnate: 2. Bernard de Giusti (Colomiers - Agen 1998) ; Nicolas Bacque (Pau - Castres 2000) ; Charlie Hodgson (Sale - Pau 2005). Record di calci realizzati: 7. Dimitri Yachvili ( Biarritz - Toulon  2012) Record di conversioni: 6. Alex King ( Wasps - Bath 2003)  ClubRecord punti: 48 :  Wasps contro Bath  2003.Record di mete: 7. Colomiers contro Agen 1998.Record conversioni: 6. Wasps contro Bath 2003.Record cp: 7. Biarritz contro Toulon  2012.Record drop: 2. Stade Français contro Harlequins  2011.Record di finali giocate: 3. Clermont (1999, 2004, 2007), Bath (2003, 2007, 2008) ,  Harlequins (2001, 2004, 2011) , Bourgoin (1997, 1999, 2009).Finali vinte: 3. Harlequins (2001, 2004, 2011) PartiteRecord punti segnati: 78. Wasps-Bath  2003 (48-30).Record mete segnate: 10. Wasps-Bath 2003  (48-30).Maggior scarto: 38. Colomiers-Agen 1998 (43-5).Record conversioni: 8. Wasps-Bath  2003 (48-30).Record cp: 12. Biarritz-Toulon   2012 (21-18).Record drop segnati: 2.Harlequins-Narbonne 2001 , Stade Français-Harlequins  2011  Record affluenza: 48 990. Toulon-Cardiff Blues a Marsiglia 2010 (21-28). Giorgio Sbrocco

Rugby Ball