23
ottobre


Heineken cup – Treviso nel futuro dell’Ulster. Secondo l’ Irish Indipendent…By Giorgio Sbrocco

Interessante un passaggio del (lungo) servizio che Irish Indipendent dedica al bilancio delle prime due giornate di Heineken cup a firma di Donal Lenihan. È quello che riguarda Treviso. Che a dicembre (7 e 14) affronterà l’Ulster, vittorioso a Montpellier e in casa con Leicester e attualmente al comando del girone 5. Decisivo, secondo l’autore, il doppio confronto fra la formazione di Belfast e i Leoni di Franco Smith “che potrebbe mettere Ulster in pole positions per il passaggio del turno alla sosta natalizia”. “Non che Treviso rappresenti un impegno facile e dall’esito scontato” osserva   Donal Lenihan. “Avversario insidioso per chiunque quando gioca a Monigo, Treviso è molto migliorato in trasferta. Lo testimonia il fatto che Leicester, nella cornice del santuario di Welford road, ha dovuto attendere il 79’ per mettere a segno la meta del bonus”. E poi conclude: “Treviso può essere considerata fuori dai giochi per l’accesso ai quarti, in quanto due volte sconfitta nei primi due turni. Ma in questa condizione si trova in buona compagnia con gli Harlequins di Conor O’Shea, gli Ospreys tradizionalmente deludenti in HC e l’altra formazione italiana delle Zebre. Nessuna squadra è mai riuscita ad accedere ai quarti di finale avendo perso le prime due partite. Una regola che difficilmente sarà cambiata in questa edizione”.Giorgio Sbrocco

21
ottobre


Heineken cup – Vunisa (Zebre) il miglior attaccante della giornata. Treviso: tropi cp. By Giorgio Sbrocco

Onore anche per le Zebre nei resoconti statistici della seconda giornata di HC. Il n.8 della franchigia federale allenata da Andrea Cavinato e sconfitta a Parma dagli irlandesi del Connacht - Samuela Vunisa -  con 18 “corse palla in mano” (ovviamente: avanzanti) si è classificato al primo posto nella speciale classifica che conteggia le azioni dei singoli giocatori. In classifica, dietro all’ex n.8 di Calvisano (e futuro terza centro della Nazionale?), si sono piazzate altre due terze: Robshaw (Harlequins) e Waldrom (Leicester) con 16. Tre terze linee ai primi tre posti. Per la cronaca, e a proposito di terze linee, Louis Picamoles (Tolosa) ha giocato solo 32’ a Wembley contro i Saracens ma di corse ne ha totalizzate 14. Chapeau! Un primo posto anche per la Benetton Treviso: quello nella classifica dell'indisciplina. I Leoni di Franco Smith si sono infatti visti assegnare 18 calci di punizione contro nel corso del match contro Leicester. Solo Cardiff (14) si è avvicinato al XV veneto. I migliori in questo specifico campo: Leinster (4) e Ulster (5)Giorgio Sbrocco

21
ottobre


Heineken cup – Le ali di Perpignano volano! By Giorgio Sbrocco

Le ali di Perpignano alla ribalta dopo il successo dei catalani in Heineken cup su Edinburgo impreziosito dal bonus offensivo. Su tutti il sudafricano (23 anni) Wandile Mjekevu che nei 62’ in cui è stato in campo ha percorso (palla in mano)  136 metri, il record di giornata in HC. Da cineteca la meta (ne ha firmate due) a conclusione di una volta di 50 metri nel cuore della difesa scozzese. Non male (si fa per dire) il suo collega figiano Watisoni Votu (28), arrivato quest’anno da Exeter e che di metri (sempre palla in mano) ne ha coperti “solo” 118. In conclusione: con due ali così, difficile non vincere.Giorgio Sbrocco

20
ottobre


Heineken cup – I gironi pari i più incerti dopo due turni. By Giorgio Sbrocco

Sono i gironi pari (2, 4, 6) quelli che più di tutti promettono arrivi in volata sul traguardo dell’accesso ai quarti di finale di Heineken cup. Nel 2 ci sono quattro squadre racchiuse in due punti;  nel 4 gli Halequins chiudono al momento la fila con 2 punti ma i prossimi appuntamenti potrebbero ribaltare gli attuali (fragili) equilibri; nel 6 comanda Perpignano ma con vantaggi molto ridotti e un bottino (6 punti) che non assicura praticamente nulla.ClassificaGirone 1: Leinster 8; Northampton Saints 5; Castres 4; Ospreys 0Girone 2: Tolone, Exeter Chiefs 6; Cardiff Blues, Glasgow Warriors 5Girone 3: Tolosa 9; Saracens, Connacht 5; Zebre 0Girone 4: Scarlets, Racing Métro 6; Clermont 5; Harlequins 2Girone 5: Ulster 8; Leicester Tigers 6; Montpellier 4; Benetton Treviso 0Girone 6: Perpignan 6; Munster 5; Edimburgo, Gloucester 4Giorgio Sbrocco

20
ottobre


Heineiken cup – Clermont imbattibile in casa, Harlequins in bonus. By Giorgio Sbrocco

Si è risolta a favore di Clermont (mete di Byrne, Fofana e Lacrampe), che si conferma praticamente imbattibile in casa, la sfida fra le deluse del primo turno (girone 4). Harlequins ancora una volta in bonus difensivo, stavolta grazie al drop di Nick Evans a tempo scaduto. Nelle partite della domenica, da segnalare la larga vittoria di Perpignano su Edinburgo e il successo di Glasgow sugli inglesi di Exeter. HEINEKEN CUP III giornataSaracens – Tolosa 16 – 17Leicester – Benetton 34 – 3Cardiff – Tolone 19 – 15Zebre – Connacht 6 – 33Leinester – Castres 19 – 7Montpellier – Ulster 8 – 25Scarlets – Racing 26 – 26Munster  - Gloucester 26 – 10Northampton – Ospreys 27 - 16Perpignano – Edinburgo 31 – 14Glasgow – Exeter 20 - 16Clermont – Harlequins 23 - 16Giorgio Sbrocco

19
ottobre


Heineken cup – Laporte da Cardiff: “Siamo stati patetici!”. Male anche Castro. By Giorgio Sbrocco

La forza della sintesi (spietata) di Bernard Laporte, manager della corazzata Tolone campione d’Europa dopo la sconfitta di Cardiff: “Siamo stati patetici. I giocatori fisicamente inadeguati. Niente forza e niente energie sotto le suole. Xavier Chiocci (pilone, ndr) dopo 8’ già camminava. Martin Castrogiovanni? Ogni volta fermato con la palla in mano. Botha? Ha giocato l’intera partita toccandosi la schiena. Diciamo che al momento…non sta benissimo”. Colpa di chi? “Non lo so. I preparatori atletici sono gli stessi dell’anno scorso…”. Ma è alla domanda: “C’è qualcosa da salvare di questa partita?” che Laporte dà fuoco alle polveri: “No. Niente sa salvare. È stata una partita di merda. Piena di errori e di comportamenti inaccettabili”. Il futuro? “Il futuro è adesso! È adesso che dobbiamo dimostrare se siamo davvero dotati di c…”Giorgio Sbrocco

19
ottobre


Heineken cup – Tolone fermato a Cardiff. Decide Gareth Davies al 78’. By Giorgio Sbrocco

 C’è ancora chi va dicendo che a certi livelli le soprese non esistono…Non sono bastati i 5 centri di Jonny Wilkinson ai campioni in carica di Tolone per espugnare l’Arms Park. Una meta di Gareth Davies trasformata da Halfpenny al 78’ ha regalato ai gallesi di Cardiff lo storico successo sulla corazzata francese di Bernard Laporte. A tempo abbondantemente scaduto un in avanti di Giteau ha reso vano l’assalto finale di Tolone.Heineken cup - II giornataCardiff – Tolone 19 – 15Giorgio Sbrocco  

19
ottobre


Heineken cup - Secondo tempo solo Connacht. Grande “il vecchio”Dan Parks. By Giorgio Sbrocco

 Zebre – Connacht  6 –  33 (pt 3 – 19)Marcatori: 1’ cp Parks, 5’ cp Orquera, 8’ cp Parks, 30’ m. Naoupu tr. Parks, 33’, 38’ cp Parks, 48’ cp Orquera, 58’, 60’, 64’ cp Prks, 72’ mnt Mata Fifita Arbitro: Ian Davies (Wal) Entra Sarto all’ala destra per un impalpabile OdieteIL FILM DELLA PARTITA43’ mischia a cinque per le Zebre (grande pressione di Bergamasco). Si stacca Vunisa ma viene fermato a centimetri dalla linea bianca. Aguero in sostegno plana in area di meta. La parola al TMO. Non è meta.45’ Altra mischia e stavolta è calcio. Leonard gioca veloce ma non parte dal punto. Meta di D’Apice giustamente annullata.  Altra mischia e stavolta calcio contro le Zebre! Non ci voleva!48’ Orquera cerca punti da poco oltre la linea dei 10 irlandesi e ne trova 3 che fanno morale. Zebre a – 1358’ Parks, ancora lui, cerca di ricacciare le Zebre a distanza di sicurezza. Lo fa da destra sulla linea dei 22 e non sbaglia. Ancora Connacht + 16 . Entra il figiano Ratuvo per Garcia per le Zebre. 60’ Ci riprova Parks e si conferma…molto prossimo alla perfezione. Connacht + 19. Debutta in Hc Lebson per le Zebre in prima linea64’ Zebre che affossano illegalmente la palla (Berrymann) con Trevisan e concedono a Parks un’altra occasione da 40 metri. Lo scozzese non ci pensa due volte e ringrazia!72’ “Carterpillar”  Mata Fifita scardina la difesa gialloblu e  in avanzamento schiaccia nei pressi della bandierina di sinistra. Sul palo la conversione di Parks.78’ Ratuvu perde palla a contato e Parks ricaccia indietro le Zebre di 40 metri. Pasticcio Zebre in rimessa laterale e mischia irlandese sui cinque. 80’ ultima palla del match: introduzione Connacht Per le Zebre i migliori: Bergamasco, Leonard, D’Apice. Per Connacht: la mediana e la terza linea.Giorgio Sbrocco

19
ottobre


Heineken cup – Il primo tempo è di Connacht. Parks infallibile eilluminato. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Connacht 3 - 19Marcatori: 1’ cp Parks, 5’ cp Orquera, 8’ cp Parks, 30’ m. Naoupu tr. Parks, 33’, 38’ cp ParksArbitro: Ian Davies (Wal) Considerata (da tutti e non si capisce bene perché) “la partita che le Zebre possono e devono vincere”, la sfida celtica di Heineken cup fra Zebre e Connacht (sconfitto dai Saracens 17-23: non malissimo!) va in scena a Moletolo al cospetto dei soliti pochi intimi che sono convenuti sulle gradinate  del XXV Aprile per l’occasione ammantate di tonalità di grigio  che profumano di inverno emiliano.  Spicca la macchia nero-verde dei supporters irlandesi arrivati da Galway. Connacht in divisa bianco blu da Coppa, Zebre in gialloblu made in Parma. Minuto di silenzio struggente in memoria di Alberto Cigarini. Arbitro gallese debuttante in HCIL FILM DELLA PARTITA1’ Dan Parks non perdona il fallo delle Zebre in ricezione del calcio d’invio e firma il primo vantaggio5’ Bell’avanzamento delle Zebre sulla sinistra del fronte d’attacco ben dentro i 22. Lungo vantaggio concesso da Davies e poi si piazza da poco dentro i 15. Orquera non sbaglia ed è pareggio 8’ Fuori gioco Zebre su lungo possesso Connacht. Ci prova Parks da circa 30 metri ed è 6-3 Connacht13’ Poolman raccoglie al volo e sotto molta pressione il chip in area di meta di Orquera e annulla. Zebre in dominio territoriale, Connacht in perfetto equilibrio difensivo18’ Odiete perde palla a contatto dentro i 22 in attacco. Sul ribaltamento gli irlandesi trovano una rimessa laterale a cinque metri dalla meta italiana (80 metri di calcio!) 26’ fallo in attacco delle Zebre (?) che vanifica un buon possesso appena dentro i 2229’ D’Apice non rotola dopo il placcaggio  e Parks trova una rimessa a cinque a destra per i suoi. Giocata corta su Naoupu che salta, si allunga e schiaccia nonostante il placaggio di Leonard. Non sbaglia Parks. Connacht + 1033’ Miracolo di Leonard che recupera su Ronalds fuggito in aanti su palla recuperata dagli irlandesi su Odiete. L’azione prosegue e  So’oialo schiaccia  ma un piede sulla linea di un compagno nega la marcatura. Parks piazza il calcio a favore dalla line tratteggiata dei 15 di destra e non sbaglia. È 16-338’ Fallo di Bergamasco e Parks ci prova da oltre 40 metri sulla destra della porta italiana e non sbaglia! È 19-340’ a tempo scaduto Iannone “spara” un offload maldestro appena entrato nei 22 di Connacht e gli irlandesi liberano per il triplice fischio di Davies. Giorgio Sbrocco

18
ottobre


Heineken cup – Tigri vittoriose con bonus e a Wembley è trionfo Tolosa. By Giorgio Sbrocco

Leicester- Benetton  34 – 3 (pt 13- 0)Marcatori: 18’, 26’ Flood, 38’ m. Waldrom tr. Flood, 48’ cp Botes, 57’ m. Youngs tr. Flood, 66’ m. Scully tr. Flood, 80’ m. Thompston tr. FloodGialli: 25’ Botes (B), 55’ Pavanello (B), 56’ Loamanu (56’)Treviso trova i punti della bandiera con Botes al 48’ ma incontra grosse difficoltà a uscire dai propri 22. Pavanello  paga (55’) un fuori gioco considerato volontario e un minuto dopo è Loamanu a uscire per 10’ colpevole di placcaggio (troppo) alto.  Sugli sviluppi della prima azione di doppia superiorità Leicester trova la segnatura con Youngs che conclude oltre la linea un drive del suo pack. Al 66’ è Scully a concludere sulla bandierina di destra l’ennesimo attacco al largo dei suoi firmando la terza meta della serata.  Leicester vede la possibilità di conquistare il bonus e alza ulteriormente il ritmo.  Treviso risponde alla grande dall’alto di un’organizzazione difensiva di primordine sostenuta da un’encomiabile disponibilità al placcaggio ma a tempo scaduto deve capitolare sull’ennesima incursione di Thompston.  Migliori in campo per Treviso: McLean, Barbieri, Botes A Wembley (60 mila spettatori) Tolosa ha battuto i Saracens grazie a una meta di Picamoles al 69 trasformata da Doussin e…a due errori di Farrell che al 76’ ha mancato un piazzato da posizione non impossibile e che sulla sirena aha sparato fuori il drop del possibile sorpasso.Heineken cup – II giornataSaracens – Tolosa 16 - 17 Giorgio Sbrocco

Rugby Ball