03
ottobre


Pro 12 – Sabato super derby d’Irlanda a Dublino. Treviso ci prova a Edimburgo e le Zebre a Parma con gli Ospreys. By Giorgio Sbrocco

Sono almeno tre, in ossequio al “vecchio” sistema di calcolo breriano (da: Gianni Brera) che misurava il valore di una partita dalla somma dei punti in classifica delle due contendenti, i match da considerarsi “caldi” nel cartellone della sesta giornata di Pro 12. Fra quelle in calendario venerdì, blasone delle contendenti a parte (il XV di Galway non ha effettivi quarti di nobiltà ovale da esibire sul palcoscenico internazionale, sia pure limitato alla regione celtica), il posto numero uno spetta alla sfida-derby  di Belfast al Ravenhill fra la capolista (con una partita in meno) Ulster e Connacht (17+10), con i nordirlandesi padroni di casa naturali favoriti e gli ospiti reduci dalla fantastica vittoria su Leinster (34-6!). Non male quanto a lignaggio (16+9) anche il derby “regionale”  di Llanelli fra Scarlets e Dragons di Newport. Con gli ospiti che vengono dalla alga vittoria interna su Edimburgo e gli Sacrelts raggiunti e superati sulla sirena dal Benetton dei miracoli (e da Di Bernardo - nella foto fdi Elena Barbini  - il suo profeta) sabato scorso a Monigo. Più basse nella scala dei valori la partita di Murrayfield fra Edimburgo e Benetton (11+9), con i Leoni di Franco Smith affamati di punti in trasferta e quella di Parma fra Zebre e gli Ospreys freschi di vittoria (30-15) su Munster e campioni in carica. Il massimo del peso specifico e dell’equilibrio si avrà però sabato all’Arms park di Cardiff, quando si affronteranno Blues e Guerrieri di Glasgow (14+14). I primi desiderosi di una pronta vendetta (sportiva) dopo il 19-48 interno rimediato venerdì scorso dall’Ulster, gli scozzesi consapevoli del proprio valore, reduci dalla (fortunata o ortunosa?) vittoria interna di tre punti sulle Zebre. Appena una tacca sotto la sfida nella capitale del Galles è il derby di Dublino fra Leinster e Munster (13+14). Un confronto che si annuncia senza esclusioni di colpi fra due squadra che avevano programmato un avvio di stagione “lento” e che, nonostante alcuni passi falsi si trovano nelle zone altre e nobili della classifica. Pro 12 - VI giornata Venerdì Scarlets – DragonsUlster – ConnachtZebre – OspreysEdimburgo – Bnetton Yv SabatoCardiff – GlasgowLeinster - Munster   Giorgio Sbrocco  

03
ottobre


Tags
,
,

Pro 12 – Chillon alla mischia, Chiesa all’ apertura nelle Zebre anti Ospreys. By Giorgio Sbrocco

Contente per il primo storico punto in classifica, un po’meno per l’occasione persa di tornare a casa con un successo in terra di Scozia, le Zebre di coach Gajan aspettano a testa alta i campioni in carica gallesi – gli Ospreys di Swansea – che sfideranno venerdì al XXV Aprile di Moletolo (diretta Sportitalia ore 19.00). Per l’occasione (anche i considerazione della situazioni infortuni) la formazione italiana partirà con Chillon (nella foto di Elena Barbini) – Chiesa in mediana, l’australiano Halangahu estremo, Venditti che ripende il suo posto di titolare all’ala (sarto in panchina), con Sinoti sul lato opposto e la coppia  Garcia – Pratichetti centri. Recuperato Perugini (che partirà in panchina), prima linea di Glasgw confermata, con Giazzon tallonatore fra Redolfini e Aguero. Dietro: Geldenhuys e il giovane Van Vuren, con il roccioso sudafricano Van Schalkwyk al centro della terza linea e Bergamasco-Caffini flankers. In panchina, insieme con Tripodi e Martinelli (freschi di primo cap), l’esperienza  l’affidabilità di Festuccia, Perugini e Sole. Unico parmense della serata sarà la terza linea Ferrarini. ZEBRE15 Daniel HALANGAHU14 Giovanbattista VENDITTI13 Matteo PRATICHETTI12 Gonzalo GARCIA (cap)11 Sinoti SINOTI10 Alberto CHIESA9 Alberto CHILLON8 Andries VAN SCHALKWYK7 Mauro BERGAMASCO6 Emiliano CAFFINI*5 Michael VAN VUREN4 Quintin GELDENHUYS3 Luca REDOLFINI2 Davide GIAZZON1 Matias AGUERO In panchina:16 Carlo FESTUCCIA17 Salvatore PERUGINI18 Flavio TRIPODI19 Filippo FERRARIN20 Josh SOLE21 Luca MARTINELLI22 Alberto BENETTIN23 Leonardo SARTO Giorgio Sbrocco  

02
ottobre


Pro 12 – Gajan (Zebre): “Bene il punto di bonus a Edimburgo. Ma certre partite si devono vincere!”. By Giorgio Sbrocco

Venerdì Zebre – Ospresys sarà trasmesso in diretta su Sportitalia. Intanto coach Gajan analizza la sconfitta di misura subita a Edimburgo. Accanto al comprensibile sconforto per la vittoria mancata, l'orgoglio del primo punto in classifica conquistato. Il tecnico francese concia proprio dal bonus: ”Per noi è una prima soddisfazione. Ma vogliamo vincere le partite quando possiamo farlo. In generale c'è una crescita e mi aspetto di crescere ancora per arrivare ai risultati. Venerdì in Scozia abbiamo preso due gialli in sequenza che definirei strani,  a 80 metri dalla nostra linea di meta. Non abbiamo fatto molti falli avendo avuto solo 9 calci contro . Effettivamente abbiamo sbagliato due volte in difesa : dobbiamo correggere queste cose. Nel secondo tempo una buona difesa all’interno dei nostri 22 metri: era possibile portare a casa la vittoria ma non lo abbiamo fatto, ne faremo tesoro per la prossima volta”. In attesa di ricevere al XXV Aprile i campioni incarica gallesi di Swansea: “”Per me tutte le gare sono difficili, non vedo una squadra più forte delle altre. Siamo all'inizio stagione, ogni squadra ha un obiettivo diverso. Tutti sono a un ottimo livello come gli Ospreys cha hanno vinto contro Munste lo scorso weekend. Sappiamo delle difficoltà delle gare, è così ogni settimana per noi". Secondo Vincenzo Troiani, allenatore degli avanti: ”Siamo contenti di aver visto il progresso soprattutto a livello difensivo. Acquisiamo sempre maggior competenza per giocare le gare di questo livello. Siamo stati competitivi per la prima volta, questo è il primo passo necessario per poter vincere le partite. Dobbiamo migliorare la pressione in touche difensiva per contendere maggiormente il pallone in aria. Bisogna mettere più pressione agli avversari in tutte le fasi di gioco per togliere loro diverse opzioni. A Glasgow è stato difficile la gestione dell’arbitro; ritengo che i direttori di gara debbano lasciare giocare di più la mischia e sanzionare solo i falli di anti gioco importanti senza scendere troppo nei particolari, di difficile interpretazione anche per noi tecnici. In più spesso non c’è uniformità di giudizio nell’arco della partita. La squadra deve avere più fiducia nei propri mezzi, sappiamo che possiamo migliorare solo osando qualcosa in più rispetto alla gara precedente” .Giorgio Sbrocco

01
ottobre


Pro 12 - Gruff Rees (Ospreys) dopo il successo su Munster: “Con le Zebre dovremo fare meglio!”. By Giorgio Sbrocco

A proposito di perfezionismo applicato allo sport.  Le prime parole di Gruff Rees, allenatore della linea arretrata degli Ospreys vittoriosi (30-15) su Munster nell’ultimo turno di Pro 12, il giorno dopo la partita sono state: “Abbiamo evidenziato qualche piccolo progresso rispetto al passato. In campo si sono viste, come al solito, molte buone intenzioni, ma anche dosi importanti di concretezza e di senso pratico”. Continua l’analisi: “Ci siamo espressi su buoni livelli di condizione fisica, ma a volte ci siamo smariti nel corso della gara.  Dobbiamo migliorare, non c’è dubbio. Buoni I  primi 25 minuti, ma non bene l’ultimo quarto d’ora del primo tempo. Dobbiamo assolutamente migliorare la media dei punti segnati in rapporto al numero di ingressi nei 22 aversari”. E per finire: una promessa che interesserà coach Gajan e le sue Zebre che venerdì affronteranno gli Ospreys a Moletolo (20.05, diretta Tv su Sportitalia) nella partita valida per la sesta giornata del torneo. “La vittoria su Munster è stata un mattone importante della nostra stagione. Ma la prossima settimana in Italia dovremo fare di meglio”. Detto da uno che ha appena dato 30 punti all’Armata Rossa d’Irlanda…forza Zebre!Giorgio Sbrocco

28
settembre


Pro 12 – Zebre avanti 13-0 a Glasgow dopo 12’. Poi due gialli e poco controllo regalano la vittoria ai Warriors scozzesi. By Giorgio Sbrocco

Glasgow Warriors – Zebre  22 – 19 (pt 19-16) Marcatori: 5’, 10’ cp Orquera, 12’ m. Garcia tr. Orquera, 21’ m. Swinson tr. Jackson, 30’cp. Orquera, 34’ mnt DTH van der Merwe, 40’ m. Graeme Morrison tr. Jackson, 46’ cp Orquera, 72’ cp Home Gialli: 22’ Cristiano (Z), 26’ Bergamasco (Z) Solo un punto di bonus difensivo, il primo della storia della franchigia tricolore di base a Parma, per le Zebre di coach Gajan nella trasferta scozzese sul campo di Glagow. Una partita che Garcia e compagni hanno a lungo dimostrato di poter vincere ma che indisciplina e scarsa lucidità nei momenti decisi del match hanno invece consegnato nelle mani dei padroni di casaPartenza a razzo della squadra italiana che si porta sul 6-0 con due piazzati di Orquera nei primi 10’ di gioco. Al 12’ il capitano Garcia schiaccia oltre la linea a conclusione di una ficcante azione offensiva dei bianconeri. L’apertura della Nazionale trasforma ed è 13-0. Il gelo scende sullo Scotsun e nella formazione di casa le certezza cominciano a vacillare. Al 21’ è la seconda linea Swinson ad accorciare le distanze. E poi Zebre (22’ e 26’) decidono di farsi del male e regalano una doppia superiorità ai padroni di casa con i gialli rimediati da Cristiano e Bergamasco. Ma in 13-15 le Zebre dei miracoli trovano tre punti con  il piede di Orquera che fissa lo score sul 16-7. Pare una serata destinata a finire con la squadra italiana in trionfo. Ma Glasgow non molla e negli ultimi 6’ del primo tempo trova le mete dell’ala van der Merwe, e del centro Mrrison (entrambe in parità numerica). Chiusi i primi 40’ sotto di tre lunghezze, le Zebre tornano in campo decise a riprendere il controllo delle operazioni . Al 46’ Orquera pareggia dalla piazzola e il match ridiventa equilibrato e combattuto. Anche se la lucidità da ambo le parti non è più quella del primo e del secondo quarto.  Al 72’ scozzesi ancora avanti grazie al piede di Home, entrato in campo da 5’ in sostituzione dell’apertura titolare Jackson. Il tabellone dice 22-19, che sarà il punteggio finale. Per le Zebre un’occasione colpevolmente mancata. Peccato. Sugli altri campi Newport - Edimburgo 32 - 12 Cardiff - Ulster 19 - 48 Giorgio Sbrocco

26
settembre


Pro 12 – Nelle Zebre in Scozia debuttano Sarto all'ala e Van Vuren in seconda. By Giorgio Sbrocco

Molte novità in casa Zebre in vista della difficile trasferta scozzese sul campo di Glasgow. Debutto assoluto per il padovano Leonardo Sarto (1992) all'ala e di Michale Van Vuren (19990) in seconda linea nella formazione che coach Gajan ha disegnato per provare a tenere testa ai Warriors di Josh Strauss venerdì sera. Nella linea arretrata si rivede capitan Garcia centro al fianco di Pratichetti, Sinoti che torna a fare l'ala e lascia la maglia numero 15 a Halangahu. Chillon (compagno di sarto al Petrarca e in Nazionale under 20)  in mediana alla mischia con Orquera all'apertura. Nel pacchetto di mischia Aguero parte titolare a sinistra con Redolfini a destra e Giazzon tallonatore. Van Schalkwyk a comandare la terza linea con al fianco Bergamasco e  Cristiano. In panchina debutta Fazzari (ex Benetton via Petrarca) che avrà seduti vicino quattro ragazzi usciti dall'Accademia Francescato di Tirrenia Questa la formazione annunciata delle Zebre:15           Daniel HALANGAHU14           Leonardo SARTO*13           Matteo PRATICHETTI12           Gonzalo GARCIA (cap)11           Sinoti SINOTI10           Luciano ORQUERA9             Alberto CHILLON*8             Andries VAN SCHALKWYK7             Mauro BERGAMASCO6             Filippo CRISTIANO5             Michael VAN VUREN4             Quintin GELDENHUYS3             Luca REDOLFINI2             Davide GIAZZON1             Matias AGUEROIn panchina:16           Andrea MANICI*17           Carlo FAZZARI*18           Andrea DE MARCHI19           Emiliano CAFFINI*20           Nicola BELARDO*21           Luca MARTINELLI*22           Paolo BUSO23           Samuele PACEGiorgio Sbrocco

26
settembre


PRO 12 – Glasgow con Strauss dal primo minuto. Contro le Zebre per vincere e fare il bonus. By Giorgio Sbrocco

Puntano a una vittoria con bonus i Warriors di Glasgow che venerdì (20.25 italiane) allo  Scotstoun Stadium riceveranno le Zebre di coach Gajan. Nella formazione annunciata da Gregor Townsend trovano posto i nuovi acquisti Josh Strauss, Niko Matawalu (mediano di mischia figiano)  e Ofa Fainga’anuku (pilone tongano), già visti parzialmente nel match vittorioso con Connacht. Grande attesa fra i tifosi scozzesi, soprattutto per l'annunciata super star sudafricana Staruss, numero 8 dei Lions in Super XV, reduce dalla Currie cup. In campo anche tre interessantissimi emergenti “fatti in casa”: il centro Byron McGuigan, (ex Border Bulldogs),  Fraser Thomson e Sean Kennedy, entrambi provenienti dal vivaio. Flanker sul lato chiuso (maglia numero 6) giocherà l'ex AB Angus Macdonald che parte per la prima volta titolare. I gradi di capitano andranno all'altra terza linea ala Chis Fusaro. “Puntiamo a far bene in Pro 12 e ad avere un cammino prolungato e pieno di soddisfazione in Heineken cup” ha dichiarato Townsed. “Per questo motivo abbiamo allestito una rosa di giocatori molto ampia e di elevata qualità media. La stagione sarà lunga e faticosa. Avremo bisogno di tutti i nostri effettivi”. Questa la formazione annunciataGLASGOW WORRIORS15 Fraser Thomson14 Tommy Seymour13 Byron McGuigan12 Graeme Morrison11 DTH van der Merwe10 Ruaridh Jackson9 Sean Kennedy1 Gordon Reid2 Finlay Gillies3 Mike Cusack4 Tom Ryder5 Tim Swinson6 Angus Macdonald7 Chris Fusaro (capitano)8 Josh StrausIn panchina16 Dougie Hall17 Ofa Fainga'anuku18 Moray Low19 James Eddie20 Ryan Wilson21 Niko Matawalu22 Peter Horne23 Stuart Hogg Giorgio Sbrocco

25
settembre


Tags
,
,

Pro 12 – Zebre – Ulster si recupera il 18 novembre. By Giorgio Sbrocco

Si giocherà domenica 18 novembre alle ore 15 al XXV Aprile di Moletolo Zebre-Ulster, la partita valida per il quarto turno di Pro12 rinviata per la tragica scomparsa del giocatore nordirlandese Nevin Spence. Il giorno prima l'Italia di Jaques Brunel e Sergio Parisse affronterà all'Olimpico di Roma gli All Blacks. Giorgio Sbrocco

25
settembre


Tags
,
,

Pro 12 – Sinoti Sinoti (Zebre) da ala a estremo: “In Italia tanti giovani di qualità”. By Giorgio Sbrocco

Arrivato in Italia (chiamato dagli Aironi di Franco Tonni) Sinoti Sinoti è stato inserito nella rosa delle neo costituite Zebre e, in base alle indicazioni di coach Gajan, è passato dal ruolo di ala a quello di estremo. “Mi piace questa nuova sfida” ha dichiarato il 27enne atleta samoano al termine della seduta di allenamento di inizio settimana. “Ho giocato tutta la mia carriera all'alla e rare volte centro. Mi piace avere più spazio e la libertà di attaccare partendo da dietro; è una posizione difficile e sto ancora imparando i movimenti giusti, ma sto imparando. Per me non fa differenza il ruolo in campo, se sei un giocatore che si dedica completamente alla squadra avrai sempre opportunità d'attacco.  Penso ognuno debba crearsi le proprie occasioni: è il mio stile di gioco”. Sul prossimo impegno in Scozia a Glasgow Venerdì:”Penso non ci siano differenze di preparazione tra una settimana e l'altra. Parto sempre ben allenato e penso ad ogni gara come la prima della stagione in cui c'è tutto da dare per dimostrare il massimo”. Infine una valutazione dell’attuale momento del rugby italiano: “Il movimento sta crescendo anno dopo anno, vedo molto potenziale qui. Gli italiani sono molto forti fisicamente, con pack molto forti. Penso ci sia la necessità di concentrarsi sulla fase d'attacco con i trequarti e col movimento veloce dell'ovale. In Italia ci sono giovani molto talentuosi tra nei ruoli della linea arretrata. La Nazionale potrebbe davvero avere molti benefici da questo tipo di strategia di gioco. Sul futuro delle Zebre in Pro 12: “Credo chel'obiettivo della società  sia di vincere più di quattro partite (Aironi 2012, ndr). Ma non penso che sia solo questo il parametro per giudicare il nostro lavoro. Dobbiamo spingerci oltre e pensare che ogni gara può essere vinta”.Giorgio Sbrocco

18
settembre


Pro 12 – Bortolami operato alla spalla. Prima verifica fra un mese. In campo a novembre? By Giorgio Sbrocco

Il capitano e seconda linea delle Zebre Marco Bortolami è stato dimesso ieri dall’ospedale Maggiore di Parma dove è stato sottoposto a intervento chirurgico alla spalla sinistra – lussatasi lo scorso 9 giugno a San Juan nel corso del test match Argentina-Italia. L’intervento è stato eseguito dal dottor Carlo De Biase e dalla sua equipe, con la collaborazione del dott. Alessandro Castagna. L’intervento è perfettamente riuscito. Il decorso operatorio, seguito dal responsabile medico delle Zebre dott. Rocco Ferrari, prevede quattro settimane di riposo e nuovi esami strumentali di controllo ad un mese dall’intervento. Dall’esito dei quali, pare ragionevole ritenere, dipenderà la presenza o meno del veterano padovano nei test contro Tonga, Nuova Zelanda e Australia.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball