07
settembre


Pro 12 – Zebre: operazione per Quartaroli (menisco), due mesi di stop per Cattina (spalla). By Giorgio Sbrocco

L'azzurro Roberto Quartaroli, (24) centro delle Zebre sarà sottoposto martedì a intervento chirurgico presso la casa di cura Città di Parma dopo che gli esami strumentali svolti in settimana hanno evidenziato una esione del menisco mediale del ginocchio destro. L'operazione verrà eseguita dal dottor Adravanti.  Due mesi di stop senza bisogno di passare dalla sala operatoria, invece, per il flanker Nicola Cattina, che nel corso del match in Galles contro Newport di venerdì scorso ha riportato la lussazione della spalla sinistra . Cattina sarà seguito dall'ortopedico Carlo De Biase, in equipe con lo staff medico delle Zebre, nel   percorso di recupero.Giorgio Sbrocco

06
settembre


Pro 12 – Garcia (capitano Zebre): “Bel gioco, se si può…ma anche vincere giocando male non guasterebbe!”. By Giorgio Sbrocco

Il capitano delle Zebre Gonzalo Garcia ha rilasciato la seguente dichiarazione alla viglia del match contro gli Irlandesi della provincia di Connacht :”Fisicamente sto bene. In questa settimana abbiamo preparato la partita molto bene. Secondo me abbiamo lavorato bene sempre pensando al nostro gioco che vogliamo fare: un gioco a più fasi muovendo la palla che sia anche tatticamente intelligente. Speriamo domani di riuscire a fare in campo quello che abbiamo preparato in allenamento. Avremo dell’esperienza in più in mischia col rientro di giocatori come Josh Sole e Mauro Bergamasco. Per noi non cambia niente anche se mi dispiace per l’infortunio di Nicola Cattina. Al mio fianco come centro avrò Alberto Benettin, un giovane promettente che ha giocato poco finora: spero di trovarmi bene con lui in campo come abbiamo già fatto per 20 minuti contro Perpignano in pre campionato. Dello stadio XXV Aprile ricordo bene un pubblico molto partecipe quando sono venuto da avversario con Calvisano e Treviso. Confido sia un’arma in più per noi. Il nostro è un gioco spettacolare, bello da vedere per il pubblico. Poi però se dovessimo vincere anche giocando in modo non gradevole penso che tutti sarebbero contenti ugualmente della vittoria”.Giorgio Sbrocco

06
settembre


Pro 12 - Connacht invariato e ancora senza Dan Parks sfida le Zebre col ventenne Marmion numero 9. By Giorgio Sbrocco

Per la sfida alle Zebre di domani sera al XXV Aprile di Moletolo (diretta su Sportitalia2 ore 19) coach Eric Elwood conferma in blocco la formazione del suo Connacht a sette gironi di distanza dalla sconfitta interna di Galway con Cardiff (9-12) che ha fruttato agli irlandesi solo un punto di bonus difensivo. “Le Zebre, come noi, non hanno cominciato benissimo la stagione” ha dichiarato Elwood. “Ma ho visto giocare la squadra italiana in pre campionato con Perpignano e Northampton. È una squadra tutta nuova, giocano contro di noi la loro prima partita casalinga. Prevedo un buon match, molto combattuto” Rispetto al match dello Sportsground ci sono due cambi in panchina, dove White e Murphy  sostituiscono Bealham e Moore. Confermato il giovanissimo Marmion (1992) nel ruolo di mediano di mischia. Al suo fianco l’esperto neozelandese Nikora, ottimo calciatore. Capitano sarà l’estremo Duffy(105 caps in maglia nero-verde) Fuori per infortunio lo scozzese Dan Parks, giunto in Irlanda nel corso delle’state proveniente dai Cardiff Blues.  CONNACHT15 Gavin Duffy (C)14 Tiernan O'Halloran13 Eoin Griffin12 Mata Fifita11 Fetu'u Vainikolo10 Miah Nikora9 Kieran Marmion8 George Naoupu7 Johnny O'Connor6 John Muldoon5 Mike McCarthy4 Michael Swift3 Ronan Loughney2 Ethienne Reynecke1 Denis BuckleyA disposizione : 16 Adrian Flavin, 17 Rodney Ah You, 18 Nathan White, 19 Dave Gannon, 20 Willie Faloon, 21 Frank Murphy, 22 Matthew Jarvis, 23 Robbie Henshaw. Giorgio Sbrocco

05
settembre


Pro 12 – Bergamasco (Zebre): “Venerdì contro Connacht mostreremo il nostro effettivo valore”. By Giorgio Sbrocco

Mauro Bergamasco al rientro dopo l’infortunio subito contro Perpignano in precampionato, parla del match di sabato: “Connacht è una squadra importante nella del Pro12, verrà a Parma venerdì’ per fare risultato basandosi molto sui risultati della settimana scorsa. Lo scarto che abbiamo subito a Newport è eccessivo e non fotografa l’effettiva differenza tra le due squadre. Le Zebre valgono e possono produrre molto di più. All’interno del gruppo c’è molta voglia di lavorare e la volontà di conquistare un posto da titolare è grande. Segno importante, che ci dice che siamo sulla strada giusta per far crescere la squadra. Una squadra molto giovane, che ha bisogno di tempo per ingranare.. I risultati non tarderanno ad arrivare, credo che venerdì sera potremo già mostrare qualcosa di molto positivo”.Giorgio Sbrocco

Pro 12 – Mauro Bergamasco in terza linea e Sole in seconda nel pack delle Zebre anti Connacht. By Giorgio Sbrocco

Debutto con la maglia delle Zebre per Mauro Bergamasco che in terza linea prenderà il posto di Cattina, venerdì allo stadio XXV Aprile di Moletolo in occasione della prima partita interna della formazione di Christian Gajan. Fermato da un infortunio nel corso dell’amichevole estiva con Perpignano, il flankler padovano annunciato in ottima forma potrebbe rivelarsi il leader di cui il pacchetto bianconero ha effettivo bisogno, e risultare determinante nella sfida agli irlandesi di Connacht. Fuori anche Caffini (che partirà dalla panchina), che in seconda linea verrà sostituito da Josh Sole, non esattamente uno specialista de l ruolo. Invariato il triangolo profondo, con Sinoti estremo, Venditti e Pace alle ali. Interessante e da seguire l’impiego dell’emergente Benettin che partirà centro in coppia con l’esperto Garcia. Un altro padovano il terzo di giornata) partirà titolare in mediana: Alberto Chillon che condividerà con il confermato Orquera la responsabilità della cabina di regia della formazione italiana. Confermata in blocco la prima linea con Ryan e Perugini piloni e Festuccia tallonatore. Rispetto al XV di partenza del Rodney Park di Newport sette giorni fa i cambi sono quattro e i giocatori di formazione italiana o eleggibili 20 (12+8).ZEBRE15 Sinoti SINOTI14 Giovanbattista VENDITTI13 Alberto BENETTIN12 Gonzalo GARCIA (capitano)11 Samuele PACE10 Luciano ORQUERA9 Alberto CHILLON8 Andries VAN SCHALKWYK7 Mauro BERGAMASCO6 Filippo CRISTIANO5 Josh SOLE4 Quintin GELDENHUYS3 David RYAN2 Carlo FESTUCCIA1 Salvatore PERUGINIa disposizione 16 Davide GIAZZON17 Andrea DE MARCHI18 Luca REDOLFINI19 Emiliano CAFFINI20 Nicola BELARDO21 Tito TEBALDI22 Alberto CHIESA23 Ruggero TREVISAN Giorgio Sbrocco

05
settembre


Pro 12 – Venerdì italiane in diretta su Sportitalia. By Giorgio Sbrocco

Doppia diretta televisiva (Sportitalia 2) venerdì in occasione della seconda giornata del Pro 12. Alle 19.05 dallo stadio XXV Aprile di Parma-Moletol o andrà in onda il debutto casalingo delle Zebre contro  la provincia irlandese di Connacht (Galway). Due ore più tardi  toccherà a Munster – Benetton dal Thomond Park di Limerick , una partita che mette una di fronte all’altra la sorpresa della prima giornata (Treviso che ha battuto 12-6 gli Ospresy campioni in carica) e l’ex Armata Rossa irlandese che al debutto si è imposta  (23-18) a Edimburgo e che punta decisamente ai play off.Giorgio Sbrocco  

05
settembre


Tags

Pro 12 – Le Zebre finanziate con soldi pubblici. Il Fatto è che non è vero. By Giorgio Sbrocco

Quando giornali politici (sì, conosco il mantra: tutto è politica…) si occupano di sport, i casi sono due: o si tratta de L’Unità anni ’70 (prima non posso dire, per ragioni anagrafiche) o…sarebbe meglio evitare. Con tutto il rispetto e la stima per Il fatto quotidiano e per chi ci lavora. Ma il pezzo (edizione on line) di Lorenzo Vendemiale sulle Zebre  (titolo originale: "Federazione fonda club con soldi pubblici”) fa parte di quella galleria degli orrori che sarebbe bene, potendo, non arricchire di nuovi arrivi. E frequentare il meno possibile. In due parole: niente da dire sul fatto che l’intera operazione Aironi-Zebre potesse o dovesse essere governata diversamente. Meglio, secondo molti. Questione di opinioni. Utili oltre che ammissibili. Sacrosanto anche ritenere che, sulla base di una pur sommaria valutazione della rosa a disposizione di coach Gajan, le Zebre siano le candidate naturali al 12esimo e ultimo posto del Pro 12, che si tratti di una realtà sradicata e calata su Parma dall’alto, che sia l’occasione di lucrare gli ultimi euro buoni per chi la carriera è sul punto di finirla, che su tutto ci sia la mano (mai nascosta, in verità) del potere federale. E altro ancora, ci mancherebbe! Ma sostenere che i 6 (o più) milioni di euro che costerà il primo anno di attività di questa nuova e forse non necessaria “entità ovale” sono soldi presi dalle tasche degli italiani, è dare una notizia non vera. I soldi pubblici sono quelli che derivano dalla raccolta della fiscalità generale, dalle tassa che pagano con regolarità tutti i lavoratori dipendenti e tutti quelli che dipendenti non sono ma possiedono la giusta quota di senso civico (o più semplicemente temono Equitalia). Operai, impiegati, liberi professionisti e imprenditori. Gli euro che la Fir ha messo nelle casse delle Zebre non provengono dalle loro tasche. Ma sono la quota parte di una (grossa) torta pubblicitaria di cui l’Italia del rugby ha diritto ad avere una (bella) fetta per il fatto che partecipa al Sei Nazioni. Gli euro (pochi rispetto al bilancio complessivo) che la Fir riceve dal Coni via governo, quelli sì sono soldi pubblici. E servono a pagare gli stipendi dei dipendenti (Coni) che in federazione lavorano con contratto a tempo indeterminato. Non a finanziare le Zebre e a pagare gli ingaggi di Troncon, Bergamasco, Bortolami e Perugini o le trasferte Oltremanica . In tempi di crisi economica come quelli attuali occorre essere precisi. Costa poco.Giorgio Sbrocco

01
settembre


Pro 12 – Gajan (Zebre) dopo la sconfitta in Galles: “Una delusione. Lavorare tanto per reagire subito”. By Giorgio Sbrocco

Commenti nel segno dell’autocritica e della voglia di voltare subito pagina, dal quartier generale delle Zebre dopo la pesante sconfitta in Galles contro i Dragons al Rodney Parade di Newport affidati al canale Youtube della neo costituita franchigia federale di Parma. Il capo allenatore Christian  Gajan: “Una delusione per tutti: per i giocatori e per lo staff perché il punteggio di 37-6 non rispecchia quanto visto sul campo. Abbiamo avuto più possesso e occupato maggiormente la metà campo avversaria  ma abbiamo perso troppi palloni e concesso ai Dragons l’opportunità di sfruttare i nostri errori. Abbiamo subito 4 mete su cambio di possesso proprio mentre eravamo vicini alla segnatura. Una delusione che non deve fermare la volontà di costruire e di giocare: bisogna solo trovare l’equilibrio tra il gioco e la sua efficacia. Deludente non aver fatto almeno 2 mete quando crei 6, 7 occasioni. Questo ha fatto la differenza. Questo è il risultato finale; abbiamo bisogno di lavorare tanto per reagire subito”. Capitan Gonzalo Garcia :”Esordio non molto positivo per il risultato. Anche per il modo in cui abbiamo giocato. Penso che ci sia molto da migliorare e da lavorare. Una botta ad una gamba mi ha impedito di continuare la gara nel secondo tempo in cui, da fuori, ho visto la squadra un po’ meglio. 40 minuti con molte più occasioni e molto più possesso grazie ad un atteggiamento cambiato. Sappiamo che quando stiamo al 100 per cento sapremo fare meglio”Alberto Chiesa, subentrato nel secondo tempo a Garcia :”Non mi aspettavo un esordio così. Abbiamo mancato un po’ nell’atteggiamento ma abbiamo costruito molto. A questo livello ogni errore viene subito punito. Cercheremo di mantenere l’alto volumen di gioco prodotto riducendo al massimo gli errori”Il mediano di mischia Tito Tebaldi :”Alcuni di noi non ricordavano che non possiamo permetterci errori a questo livello. Le squadre di questo campionato ti puniscono: quando va bene con 3 punti quando va male come stasera con 7. In quattro occasioni d’attacco con la palla a terra a disposizione abbiamo subito meta in contrattacco. Un punteggio finale con un divario troppo severo”L’azzurro Quintin Geldenhuys, alla sua terza stagione in Pro12 :”Abbiamo commesso  errori individuali in momenti cruciali dell’incontro che i Dragons hanno saputo sfruttare. Abbiamo sempre cercato di tenere il gioco in pugno mentre loro difendevano. Nel secondo tempo abbiamo protetto di più l’ovale. Buona l’intesa generale con Caffini”.L’esordiente pilone argentino Luciano Leibson, in campo nel secondo tempo al posto dell’irlandese Ryan :”Un esordio decisamente amaro. Cominciare il campionato subendo un tale scarto non è piacevole. Dobbiamo migliorare in mischia”.Giorgio Sbrocco

01
settembre


Pro 12 – Zebre sconfitte in Galles dai Dragons. Decisivo il primo tempo. By Giorgio Sbrocco

Pesante sconfitta delle Zebre al loro debutto in Celtic league. Puniti (forse) oltre misura dai Dragons che hanno raggiunto il bonus sul finire del primo tempo con la quarta meta firmata dall’estremo Evans, gli uomini di coach Gajan hanno disputato un a riresa molto più ordinata e rigorosa in fase difensiva, concedendo ai padroni di casa solo tre punti dal piede del precisissimo Prydie (6/6 per lui al termine della gara). Sabato 7 a Moletolo – stadio XXV Aprile – debutto casalingo per la franchigia bianconera contro gli irlandesi di Connacht.Giorgio SbroccoDragons  Zebre 37-6 (p.t. 34-6)Marcatori : 11’ cp Prydie, 13’ m Tuilagi tr Prydie, 16’ d Stef.Jones; 19’ m Harries tr Prydie; 24’ cp Orquera 27’ m Evans tr Prydie 38’ cp Orquera, 40’ m Evans tr Prydi, 68’ cp Prydie (37-6)Dragons: Evans, Harries, Leach, Tuilagi (18’ s.t. Smith), Prydie, Stef.Jones (72’ Robling), Jon.Evans, Faletau (65’ Brown), Groves, Lydiate, Coombes (58’ Adam Jones), Nimmo, Way (61’ Buck), Stev.Jones ((58’ Wiliams), Price (58’ Gustafson).all.EdwardsZebre: Sinoti (51’Trevisan), Venditti, Quartaroli, Garcia (cap) (41’ Chiesa), Pace, Orquera, Tebaldi (68’ Chillon), Van Schalkwyk (72’ Ferrarini), Cristiano, Cattina, Caffini (63’ Cazzola), Geldenhuys, Ryan (40’ Leibson), Festuccia (51’  Giazzon), Perugini (51’ s.t. De Marchi).all.Gajanarb. George Clancy  Calciatori: Orquera (Zebre) 2/3, Prydie (Dragons) 6/6 , Stef.Jones 1/1 (Dragons)Cartellini:Note: cielo coperto,serata umida. Temperatura 17°, terreno in buone condizioni. 4450 spettatori. Man of the Match : Leach (Dragons)

30
agosto


Pro 12 – Gajan, Manghi e Garcia da Newport. By Giorgio Sbrocco

A 24 ore dalla sfida con i Dragons, da Newport parlano allenatore, dg e capitano delle Zebre. Christian Gajan, capo allenatore: “Adesso si fa sul serio: non siamo più in preparazione. Siamo fuori casa contro una squadra gallese che, come tutte le gallesi, ci opporrà un rugby molto aggressivo e duro. Mi aspetto una risposta soprattutto su questo piano dalla mia squadra , se sarà positiva poi potremo far valere il nostro gioco. Al ritorno dalla Francia anche a Parma abbiamo dato continuità al lavoro svolto con tanti allenamenti di rugby la settimana scorsa. Ora dobbiamo cominciare al meglio possibile con umiltà questa competizione, con tutta la voglia dimostrata in questi mesi di lavoro. Il nostro incarico al di la dei risultati è di lavorare con i giovani. Abbiamo 23 giocatori in rosa con meno di 24 anni: questa è una grossa fortuna per la squadra e per il rugby italiano. Dobbiamo portarli al più alto livello possibile.” Roberto Manghi, dg :”Dopo mesi di grande attività su tanti fronti siamo arrivati a questo primo appuntamento ufficiale. Sono contento di poter vedere questa squadra alla prova in questo campionato davvero impegnativo. Cominciamo su un campo ostico dove mi aspetto una gara aggressiva da parte dei Dragons, vogliosi di ben figurare in casa dopo i molti cambiamenti tecnici rispetto all’ultima stagione. Allo stesso modo sono certo che le Zebre dimostreranno lo stesso carattere mostrato nelle partite francesi” Gonzalo Garcia, capitano nominato in assenza di Marco Bortolami :”E’ risaputo che i risultati delle amichevoli contano poco; abbiamo fatto il massimo per arrivare a questo esordio, le vittorie del tour francese ci hanno aiutato soprattutto nel morale. Non sono un capitano che parla tanto, ma ho cercato fortemente di trasmettere a tutti la convinzione che la squadra ha bisogno del 110% da parte di tutti. Per fare risultati c’è bisogno della fiducia di ognuno nel proprio compagno. Avremo una spinta positiva in più nella grande motivazione dei tanti compagni che domani esordiranno in questo campionato”. Giorgio Sbrocco

Rugby Ball