22
giugno


Italia – A tempoo scaduto la meta di Strokosh. Vince la Scozia! By Giorgio Sbrocco

Italia – Scozia 29 – 30 (pt 20 – 20)Marcatori: 2’ m. Sarto tr. Di Bernardo, 7’ m Scott tr. Laidlow, 13’ cp Di Bernardo, 17’ m. Lamont tr. Laidlaw, 21’ cp çLaidlaw, 32’ mT Italia tr. Di Bernardo, 37’ cp Laidlaw, 39’ cp Di Bernardo, 41’ cp Laidlaw, 42’, 58’, 67’  cp Di Bernardo, 80’ m. Strokosh tr. Laidlaw *Tenuto di Barbieri (41’) e Laidlaw porta avanti la Scozia dai 22 a sinistra dei pali*Fallo di Strokosh su Parisse a terra (43’). Di Bernardo piazza da quasi 50 metri e pareggia!Entra VisserTenuto (dubbio) di Masi su palla rubata dentro un maul scozzese dopo rimessa laterale (46’)Dentro Cittadini, Ghiraldini e De Marchi nella prima linea azzurra (48’)Lunga sequenza scozzese dentro i 22 dell’Italia. Risolve Barbieri che recupera sotto i pali (49’)Dentro Alessandro Zanni Dunbar raccoglie un chip di Laidlaw (50’) sul canale centrale ma su placcaggio di Masi commette in avantiDentro Pavanello e CanaleDifesa Italia di burro: Visser (57’) penetra e serve all’interno Scott che fila in meta sotto i pali. Per il TMO non è meta perché l’ultimo passaggio è giudicato in avanti. Fortunati.*Di Bernardo trova i punti del vantaggio al 58’ centrando i pali da metà campo. Italia +3* Ci riprova al 62’ da 40 metri a destra dei pali (fallo di assetto in prima linea) ma stavolta non centra i pali. Per lui: primo errore di giornata*Fallo (67’, da Giallo?) di Murray su Furno in rimessa laterale. Per l’arbitro è solo richiamo e Di Bernardo cerca il + 6 da 40 metri e lo trova!Debutta ChillonLaidlaw manda in rl a meno di 10 metri un calcio per fallo di Parisse (70’) a metà campo. Lungo possesso scozzese che si conclude con un tuffo di Laidlaw sulla bandierina che, prima di toccare, perde il controllo dell’ovale e vanifica tuttoAltro tenuto di Masi (75’) su contrattacco che McLean non ha voluto sviluppare di piede nel cuore del territorio della ScoziaUn fallo (jQuery15205085787393823558_1371909786772) di Cittadini regala alla Scozia una rl a cinque. Lunga sequenza scozzese. Un placcaggio di Chillon (bravo!) costringe la Scozia all’errore. Ma la mischia è per loro! Perché?Calcio contro l’Italia dopo la sirena.*Buco si Strokosh  e META SCOZIA in mezzo ai paliItalia molto malmessa in difesa. Dentro la trasformazione. Scozia chiude 30-29.Per l’Italia: bene le due prime linee, Botes e Di Bernardo. Nella Scozia: il solito Laidlow e i centri Scott e Dunbar.Giorgio Sbrocco

22
giugno


Australia – Vittoria B&I nel primo Test della Serie. By Giorgio Sbrocco

Australia – B&I Lions  21 – 23 (pt 12 – 13)Marcatori: 12’ m. Folau tr. O’Connor, 23’ cp Halfpenny, 26’ m. North tr. Halfpenny, 32’ cp Halfpenny, 34’ mnt Folau, 48’ m. Cuthbert tr. Halpenny, 50’ cp O’Connor, 60’ cp Beale, 64’ cp Halpenny, 67’ cp BealeArbitro: Pollock (NZ)Spettatori paganti: 52.449, sold out O’Connor perde .due palloni (passaggio in avanti e una a contatto rubata da Healsip) ma vince la sfida con Sexton (44’) quando lo carica e batte sulla linea del vantaggio.Si fa male (47’, collo) anche McCabe dopo una collisione al suolo con Cuthbert. Terza barella di giornata e panchina australiana in riserva di ¾. Entra Gill*Sexton (48’) attacca la linea e libera Cuthbert che prende l’angolo interno e vola in meta. Meta in mezzo ai pali. Pollock chiede il TMO. Meta valida e trasformazione dentro per il 20-12*Fallo di Corbisiero a terra (50’) su ricezione del calcio d’invio. O’Connor piazza (1/4 nel primo tempo) e non sbaglia i punti del – 5Gatland cambia i piloni (dentro Vunipola e Cole): prima linea tutta made in EnglandRobinson (54’) buca a destra dentro i 22 dei Lions ma perde palla a contatto oltre la linea del vantaggioSpettacolo B&I: Sexton (57’) di piede, Cuthbert al volo per O’Connell in sostegno e poi al largo, ma è in avanti l’ultimo passaggio di Croft per North.*Volume Australia nel gioco rotto, Lions in equilibrio ma in evidente difficoltà sul punto d’incontro. Al 60’ Beale piazza un calcio per fuori gioco Lions. Dentro: Wallabies a – 2!*Fallo di Robinson (64’, sicuro Mr Pollock?) nella zona di collisione. Piazza Halpenny da posizione angolata e fa 23-18*Buco fantastico di Beale(67’)  che innesca un avanzamento che i Lions fermano illegalmente a due metri dalla meta. Calcio al centro dei pali. Calcia Beale che riporta l’Australia a due punti di distanza.North (calcio  perfetto di Sexton) blocca Joanne palla in mano e guadagna (70’) il turnover. Mischia B&I a 6 metri (!) che potrebbe chiudere il match.Palla RUBATA!!! Genia libera e Folau porta palla fino a metà campo. Australia salva e galvanizzata!I Wallabies vedono la vittoria vicina! Basta un calcio.Mischia Australia (72’) sui 40 metri nel campo Lions a destra dei pali. Lunga sequenza e fallo di Vunipola a terra (!!). Sono 30 metri da posizione centrale.Ci prova Beale (74’, 2/2 finora) MA E’ FUORI !!Mischia B&I (77’) a metà campo dopo un in avanti australiano. La prima linea “inglese” è poca roba e soffre. Soffre talmente che, vinto il tallonaggio, si complica la vita, commette fallo di assetto con il triangolo destro e concede a Beale un altro piazzato che vale IL SORPASSOBeale (80’) da quasi 50 metri…scivola e la palla passa sotto la traversa!FINITAChe meravigliosa battaglia!Migliori in campo per i B&I: Halpenny e Sexton, per l’Australia: Genia, Beale (nonostante gli errori), Robinson e Horwell.Giorgio Sbrocco    

22
giugno


Nuova Zelanda – Terza sconfitta per la Francia. By Giorgio Sbrocco

Nuova Zelanda – Francia  24 – 9 (pt 8 – 6)Marcatori: 8’ dr. Fritz, 16’ cp Carter, 36’ mnt B. Smith, 38’ , 45’ cp Doussin, 48’, 59’,73’ cp Carter, 80’ m. Barrett tr, CarterGialli: 72’ Maestri (F)Arbitro. N. Owen (Gal) Finisce 0-3 la serie della Francia in Nuova Zelanda nonostante la buona prova esibita nel Test conclusivo che gli AB hanno vinto con 8 punti di vantaggio a New PlymouthDentro Barlow per Weepu nel ruolo di mediano di mischia per i neozelandesi*Punizione per la Francia (fuori gioco al 45’) da posizione centrale che Doussin (ancora palo e dentro) trasforma per il sorpasso dei suoi. Bleus a +1. *Fallo identico della Francia (48’) e Carter da 35 metri  opera il contro sorpasso e migliora la propria percentuale di giornata (2/4)Kaiser placca ma non libera l’avversario al suolo (azione iniziata su recupero di pala dopo che Conrad Smith aveva placcato magistralmente Fofana) e Carter  sbaglia da posizione centrale!! (2/5)*Ancora Carter (59’), stavolta da posizione molto decentrata a destra dei pali: non sbaglia il calcio del + 5La Francia (65’) cambia tutta la prima linea. Occhi puntati sul 22enne debuttante Ben Arous.Al 70’ debutto AB per Steven Luatua.  *Owen chiede il TMO per un fallo di antigioco  di Maestri (72’, reazione) che prende il giallo. Carter piazza e cerca di chiudere il match*La festa AB si chiude con la fantastica galoppata di Barret (enfant du pay) che si invola lungo l’out destro all’inseguimento di un perfetto calcio a seguire di Smith e schiaccia per il 24-9 definitivo I migliori in campo: Dagg, Ranger (se va in Franciae non lo rompono subito, il Top 14 e Montpellier hanno acquisito una vera star!) e Conrad Smith per gli AB: la prima linea, Talés e Dusautoir per la Francia.Da segnalare (dato ufficioso) i 6 (sei!) palloni recuperati dalla Francia sul punto d’incontro.Giorgio Sbrocco  

19
giugno


Junior World cup – Nord batte Sud! Due europee in finale. By Giorgio Sbrocco

Per noi del Vecchio continente, ogni tanto una buona notizia anche in forma ovale! Sarà Galles-Inghilterra la finale della World Cup under 20 in corso di svolgimento in Francia. Questo il verdetto inappellabile emesso dalle semifinali disputate ieri che hanno visto i Baby Dragons incenerire gli Springboks campioni in carica e l’Inghilterra prendersi la rivincita della finale di due anni fa a Padova con gli All Blacks. Nel raggruppamento dove si decide quale Nazionale dovrà far posto all’Italia promossa dal Gruppo 2, le candidate alla retrocessione sono Fiji e Usa.Junior World Cup 2013Posti dal 9 al 12Samoa - Fiji 19-18Scozia – Usa 39-3Posti dal 5 all’8   Argentina - Australia 22-15                                                                                                                                                                                                    Irlanda – Francia 8-9Posti dall’1 al 4Sud Africa – Galles 18-19Nuova Zelanda – Inghilterra 21 -33Giorgio Sbrocco

15
giugno


Italia – La dura lezione di Samoa: il rugby comincia e finisce al breakdown! By Giorgio Sbrocco

Samoa – Italia 39 – 10 ( pt 10 – 3)Marcatori: 21’ m. Williams tr. stesso, 27’ cp Orquera, 31' cp Williams, 42’ mnt Leiua, 50’ cp Williams, 52’ m. Leota tr. Williams, 64’ m. Tuifu’a tr. Williams, 70’ mT Italia tr. Di Bernardo, 74’ m. So’oialo tr. AnufeGialli: 70’ Leiua (S) IL FILM DELLA PARTITASA – ITA 10 – 340’ Di Bernardo al posto di OrqueraSA – ITA 15 – 342’ grande accelerazione di Samoa e entra nela metà campo italiana, allarga a destra e con Pisi mette un grubber incrociato dietro a Orquera. Arriva il velocissimo Leiua che sprinta, brucia Iannone all’interno e firma la seconda meta.47’ Parisse in sostegno trova il varco dalla chiusa dentro i 22 di Samoa. Sprinta (si fa per dire) e…calcia a seguire. Samoa al volo e mark che allontana la minacciaSA – ITA 18 – 350’ fuori gioco Italia su lunga sequenza di Samoa. Williams piazza da 46 metri centrale. Centrra i pali ed è + 15 SamoaSA – ITA 25 – 353’ Tracollo Italia: perdiamo palla al contatto (Iannone), Pisi recupera dentro ai propri 22 e attacca. Palla a Leota che trova un’autostrada da percorrere in serenità fin sotto i pali. SA – ITA 32 – 364’ Samoa insiste dentro i15 metri di sinistra. Azzurri in affanno. Buca Treviranus perfettamente sostenuto, Parisse alla disperata sul tallonatore Avei che però serve l’accorrente Tuifu’a. Meta (accordata dal TMO) trasformata che vale il bonus.SA – ITA 32 – 1070’ Sono 14 le fasi dell’Italia nei 5 metri samoani. Giallo a Leiua e Parrise domanda la mischia a cinque. Spinta e illegalità volontaria di Samoa. Meta tecnica accordata all’ItaliaSA – ITA 39 – 1074’ Volata di So’oialo, lanciato da Va’aulu che schiaccia vicino ai pali. Meta in inferiorità numerica di Samoa. Ancora su palla di recupero. 78’ Italia brutalizzata in mischia ordinata! Introduzione rubata Nota tecnica1. Migliori in campo: il n. 8 Taiasina Tuifu'a e il tallonatore Ole Avei2. 13 palloni persi sul breakdown dicono che Samoa sui punti d’incontro la guerra l’ha fatta e l’ha vinta3. Le statistiche dicono che il possesso è stato 50-50. Ma loro hanno segnato 30 punti (arrotondati) più di noi. Solo questione di qualità4. Parisse impalpabile e molto (molto) carente in difesa5. Samoa è al 7. Posto nel Ranking, è arrivata due volte ai quarti ai Mondiali, nel recente passato ha battuto Galles e Scozia. Oggi l’Italia. Superiorità evidente e incontestabile6. Con la (sola) superiorità in mischia ordinata non si vincono le partite7. Da quel che si è visto Manici è uno che promette (molto) bene8. È stato il match di addio alla Nazionale di: Canale, Garcia, Mauro Bergamasco, Bortolami e Masi? Giorgio Sbrocco

15
giugno


Italia – Domani sera con la Romania a Bucarest la finale della Nations Cup. By Giorgio Sbrocco

Italia con Ragusi estremo (per Benettin che passa centro) e il “trevigiano” Ambrosini apertura nel match che assegnerà la vittoria nell’IRB Nations cup 2013 he gli Azzurri di capitan Pratichetti disputeranno domani a Bucarest contro l’imbattuta Romania. Si gioca a Bucarest alle 20 ora italiana . Il match è disponibile in streaming sul sito dell’IRBITALIA EMERGENTI15 Simone RAGUSI (Estra I Cavalieri Prato)14 Alessandro CASTAGNOLI (Rugby Reggio)13 Alberto BENETTIN  (Zebre Rugby)*12 Andrea PRATICHETTI (Benetton Treviso, 1 cap)*11 Alex MORSELLINO (Petrarca Padova)*10 James AMBROSINI (Benetton Treviso)9 Giorgio BRONZINI (Rugby Viadana)8 Gabriele CICCHINELLI (Cammi Calvisano)*7 Filippo FERRARINI (Zebre Rugby)*6 Emiliano CAFFINI (Zebre Rugby)*5 Marco FUSER (Benetton Treviso, 1 cap)*4 Michael VAN VUREN (Zebre Rugby)3 Dario CHISTOLINI (Gloucester Rugby)2 Tommaso D’APICE (Gloucester Rugby, 10 caps)*1 Andrea DE MARCHI (Zebre Rugby) – capitanoIn panchina16 Ornel GEGA (Petrarca Padova)17 Andrea LOVOTTI (Cammi Calvisano)*18 Pietro CECCARELLI (Stade Rochelais)19 Edoardo RUFFOLO (Estra I Cavalieri Prato)*20 Saverio COLABIANCHI (Mantovani Lazio)21 Guglielmo PALAZZANI (Cammi Calvisano)22 Ross MCCANN (Estra I Cavalieri Prato) *Accademia Fir Giorgio Sbrocco

15
giugno


Tags
,
,
,

Nuova Zelanda – Francia travolta e lasciata a zero. AB davvero insuperabili. By Giorgio Sbrocco

 Nuova Zelanda – Francia 30 - 0 (pt 10 – 0)Marcatori: 4’ m. Savea tr. Cruden, 22’ cp Cruden, 49’ m. B.Smith tr. Cruden, 62’ cp Cruden, 76’ m. Barrett tr, Barrett IL FILM DELA PARTITAAB – F 17 - 048’ tentativo di drop di Michalack contrato fuori dai 22 dopo 26 fasi francesi sui cinque metri della NZ (!!). Sul susseguente recupero:  trasformazione al largo, buco di Savea, palla a Ben Smith che vola in meta. That’s AB Power mates! Partita finitaAB – F 20 - 054’ Entrata laterale di Dusautoir sulla linea dei 10 in campo francese, resta a terra Picamoles. Al suo posto entra Nyanga. Cruden cerca i pali e li trova da posizione centrale.AB – F 23 - 062’Fallo della Francia a terra, Cruden piazza da poco più di 22 metri a sinistra e trova altri 3 punti. Entra Tales (debutto in Nazionale a 29 anni) per Michalack che passa n. 9AB – F 23 - 067’ Hore (tall) gioca male un 2 contro 1 sul terzo canale a sinistra dentro i 22: il suo passaggio a Read è clamorosamente in avanti. Meta mancataAB – F 23 - 074’ Bastareaud danza (!) nel terzo canale, supera il suo diretto avversari oe serve il sostegn dentro ai cinque. Alta scuola!AB – F 30 - 076’ c’è calcio per la Francia dentro i22 davanti ai pali. Dusautoir chiede la mischia ordinata. Parte Nyanga dal lato introduzione. Recupero NZ vicino alla linea laterale (placcato Higet). Contrattacco (con rimbalzo a favore d’ordinanza) e….meta di Barrett 90 e passa metri più lontano. Nota tecnica1. Fofana è (anche) un grandissimo difensore2. Cruden sa cosa è il gioco tattico al piede3. Michalack apertura…4. Read migliore in campo dopo l’uscita di Picamoles5. Dusautoir ha eseguito 12 placcaggi. Anche se Brian Ashton ha sull’argomento un’idea…tutta sua (che modestamente condividiamo), un gran bel numero6. La difesa AB dentro i propri cinque metri è da manuale del Rugby Perfetto. Comprese alcune “licenze poetiche” in tema di regolamento che sono concesse solo a loro.Giorgio Sbrocco  

B&I Lions – Match senza storia a Newcastle. By Giorgio Sbrocco

Senza storia come da pronostico il terzo match in terra australiana che i B&I Lions hanno disputato a Newcastle contro una selezione del Queensland Country. Unici aspetti interessanti: la prestazione di Hogg all’apertura e quella della coppia O’Driscol – J. Roberts centri. Primo tempo con i B&I avanti 38-0, grazie alle mete di Cuthbert, Murray, Hogg, North (2) e Hibbard cui il 20enne scozzese ha aggiunto gli 8 punti di quattro conversioni. La ripresa si è aperta con la meta personale di Brian O’Driscoll (49’). A seguire: mete di Halfpenny (2), O’Brien e  Jonathan Davies per il 64-0 finale. Dieci le mete segnate dal XV di Warren GatlandAUSTRALIA Tour 2013B&I Lions – Combined Country XV 64 – 0  (pt 38-0)Giorgio Sbrocco

11
giugno


Francia – Mete e spettacolo nel secondo tempo. A Auckland vince la Francia sui Blues di JK. By Giorgio Sbrocco

Mete e spettacolo nel secondo tempo a Auckland fra Bleus e Francia (14 cambi rispetto alla formazione di sabato nel Test match all’Eden Park). Dopo i primi 40’ chiusi sul 12-3 grazie alla precisione di Doussain, la Francia alza improvvisamente il ritmo e segna tre mete in 6’ (46’ Fickou, 49’ e 52’ Nakaitaci) che portano il punteggio sul 31-3. La reazione dei neozelandesi si sostanzia con le mete del tallonatore Parsons (TMO) al 56’ e dell’ala Moala al 63’ per il provvisorio 31-15. Al 66’ Francia ancora a segno con Kayser per il 38-15. Francia XV – Auckland Blues 38 - 15  (pt 12 – 3)Giorgio Sbrocco

10
giugno


Italia u20 – Battuto il Canada in finale. L’Italia di Guidi conquista la promozione. By Giorgio Sbrocco

L’Italia under 20 di Gianluca Guidi vince la finale contro il Canada (45-23) ai Mondiali cileni di categoria (gruppo 2) e conquista la promozione nell’élite del rugby juniores insieme con il passi per la World cup 2014 in Nuova Zelanda.  Tutto secondo pronostico, fatica per piegare il XV nordamericano compresa, negli 80’ -che hanno deciso una stagione. Partita in equilibrio fino al 52’ (Italia avanti  17-16), prima che una doppia superiorità numerica producesse la meta tecnica del pack azzurro per il 24-16 e che due belle azioni concluse oltre la linea da Guarducci e da Violi scrivessero 38-16 sul tabellone segnapunti. In chiusura di tempo il Canada si porta a quota 23 e l’Italia con Campagnaro schiaccia per il 45-23 definitivo. Obiettivo raggiunto. Bravi ragazzi! IRB JUNIOR WORLD TROPHY 2013 finale ITALIA - CANADA 45 - 23 Marcatori: 1’ m. Violi tr. Padovani 10’ cp. Padovani , 19’ cp. O’Leary ; 32' cp. O'Leary, 46' m. Mbandà tr. Padovan; 49' cp. O'Leary; 52' m. Mascott tr. O'Leary; 62' mT Italia tr. Padovani; 68' m. Guarducci tr. Padovani; 76' m. Violi tr. Padovani ; 79' m. Kay tr. O'Leary; 80' m. Campagnaro tr. Padovani Italia: Esposito (cap); Odiete, Campagnaro, Boni, Guarducci; Padovani, Violi (79’. Azzolini); Mbandà (77’ Marazzi), Vian, Salvetti (26' Negri); Andreotti, Trotta; Scarsini (53’ Biancotti), Daniele (79’. Traore), Panico   Giorgio Sbrocco

Rugby Ball