30
novembre


Tags
,
,

Rabo Pro12 – Vince Ulster. Zebre da applausi. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Ulster 11 – 19 (pt 6 – 13) Marcatori: 8’ cp Garcia, 10’ cp Jackson, 15’ cp Garcia, 23’ cp Jackson, 27’ m. Cave tr. Jackson, 46’, 50’ cp Jackson, 54’ mnt Palazzani Zebre: 15 Guglielmo Palazzani, 14 Leonardo Sarto, 13 Kameli Ratuvou, 12 Gonzalo Garcia, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Tommaso Iannone, 9 Brendon Leonard, 8 Samuela Vunisa, 7 Nicola Cattina, 6 Mauro Bergamasco, 5 Marco Bortolami, 4 Quintin Geldenhuys, 3 David Ryan, 2 Tommaso D'Apice, 1 Matias Aguero Entrati: 16 Andrea Manici, 17 Salvatore Perugini, 18 Luciano Leibson, 19 Emiliano Caffini, 20 Filippo Cristiano, 21 Alberto Chilloni, 22 Luciano Orquera, 23 Roberto Quartaroli Ulster: 15 R Andrew, 14 Andrew Trimble, 13 Darren Cave, 12 Luke Marshall, 11 Craig Gilroy, 10 Paddy Jackson, 9 Paul Marshall, 8 Roger Wilson, 7 Mike McComish, 6 Robbie Diack, 5 Dan Tuohy, 4 Neil McComb, 3 John Afoa, 2 Rob Herring, 1 Tom Court Entrati: 16 Niall Annett, 17 Callum Black, 18 Declan Fitzpatrick, 19 Craig Joyce, 20 Sean Doyle, 21 Michael Heaney, 22 James McKinney, 23 Michael Allen Arbitro: Andrew McMenemy IL FILM DELLA PARTITA 42’ Fallo su Sarto lanciato l’ungo l’out destro. Le Zebre non piazzano e preferiscono la rimessa a cinque metri. Rubata da Ulster 45’ Gran placcaggio di Palazzani che salva su Gilroy lungo la linea di out sinistro dentro i propri 22 46’ Altra palla rubata a due mani in rimessa laterale. Drive e trasformazione al largo. Annulla Sarto in area di meta. C’è calcio sui 22 a sinistra sopra i 15. Jackson non sbaglia. Ulster + 10 48’ Dentro: Manici, Perugini, Chillon e Orquera 50’ MAshall e Cave seminano il panico nella linea arretrata delle Zebre. Fallo di Leibson e Jackson ne mette altri 3 54’ Zebre da applausi! Lungo possesso avanzante (Geldenhuiys e Manici super!) e Palazzani schiaccia sulla destra dei pali. Orquera ciabatta malamente al lato il tentativo di conversione 67’ Chillon in fuori gioco (?) davanti ai pali sui 22. Paddy Jackson sulla piazzola per il calcio che vale il +11. Ma è palo! E Ulster resta a + 8 72’ Mauro Bergamasco dei tempi d’oro rompe tre placcaggi e penetra nella fascia centeale fino ai 22. Orquera al piede per Venditti dietro la difesa ma l’ala parte davanti!!! Occasionissima gettata al vento. Migliori in campo: Geldenhuys, Bergamasco, Manici, Paddy Jackson, Cave, Diack. Giorgio Sbrocco   Giorgio Sbrocco  

24
novembre


Rabo Pro 12 – Vince Leinster di 1. Onore a Treviso! By Giorgio Sbrocco

Benetton – Leinster  20 – 21  (pt 10 – 12) Marcatori: 13’ mnt Toqiri, 15’ m. Reid tr. Gopperth, 21’ cp Berquist, 28’ m. Nitoglia tr. Berquist, 46’, 52’cp Gopperth, 56’ cp Berquist, 61’ m. Esposito tr. Berquist, 74’ cp Gopperth Treviso: 15 Brendan Williams, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Andrea Pratichetti, 12 Christian Loamanu, 11 Angelo Esposito, 10 Mat Berquist, 9 Fabio Semenzato, 8 Marco Filippucci, 7 Dean Budd, 6 Manoa Vosawai, 5 Corniel Van Zyl, 4 Marco Fuser, 3 Ignacio Fernandez-Rouyet, 2 Franco Sbaraglini, 1 Alberto De Marchi. Entrati: 16 Enrico Ceccato, 17 Matteo Muccignat, 18 Pedro Di Santo, 19 Antonio Pavanello, 20 Filippo Giusti, 21 Alberto Sgarbi, 22 James Ambrosini, 23 Alberto Di Bernardo    Leinster: 15 Darren Hudson, 14 Lote Tuqiri, 13 Brendan Macken, 12 Noel Reid, 11 Darragh Fanning, 10 Jimmy Gopperth, 9 John Cooney, 8 Leo Auva'a, 7 Shane Jennings, 6 Rhys Ruddock, 5 Quinn Roux, 4 Tom Denton, 3 Martin Moore, 2 Aaron Dundon, 1 Michael Bent. Entrati: 16 James Tracy, 17 Jack O'Connell, 18 Tadhg Furlong, 19 Ben Marshall, 20 Dominic Ryan, 21 Eoin Reddan, 22 Zane Kirchner 23 Collie O'Shea Arbitro: Paterson (Sco) IL FILM DELLA PARTITA 46’ Fuori gioco di Berquist davanti ai pali. Piazza Gopperth e non sbaglia. Leinster + 5. Dentro il sudafricano Kirchner che va a fare l’estremo 49’ Per Treviso dentro: Sgarbi (Loamanu), Pavanello (Fuser), Ceccato (Sbaraglini). Fallo di assetto in prima linea e Gopperth ci riprova da destra sui 15 metri ma sbaglia. Per il neozelandese è 1/3 dalla piazzola 52’ L’esperto Reddan in campo per Leinster (Cooney). Fallo di Sgarbi e calcio davanti ai pali dentro i 22. Leinster  + 8 56’ Fallo di assetto della prima linea irlandese. Calcio per Treviso da posizione molto agevole. Berquist accorcia le distanze 59’ Testa contro testa Filippucci-Fanning. Mischia per Treviso dentro i 22 dei Leoni. 61’ Esposito in meta sulla bandierina destra al termine di un’azione nata nei 22 di Treviso con il recupero di Sgarbi ben sostenuto dal resto della linea. Berquist dalla linea di touch trasforma. Treviso in vantaggio! 74’ Ingenuità di Pratichetti che non rotola dopo il placcaggio e regala a Gopperth la facile palla del controsorpasso. Leinster + 1 75’ Dentro Muccignat (bentornato!) e Di Bernardo 77’ Lungo possesso Treviso, Di Bernardo prova il drop: fuori a sinistra 78’ Fallo in attacco di Treviso (dopo contro ruck su Kirchner sotto pressione) 79’’ Fuori gioco di Leinster e Di Bernardo spara in rimessa laterale. Ultima palla del match, lancia Ceccato. Treviso in drive cerca il calcio 80’ Di Bernardo placcato palla in mano. Turnover e partita finita. Peccato!! Migliori in campo per Treviso: Budd, Vosawai, Nitoglia Classifica: Munster 31, Ospreys 27, Leinster 26, Glasgow, Ulster 25, Scarlets 20, Newport 18, Cardiff 14, Edinburgo, Benetton 12, Zebre 8, Connacht 7 Giorgio Sbrocco

24
novembre


Rugby League – La finale è NZ-AUS. By Giorgio Sbrocco

Sabato 30 all’Old Trafford, la casa del glorioso Manchester United, Nuova Zelanda e Australia disputeranno la finale del Campionato Mondiale di Rugby League giunto al suo ultimo atto dopo la disputa delle due semifinali. Due partite molto sentite e combattute vinte dalla Nuova Zelanda che ha avuto la meglio di misura sull’Inghilterra e dall’Australia che ha maltrattato Fiji. Rugby League World Cup 2013  SEMIFINALI Nuova Zelanda – Inghilterra 20 – 18 Australia – Fiji 64 – 0 Giorgio Sbrocco

16
novembre


Tags
,
,

Italia – Battute le Isole Fiji, ma che paura! By Giorgio Sbrocco

ITALIA – FIJI  37 – 31 (pt 20 – 5) Marcatori: 4’ cp Orquera, 9’ mnt Talebula, 26’ cp Orquera, 30 m. Parisse tr. Orquera, 34’ m. McLean tr. Orquera, 44’ cp Orquera, 47’ mnt Nagusa, 56’ M. tecnica Italia tr. Orquera, 58’ m. Nadolo  tr. Bai, 69’ m. Vosawai tr. Allan, 72’ m. Nalaga tr. Bai, 74’ m. Nagusa tr. Bai Italia: 15 Luke McLean, 14 Giovambattista Venditti, 13 Gonzalo Canale, 12 Luca Morisi, 11 Tommaso Iannone, 10 Luciano Orquera, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse, 7 Mauro Bergamasco, 6 Alessandro Zanni, 5 Valerio Bernabo, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Martin Castrogiovanni, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Michele Rizzo entrati 16 Davide Giazzon, 17 Matias Aguero, 18 Lorenzo Cittadini, 19 Joshua Furno, 20 Manoa Vosawai, 21 Tobias Botes, 22 Tommaso Allan, 23 Michele Campagnaro Fiji: 15 Metuisela Talebula, 14 Timoci Nagusa, 13 Asaeli Tikoirotuma, 12 Nemani Nadolo, 11 Napolioni Nalaga, 10 Serenaia Bai, 9 Nemia Kenatale, 8 Sakiusa Matadigo, 7 Akapusi Qera, 6 Dominiko Waqaniburotukula, 5 Wame Lewaravu, 4 Apisai Naikatini, 3 Setefano Somoca, 2 Viliame Veikoso, 1 Jereremaia Yanuyanutawa entrati 16 Seremaia Namaralevu, 17 Campese Ma'afu, 18 Manasa Saulo, 19 Sisa Koyamaibole, 20 Malakai Ravulo, 21 Nikola Matawalu, 22 Waisea Luveniyali, 23 Adriu Delai Arbitro: Leighton Hodges (Galles) Gialli: 20’ Qera (F), 25’ Tokoirotuna (F), 26’ Matadigo (F), 29’ Nadolo (F), 68’ Koyamaibole (F), 73’ Parisse (I) L’Italia con Botes posto di Gori n. 9 e l’ex petrarchino Sisa Koyamaibole n. 8 per Fiji IL FILM DELLA PARTITA 41’ Fiji anticipa l’ingaggio a metà campo. Italia chiede un’altra mischia 44’ Lancio Italia dentro i 22 a destra dei pali. Schieramento a 3, palla veloce e fallo di schieramento (numero) di Fiji. Mischia Italia si 22 a destra. Fallo del pilone destro di Fiji e Orquera piazza da posizione molto agevole. Dentro! E sono 23! 47’ Lezione figiana di gioco al largo. Calcio a seguire dell’estremo sopra la testa di Parisse e meta dell’ala Nagusa. Tmo: meta regolare. E Fiji torna in partita da – 13 52’ Calcio per noi. Parisse gioca alla mano (!!) e Fiji recupera palla. Poi ci pensa Botes e Fiji commette l’ennesimo fallo sul punto d’incontro. Questo (30 metri circa) lo piazziamo. Bravi! Fuori! 55’ Orquera spara oltre la linea di pallone morto. Mischia Fiji sulla linea dei nostri 10che per l’occasione cambia l’intera prima linea. Introduzione storta. Palla veloce: Campagnaro lungo l’out infiamma lo Zini. Poi altro fallo su grubber di Canale placcato in ritardo davanti ai pali. Mischia Italia sui 5 metri. Avanzamento, crollo volontario e META TECNICA! Italia a 30! 56’ Cambia la prima linea azzurra e dentro Vosawai per Bergamasco. 60’ Ma Fiji fa paura!!! Partenza da mischia nei loro 10 metri (Sisa), due offload a mille all’ora e palla fino a Nadolo che si fuma metà campo palla in mano prima di schiacciare. Sulla destra dei pali. Fiji a – 13 65’ In chiusa non c’è partita. Azzurri travolgenti con palla in controllo di Parisse conquistano un calcio che li porta in rimessa alterale sui 22. 66’ Italia inutilmente leziosa dentro i 22. Dopo una bella carica di Vosawai, prova ad andare al largo e perde (ancora!) palla.  67’ Azzurri sotto pressione si salvano e si riparte dai 22. 68’ Iannone placcato senza palla mentre rincorre un pallone dentro i 22, calciato oltre la linea dei figiani. Hodges chiama il Tmo: è placcaggio senza palla. Giallo a Sisa. 68’ Dentro Allan per Orquera e Furno per Bernabò. Mischia Italia a 10 metri sulla sinistra. Parisse in sottomano per Vosawai (la vecchia “Bergamasco”. e meta della sicurezza. 72’ Basta poco a Fiji. Un calcio in attacco, due passaggi e Nalaga è in meta! Bai trasforma per il 24-37 73’ Attacco Fiji dai 22, palla calciata lungo l’out sinistro, fallo di Parisse sull’uomo senza palla e giallo anche a lui!  74’ Rimessa laterale Fiji, fallo Italia. Palla veloce, altro fallo…meta di Nagusa. Bai ne mette altri 2. E Fiji è sotto break! 77’ Mischia Italia fra i 10 e i 22. Potrebbe bastare un lungo controllo…al 78’ ce la rubano!! 79’ Fuori gioco Italia a metà campo! Rientra Sisa e Fiji parte!  80’ Mischia per noi (bravo Furno!). Partita finita. Pallone in tribuna, please! Reset. Botes epr Allan e Allan in tribuna. Migliori per l’Italia: Geldenhuys, Zanni e McLean Giorgio Sbrocco

09
novembre


Italia – Niente rimonta. L’Australia domina e ce ne fa 50. Ma Allan c’è! By Giorgio Sbrocco

ITALIA – AUSTRALIA  20 – 50 (pt 10 – 19)Marcatori:  5’ cp Di Bernardo, 13’ m. McLean tr. Di Bernardo, 16’ m. Mowen tr. Q. Cooper, 21’ m. Kuridrani tr. Q. Cooper, 31’ mnt Cummins, 51’ m. Cummins tr. Q. Copper, 59’ m. A. Cooper tr. Q. Cooper , 63’ mnt Cittadini, 65’ cp Lealifano, 67’ m. Tomane tr. Lealifano, 70’ m. Folau tr. Lealifano, 79’ m. Allan tr. allanItalia:  Mclean, Benvenuti, Morisi, Sgarbi, Sarto, Di Bernardo, Gori, Parisse, Barbieri, Zanni, Bortolami, Pavanello, Castrogiovanni, Giazzon, Rizzo Entrati: Ghiraldini, Aguero, Cittadini, Geldenhuys, Furno, Botes, Allan, Iannone Australia: Folau, Ashley-Cooper, Kuridrani, Toomua, Cummins, Cooper, Genia, Mowen, Hooper,  Simmons, Horwill, Timani, Alexander, Moore, Slipper Entrati: Fainga'a, Robinson, Kepu, Dennis, Gill, White, Leali'ifano, TomaneArbitro: Glen Jackson (NZ)  Nell’intervallo l’Australia è rimasta sul terreno di gioco. In cerchio ad ascoltare le indicazioni dello staff tecnico e (forse) a riflettere sul quel clamoroso e gravissimo errore di occupazione che ha generato la bellissima meta italiana. Chissà se qualcuno ha avuto il “coraggio” di rimproverare a Genia quel calcetto scellerato che ha innescato l’intero movimento…Quanto all’Italia: nessuno lo dice ma, un anno fa a Firenze, alla fine del primo tempo l’Italia perdeva 22-3- Finì 22-19…L’Australia di Torino, però, pare molto superiore a quella del Franchi. IL FILM DELLA PARTITA41’ Errore di McLean al piede. Palla direttamente fuori e rimessa australiana42’ Gori salva su grubber di Kuridrani. Australia al lancio dentro i 22. Ci salviamo per un fallo dei Hooper a terra. McLean libera.NELL’UNO CONTRO UNO VINCONO LORO44’ Buona conquista azzurra in rimessa e gioca un lungo possesso. Finisce con Barbieri penalizzato per tenutoe Cooper che porta i suoi sopra i nostri 22 a sinistra dei pali45’ Australia ridicola!!! Lancio ritardato e calcio per noi. Polli49’ Timani recupera a terra ma Gori restituisce la cortesia e guadagna una mischia. Problemi di assetto e spinta per l’Italia. Calcio contro su nostra introduzione. 51’ Mostruoso Quade Cooper. Da fermo si beve l’intera difesa italiana e mette la palla in mano a Cummins che fila in meta. E quattro!! Dentro la conversione. Australia + 1652’. Dentro Ghrialdini, Geldenhuys e Aguero53’ Bella l’Italia in chiusa!!! Canottiere impaccate e calcio a favore54’ Troppo lungo il calcio di Toomua. E troppo corte le aree di Torino. Buon pe noi. È mischia in attacco. Parisse sotto pressione con il pacchetto disassato si rifugia in tenuto. E l’Australia gioca alla mano.58’ Rimessa Australia a 5 metri in attacco. Pericolo! Dentro Dennis per Timani. Tre volte bussano sull’asse e noi li fermiano. Poi fuori per Quade Cooper che mette Ashley Cooper sul binario giusto per la meta. Forse con le bombe a mano… Sono a + 23. Firenze è davvero lontana. Tanto.59’ Dentro Cittadini a destra per Castro e Allan per Di Bernardo62’ Italia arrembante dentro i 5 metri. Cittadini schiaccia dopo che l’Italia ha vinto almeno 6 impatti!!! Nulla cambia nell’economia della partita. Ma che bella meta!! Ad Allan (forse) tremano le gambe e la trasformazione vola a lato.65’ Dentro anche Furno (Bortolami) e Iannone (Benvenuti)65’ Calcio per l’Australia. Lo piazzano. La benzina costa… e sprecarla sarebbe davvero sciocco. Calcia Lealifano (dentro per Q. Cooper) da 40 metri a sinistra e sono 36.68’ Troppo Facile!! Moore riceve il calcio d’invio di Allan e in sottomano serve Tomane appena entrato che si fa 70 metri e firma la sesta meta. Lealifano dentro dall’angolo. È + 28. Dentro anche Botes per Gori70’ Accademia Australia!!!! La meta è di Folau che arriva in perfetto sostegno su Tomane vicino alla bandierina destra. Giocano tutto e dovunque, con la leggerezza e la spensieratezza delle spiagge del New South Welsh. Beati loro!!73’ Rimessa Italia. Due mani e drive. Poi continuità e bella difesa australiana. Fuori gioco Australia. Giochiamo veloce. Furno forse schiaccia prima che qualcuno ci metta sotto le mani…Parola al TMO. Mischia a 5 per noi76’ Altro calcio contro l’Australia su in avanti di Cittadini dopo che Parisse era partito dalla base.79’ La meta la segna baby Allan che riesce a dare velocità a una trasformazione al largo che pareva destinata a niente…Tommaso gioca in Top14 e si vede!!Man of the match: Cummins probabilmente per le mete segnate. Il nostro è Toomua, secondo classificato Quade Cooper, terzo Hooper. Dell’Italia: viva Allan!!! È lui il futuro di questa Nazionale.Giorgio Sbrocco

26
ottobre


Currie Cup – The Sharks campioni! Espugnato Newlands. By Giorgio Sbrocco

 Gli Sharks di Durban (Natal) espugnano Newlands (tutto esaurito da mercoledì nei suoi 51.100 posti a sedere), infliggono a Western Province la prima sconfitta stagionale e salgono sul trono della più antica competizione del paese vincendo l’edizione 2013 della Currie Cup, la 75esima di una storia iniziata nel 1889. A decidere l’esito della sfida  (e non poteva essere altrimenti trattandosi di rugby mande in SA) è stata la battaglia sui punti d’incontro, il vero marchio di fabbrica di un rugby semplice, poco evoluto (così sostengono alcuni), a tratti prevedibile ma che quanto ad efficacia… Partita terrificante per intensità e “qualità” degli impatti. Katrakilis (47’) paga a caro prezzo una palla mal controllata nei propri 22 e deve uscire visibilmente “provato”. Avanti 25 – 16 al 53’ la formazione di Durban sale in cattedra grazie al gioco tattico al piede. WP insiste e accorcia le distanze al 55’  ma al 58’ è il mediano di mischia McLeod (alla seconda segnatura personale) che porta gli Sharks sul 30-19 all’ingresso nel quarto e ultimo quarto di gara. Gli inizi degli ultimi 10’ sono assedio WP alla linea di meta Sharks ma un fallo di Rodhes in raggruppamento (71’) salva la situazione. Poi il gioco ristagna nella fascia di metà campo. I piedi degli Sharks sono precisi e potenti, WP prova a contrattaccare palla in mano ma l’impresa si rivela impossibileDa segnalare le due mete non concesse agli Sharks per altrettanti interventi del Tmo che hanno rilevato: un fuori gioco non visto e un piede fuori dalla linea laterale. E, tanto per gradire, i due drop di Pat Lambie (e un terzo mancato di un paio di metri).Per gli Sharks si tratta della settima Currie Cup vinta. WP è a quota…32.E che sia chiaro una volta per tutte: Gio Aplon merita la maglia degli Springboks!! Western Province – Sharks 19 – 33 (pt 13-19)Giorgio Sbrocco

26
ottobre


Tags
,

ITM Cup – La finale è di Canterbury. Wellington sconfitto in casa. By Giorgio Sbrocco

Trionfo di Canterbury che nella finale di ITM Cup giocata al Wespac stadium batte in rimonta i favoriti padroni di casa di Wellington (dominatori della stagione regolare) e sale sul gradino più alto del podio del rugby provinciale della Nuova Zelanda. Quattro volte in meta (Ellis, Crotty, Bleyendaal e George Whitelock) Canterbury, al cui score finale ha contribuito anche il piede di Taylor (9 punti). Per Wellington: 13 punti di Lima Sopoaga che ha firmato la meta, la trasformazione e due piazzati.ITM Cup 2013 – FINALEWellington – Canterbury 13 – 29Giorgio Sbrocco

25
ottobre


Rabo Pro 12 – Zebre raggiunte all’80’. È pareggio a Moletolo. Ma che partita! By Giorgio Sbrocco

Zebre – Scarlets 16 – 16 (pt 10 – 10)Marcatori: 4’ cp Shingler, 14’ m. Garcia tr. Iannone, 20’ cp Iannone, 28’ m. G. Davies tr. Shingler,  63’ cp Iannone, 72’ cp Priestland, 76’ cp Orquera, 80’ cp PriestlandArbitro: Lacey (Irl)Mauro Bergamasco resta negli spogliatoi, al suo posto: in campo CaffiniIL FILM DELLA PARTITA43’ Bortolami e Vunisa caricano su calcio lungo di Leonard e costringono Reynolds al tenuto. Trevisan porta le Zebre in rimessa dentro i 22 ma un in avanti regala agli Scarlets una mischia a favore.45’ Lacey vede una rotazione volontaria delle Zebre in chiusa e assegna un calcio ai gallesi. Seguono 2’ di ping pong rugby48’ I gallesi cambiano mediana: dentro Priestland e R. Williams50’  Tenuto in attacco di Garcia al termine di un lungo possesso avanzante delle Zebre. Dentro Aguero per Perugini a sinistra53’ Ancora fallo in attacco Zebre! Attenzione a non finire la benzina anzitempo57’ Scarlets in difficoltà (Reynolds) su bel “up & under” di Trevisan. Mischia Zebre davanti ai pali a poco più di 10 metri dalla linea bianca, Avanza il pack italiano ma la rotazione è eccessiva, Reset e turnover (?)! Il primo reset dopo 60’ di partita. Bravi!62’ Errore di Priestland in ricezione (ancora Trevisan!), palla alle Zebre e grubber perfetto di Garcia. Rimessa Scarlets a 5 metri. Pressione Zebre, errore Scarlets e mischia Zebre a cinque metri!! Fallo del pilone sinistro gallese. Iannone prova a piazzare da destra, nei pressi della linea tratteggiata dei 15. Dentro!! Zebre + 370’ dentro Orquera (Ratuvou) all’apertura, Iannone passa centro.71’ Fuga di Berryman innescato da una buona trasformazione al largo (Leonerd-Orquera-Sarto)72’ Priestland gioca velocemente un calcio in difesa e gli Scarlets si portano nella metà campo delle Zebre. Fallo a terra di Giazzon e Priestland prova a mettere fra i pali la palla del pareggio dalla linea dei 22 a sinistra della porta italiana. Pareggio!74’ Zebre in possesso dentro i 22 cercano il calcio a favore. Ma Orquera sbaglia il chip e si riparte con una mischia per gli Scarlets476’ Williams prova a liberare dalla base di un ruck ma viene contrato e un gallese viene colto in fuori gioco. È il calcio che potrebbe decidere la partita. Piazza Orquera da destra dentro i 22: palo interno e vantaggio Zebre!!79’ Monumentale contro ruck Zebre e possesso che potrebbe risultare decisivo. Lungo controllo con un occhio al cronometro!  A 10” arriva il tenuto di Giazzon! 80’ Priestland ci prova (38n metri a destra dei pali) e non sbaglia! Pareggio a Moletolo. Migliori delle Zebre: Bortolami, Trevisan, ChistoliniGiorgio Sbrocco

25
ottobre


Currie Cup – Newlands tutto esaurito per la finale WP – Sharks. By Giorgio Sbrocco

Ha già stabilito un record la finale di Currie Cup che si disputa domani (ore 17.30) a Cape Town fra Western Province e Sharks. Lo stadio di Newlands ha registrato il tutto esaurito nella giornata di giovedì, quando sono stati venduti gli ultimi biglietti lasciati liberi dai possessori di abbonamento stagionale. Che si tratti di un record e di un dato di assoluto interesse riferito all’appeal della storica manifestazione sudafricana sono i precedenti a dirlo, dal momento che sia il Kings Park di Durban sia l’Ellis Park di Joannesburg, che sono stati sedi delle finali 2012 e 2011, un tale traguardo non l’avevano raggiunto. A trainare il sold out per la finale sono stati i 31 mila paganti accorsi a Newlands in occasione della semifinale con Golden Lions (33-16). Già nota la formazione del XV del Natal SHARKS: 15.SP Marais, 14.Odwa Ndungane, 13.Louis Ludik, 12.Frans Steyn, 11.Lwazi Mvovo, 10.Pat Lambie, 9.Charl McLeod, 8.Keegan Daniel (cap), 7.Willem Alberts,6. Marcell Coetzee, 5.Pieter-Steph du Toit, 4.Peet Marais,3.Jannie du Plessis, 2.Bismarck du Plessis, 1.Tendai Mtawarira. In panchina: 16.Kyle Cooper, 17.Wiehahn Herbst, 18.Stephan Lewies, 19.Jacques Botes, 20.Cobus Reinach, 21.Fred Zeilinga, 22.Heimar Williams.Giorgio Sbrocco

25
ottobre


Tags
,

ITM Cup – A Wellington la finale 2013. Diretta Sky alle 8-35. By Giorgio Sbrocco

Domani mattina, quando da noi saranno le 8.35 e in diretta Sky, Wellington e Canterbury disputeranno la finale dell’ITM cup 2013 che assegna il titolo di campione neozelandese delle Province. In campo, senza All Blacks, i dominatori della stagione regolare (Wellington) e i vincitori della semifinale con Auckland. Pronostici tutti per i padroni di casa. Dirige Chris Pollock Wellington: 15 Charlie Ngatai, 14 Matt Proctor, 13 Tim Bateman, 12 Shaun Treeby, 11 Alapati Leiua, 10 Lima Sopoaga, 9 Frae Wilson, 8 Victor Vito, 7 Ardie Savea, 6 Brad Shields, 5 Api Naikatini, 4 Mark Reddish, 3 Jeffery Toomaga-Allen, 2 Motu Matu'u, 1 John SchwalgerIn panchina: 16 Reggie Goodes, 17 Eric Sione, 18 Kaipati Gaualofa, 19 Faifili Levave, 20 Adam Hill, 21 Tomasi Palu, 22 Joe HillCanterbury: 15 Tom Taylor, 14 Patrick Osborne, 13 Adam Whitelock, 12 Ryan Crotty, 11 Johnny McNicholl, 10 Tyler Bleyendaal, 9 Andy Ellis, 8 Nasi Manu, 7 Luke Whitelock, 6 George Whitelock, 5 Luke Katene, 4 Joel Everson, 3 Nepo Laulala, 2 Ben Funnell, 1 Joe MoodyIn panchina: 16 Marcel Cummings-Toone, 17 Paea Fa'anunu, 18 Dominic Bird, 19 Jordan Taufua, 20 Willi Heinz, 21 Rob Thompson, 22 Colin Slade Giorgio Sbrocco  

Rugby Ball