12
ottobre


Tags
,

HC – Garcia (Zebre): “Non dobbiamo aspettare Connacht ma essere noi a prendere l'iniziativa”. A calciare ci sarà Dan Parks. Bty Giorgio Sbrocco

Capitan Gonzalo Garcia sul match di domani a Moletolo contro Connacht, storico debutto delle Zebre in Amlin Challenge Cup: ”Per questa partita dobbiamo assolutamente cambiare, non può più succedere ciò che è accaduto con gli Ospreys. Non possiamo più aspettare la squadra avversaria ma dobbiamo essere noi a fare bene per primi.”Per l'occasione rientreranno elementi di grande esperienza come Sole, Perugini, Orquera e Tebaldi, e ci sarà l'esordio in Coppa dell'australiano Halangahu :”Siamo una squadra di 40 giocatori: ognuno può giocare nel suo ruolo. Per questa gara gli allenatori hanno scelto questa formazione come la migliore da mettere in campo. Siamo pronti e abbiamo fiducia in noi e nei nostri compagni, affrontiamo la partita nel migliore dei modi.Domani all’apertura con gli irlandesi giocherà , il nazionale scozzese Dan Paks specialista dei calci piazzati:”Non c’è dubbio che sia un grande calciatore, dobbiamo essere intelligenti nel momento di difendere e nel contestare i palloni. Evitare di regalare punti e di subire gialli”Sul ritorno in cabina di regia di Orquera :”Luciano farà il suo lavoro. Ognuno di noi sa cosa deve fare. Non cambia molto qualsiasi giocatore venga schierato a numero 10: se siamo tutti al 100% e concentrati possiamo fare bene”. Zebre: Hangahu, Venditti, Pratichetti, Garcia (cap), Sinoti, Orquera, Tebaldi; Van Schalkwyk, Bergamasco, Belardo, Sole, Geldenhuys, Redolfini, Giazzon, Perugini. (A disposizione : Giazzon, Aguero, Fazzari, Van Vuren, Ferrarini, Martinelli, Trevisan, Sarto) All. Gajan.Connacht : Henshaw, O’Halloran, Griffin, McSharry, Vainikolo, Parks, Marmion, Naoupu, Faloon, Muldoon, McCarthy, Swift, White (cap), Reynecke, Buckley. (A disposizione : Flavin, Ah You, Loughney, Gannon, O’Connor, Moore, Nikora, Fifita) All. ElwoodArbitro: Leighton Hodges (Galles)Diretta Tv su Sky Sport Extra sabato 13 ottobre a partire dalle 14.30. Replica alle 21 su Sky Sport Extra; domenica repliche alle 10 e alle 19 su Sky Sport Extra.Giorgio Sbrocco

11
ottobre


Tags
,
,

HC – Orquera-Tebaldi la cabina di regia delle Zebre anti Connacht. By Giorgio Sbrocco

Mediana tutta nuova, con Orquera all’apertura e Tebaldi numero 9 (Chillon infortunato) nelle Zebre che sabato (14.35, diretta su Skysport) affronteranno gli irlandesi del Connacht al XXV Aprile nella prima giornata della fase di qualificazione di Heineken Cup. In mischia: debutto per il flanker Belardo e ritorno come titolare di Perugini a sinistra della prima linea. Nessun cambiamento rispetto all’ultima uscita di Pro 12 nella linea arretrata che parte con Halangahu e lacoppia Sinoti – Venditti alle ali. Centri saranno capitan Garcia e Pratichetti. In panchina andranno, fra gli altri, Aguero e Festuccia con il giovane pilone Fazzari per la prima linea. Dirigerà il gallese Leighton Hodges.  Questa la formazione delle Zebre  15 Daniel HALANGAHU14 Giovanbattista VENDITTI*13 Matteo PRATICHETTI12 Gonzalo GARCIA (cap)11 Sinoti SINOTI10 Luciano ORQUERA9 Tito TEBALDI8 Andries VAN SCHALKWYK7 Mauro BERGAMASCONicola BELARDO*5 Josh SOLE4 Quintin GELDENHUYS3 Luca REDOLFINI2 Davide GIAZZON1 Salvatore PERUGINIIn panchina:16 Carlo FESTUCCIA17 Matias AGUERO18 Carlo FAZZARI19 Michael VAN VUREN20 Filippo FERRARINI*21 Luca MARTINELLI*22 Ruggero TREVISAN*23 Leonardo SARTO**Accademia Fir Giorgio Sbrocco

10
ottobre


Tags
,

HC – Le Zebre aspettano Connacht. Gajan: “Serve un approccio diverso alla gara”. By Giorgio Sbrocco

Parla coach Christian Gajan, alla vigilia del match di HC che sabato a Parma alle 14.35 opporrà le Zebre alla formazione irlandese del Connacht ”Siamo in grado di giocare quando vogliamo: i ragazzi che mettiamo in campo si stanno comportando bene. Il nostro impegno è correggere gli errori che facciamo per riuscire via via a ridurli. Il pubblico è con noi nonostante le sconfitte. Li ringrazio. Hanno la fortuna di vedere delle belle sfide a un livello tecnico molto alto. Per me non cambia niente tra RaboDirect PRO12 ed Heineken Cup: il livello è lo stesso: alto. Le gare sono difficili. Connacht un mese fa su questo campo ci ha punito (30-17); potevamo vincere quella gara nel finale. Abbiamo bisogno di un approccio diverso nel primo tempo e poi vedremo…”.Giorgio Sbrocco

09
ottobre


Pro 12 – La spalla di Marco Bortolami sta bene. In campo fra 25 settimane. E alla WC 2015? By Giorgio Sbrocco

Questione di prospettive e di punti di vista. Per la serie: bicchiere mezoz pien oe mezoz vuoto? La notizia è che la spalla di Marco Bortolami (capitano delle Zebre), sottoposta a esami strumentali di controllo dopo l'intervento chirurgico dello scorso 16 settembre, è risultata alla Tac  “dotata di buona stabilità”. E in considerazione di ciò il giocatore ha iniziato il previsto programma di fisioterapia. Fin qui la buona notizia. Quella meno buona riguarda la prognosi. Confermata la stima di 15 settimane (6 mesi) prima che la forte seconda linea padovana della nazionale possa ritornare a giocare. Auguri Marco! A nome di tutti gli sportivi appassionati di rugby e non solo. Alla WC del 2015 in Inghilterra Bortolami avrà da poco compiuto 35 anni. Decisamente non troppi per uno che gioca nel suo ruolo.Giorgio Sbrocco

08
ottobre


Tags
,

HC – Si fermano i campionati nazionali. È tempo di Heineken Cup. By Giorgio Sbrocco

Campionati di Francia, Inghilterra e Celtico fermi per la pausa europea nelle prossime due settimane. Comincia venerdì l’edizione 2013 della Heineken cup, la Champions League del rugby continentale (detentore Leinster che nella finale dell’edizione 2012 ha battuto Ulster) che vede ai nastri di partenza 24 formazioni raggruppate in 6 gironi. Accederanno ai quarti di finale le vincenti dei 6 gironi e le due migliori seconde classificate. Partecipano alla competizione: 11 formazioni del Pro 12 (esclusa solo Newport), 6 della Premiership inglese  e 7 del Top 14. Le due taliane in lizza cominceranno la loro avventura venerdì (Benetton) a Swasena contro gli Ospreys e sabato (Zebre) a Parma contro la provincia irlandese di Connacht. Questo il quadro delle partite del primo turno. Fra parentesi la data del mach a fianco dell’emittente televisiva che trasmetterà l’incontro. Heimneken Cup 2013I giornata Girone 1 Edinburgo – Saracens  - Murrayfiels – Sky Sports (13)                 Racing – Munster – Stade de France – Canal + Sky Sports (13)Girone 2 Ospreys – Benetton – Liberty Stadium – Sky Sports (12)                 Tolosa – Leicester – Le Stadium – France2, Sky Sports (14)Girone 3 Zebre – Connacht – XXV Aprile Moletolo – Sky Italia (13)                 Harlequins – Biarritz – Twickenham Stoop – Sky Sports (13)Girone 4 Ulster – Castres – Ravenhill – Sky Sports (12)                 Northampton – Glasgow – Franklin’s Garden – Sky Sports (14)Girone 5 Leinster – Exeter – Royal Dublin Society – Sky Sports, Canal+ Sports (13)                 Clermont – Scarlets – M.Michelin – France2, Sky Sports (13)Girone 6 Sale – Cardiff – Salford City Stadium – Sky Sports (14)                 Tolone – Montpellier – F.Mayol – Canal+, Sky Sports (14) Giorgio Sbrocco

07
ottobre


Pro 12 – I commenti post Zebre – Ospreys. Gajan: “Troppe concessioni agli avversari”. By Giorgio Sbrocco

Consapevolezza dei propri limiti e delle lacune emerse nel corso della gara ma, al tempo stesso, una palese e ammirevole voglia di non mollare e di lavorare per un futuro di soddisfazioni e di traguardi raggiunti. Questo e altro nelle parole delle Zebre dopo la sconfitta interna con gli Ospreys (nella foto di Elena Barbini una fase del match) di venerdì al XXV Aprile di Moletolo. E il riconscimento degli avversari gallesi a testimonianza di una acquisita rispettabilità tecnica Mauro Bergamasco :”Siamo partiti un po’ contratti perché puntavamo a ripetere la prestazione di sette giorni prima. Abbiamo trovato gioco e  ordine solo nel secondo tempo, abbiamo segnato una meta che è stata frutto di un buon sostegno efficace e della continuità di avanzamento. A questo livello capita che gli errori di troppi ti penalizzino con punti subiti. Oggi non ci serviva perché siamo coscienti di lavorare moltissimo in un’ottima direzione. Siamo delusi perché non pensavamo di perdere di cos’ tanto: volevamo far molto meglio ed avevamo preparato una gara diversa. Sono comunque ottimista per il futuro:  abbiamo fatto molti passi in avanti, Sono tre mesi che stiamo insieme lavorando moltissimo.  Non è ancora sufficiente per vincere queste partite ma sono certo che nel medio periodo potremo dire la nostra”Dan Biggar (Ospresy, 25 punti, Man of the Match) :”Siamo stati ben impressionati dalle Zebre. Una buona squadra che ha all’interno giocatori con esperienza. Hanno i mezzi per crescere. Nel secondo tempo siamo calati e ne hanno approfittato, dobbiamo dare loro credito per la pressione che ci hanno messo nella ripresa. Nonostante i risultati non certo buoni per loro, hanno avuto un ottimo spirito ed una mentalità lodevole. Per noi è sempre un piacere venire in Italia e giocare qui, spero di tornare a Parma ancora tante volte e giocare buone partite come stasera”.  Deluso il capitano delle Zebre Gonzalo Garcia:”Sono   molto deluso del nostro primo tempo dove non siamo riusciti a fare il gioco che stiamo cercando di costruire in allenamento. Nel secondo tempo c’è stato un cambiamento ma contro questo tipo di squadre non puoi recuperare se concedi il primo tempo così. Teniamo tanto a questo gruppo, continueremo a lavorare ed andare avanti”. L’analisi di coach Christian Gajan: “Nel primo tempo non siamo mai stati in partita. Non ci sono scuse, siamo stati inefficaci in ogni fase di gioco, non abbiamo contestato i palloni a terra, abbiamo commesso troppi falli e siamo stati puniti. Dobbiamo capire il perché sia accaduto, non è la prima volta. Abbiamo anche commesso troppi falli, a questo livello non si possono concedere due cartellini gialli e venti minuti di superiorità ad un avversario come gli Ospreys. A metà gara siamo riusciti a rientrare in partita, mostrato volontà e buon gioco: la meta di Redolfini è arrivata a conclusione di un’ottima manovra. Avremmo potuto rientrare pienamente in partita ma il secondo giallo e la loro terza meta hanno chiuso i giochi. Peccato perché avevamo di fronte un avversario più forte di noi, ma avremmo potuto anche mettere i gallesi maggiormente in difficoltà. Di positivo c’è che la squadra ha fatto vedere, seppur a tratti, di essere in grado di poter essere competitiva a questo livello anche se molti giocatori devono ancora maturare e stiamo lavorando perché questo accada. Ecco, il lavoro e l’impegno non verranno mai meno: lo dobbiamo anche al pubblico, sempre numeroso in queste prime uscite casalinghe”. Humphresys, tecnico degli avanti gallesi :”Parma è un campo difficile, le Zebre ci hanno dato battaglia in ogni zona del campo. Abbiamo giocato con buona intensità, calando nella prima parte del secondo tempo permettendo alle Zebre di rientrare in partita. Abbiamo risposto bene con disciplina e rispetto del piano di gioco. Una buona prestazione in una serata assolutamente piacevole”. Giorgio Sbrocco  

05
ottobre


Pro 12 – Le Zebre provano a rientrare in partita. In meta con Redolfini ma poi è ancora solo Ospreys. By Giorgio Sbrocco

Zebre – Ospreys  16-34  (pt 6 – 21)Marcatori: 5’ cp Biggar, 10’ cp Garcia, 13’, 19’ cp Biggar, 28’ m. Fussel tr. Biggar, 37’ mnt J.Thomas, 40’ cp Haangahu, 43’ m. Redolfini tr. Halangahu, 54’ cp Halangahu, 58’, 62’ cp Biggar, 73’ m. Biggar tr. BiggarGialli: 23’ Chillon (Z), 62’ PratichettiArbitro: McManemy (Sco) Secondo tempo Tanta buona volontà, grande cuore e (persino) qualche idea in attacco! Ma non basta alle Zebre di Gajan per  ribaltare la situazione. E nemmeno per scendere sotto quota 8, quella del bonus. E Chiesa all’apertura…pare una scommessa da non replicare, un’idea su cui i non insistere. Le Zebre tornano in campo con Sole e Perugini in mischia, si installano palla in mano dentro i22 degli Ospreys che erigono una muraglia difensiva all’altezza dei loro cinque metri. La difesa regge a otto consecutivi tentativi di superamento del vantaggio ma capitola quando lungo l’out sinistro Redofini sbuca da una ruck e dalla chiusa plana in meta. Halangahu trasforma da posizione angolata e la partita, almeno sul piano delle intenzioni, si riaccende. Le Zebre giocano tutto e dovunque, Ammirevole ma dispendioso. Halangahu si conferma debole sulle palle alte (45’). Un banale in avanti dei gallesi di fronte ai pali (47’) conclude una bella penetrazione sull’asse da rl. In prima linea Perugini si fa rispettare e costringe il destro degli Ospreys a stapparsi illegalmente. Garcia prova a centrare i pali (48 metri a sinistra della porta) ma non c’è la necessaria precisione. Dentro Festuccia per (un ottimo!) Giazzon. In campo anche Benettin (51’) per Chiesa (ma davvero il suo futuro è all’apertura?). Altro “gioco di prestigio” della premiata ditta Perugini-Festuccia(53’) frutta un piazzato (35 metri quasi centrale) che Halangahu non sbaglia e porta i suoi a – 5. Un fuori gioco (di Chillon?) su calcio d’invio frutta agli Ospreys una rl a cinque metri: tre palle strette e fuori a Biggar. Geldenhuys lo placca ma sul punto d’incontro c’è fallo. Rigore senza portiere per Biggar e gallesi che vanno oltre bonus. Al 60’ Tripodi sostituisce Redolfini, escono anche Chillon (Martinelil)e Bergamasco (Ferrarini). Le Zebre diventano arrembanti, ma un calcio alto di Biggar crea il panico nell’asse profondo. Sinoti fa il miracolo ma non basta, e sul placcaggio in zona difensiva Pratichetti gioca sporco e viene punito con il giallo. Biggar non sbaglia e il vantaggio odei gallesi torna  in doppia cifra. Non ci voleva. Martinelli formato moviola (64’) viene contrato dentro i 22, ne nasce una rl che genera (dopo un fortuito cambio di possesso) una mischia ordinata sui 10 degli Ospreys. Al 70’ c’è un recupero (?) dubbio su Geldenhuys a terra dentro i 22 (bel contrattacco di oltre 50 metri) che l’arbitro scozzese non giudica illegale e “risolve” con una mischia in favore degli ospiti. La furbata di Perugini (rotazione indotta) viene punita con calcio di punizione e la palla si allontana. Da una rimessa (persa!) nasce una bella partenza dalla chiusa dei gallesi che libera Biggar  (che trasforma e viene eletto Man of the match) per la meta numero 3 al 73’. Sulla partita, che di fatto finisce qui, cala il sipario. Le due squadre continuano a darsi battaglia e a (tentar di) divertire il pubblico. Gli Ospreys rincorrono il bonus, ma non lo raggiugono. Nelle Zebre: molto bene Geldenhuys, Giazzon e Bergamasco. Quando è entrato in campo Ferrarini ha fatto vedere cose (molto) interessanti. Nella foto di Elena Barbini: corpo a corpo fra Pratichetti e Fotuali'i. Giorgio Sbrocco  

05
ottobre


Pro 12 – Solo Ospreys in campo a Moletolo. Zebre sempre in difesa e sotto di 15 al riposo, By Giorgio Sbrocco

Zebre – Ospreys    6 - 21Marcatori: 5’ cp Biggar, 10’ cp Garcia, 13’, 19’ cp Biggar, 28’ m. Fussel tr. Biggar, 37’ mnt J.Thomas, 40’ cp Gialli: 23’ Chillon (Z)Arbitro: McManemy (Sco) Primo tempo senza storia al XXV Aprile di Moletolo fra Zebre e Ospreys che vanno al riposo dopo 40’ di assoluto dominio gallese con i padroni di casa sotto di 15 puntiUna sola squadra in campo, quella gallese. Zebre ben organizzate in difesa (distribuzione efficace) ma desolatamente a zero per quanto riguarda possessi e territorio. Un dato su tutti: le Zebre sono entrate per la prima volta della metà capo degli Ospreys al minuto 34’ (drive da rl e poi bella penetrazione centrale di Garcia). Prima e dopo: solo placcare e difendere lo spazio. I tre punti dei bianconeri sono arrivati al 10’ grazie a una bombarda da 52 metri di capitan Garcia. La partita l’hanno fatta Biggar e i suoi. Praticamente nascondendo la palla alla formazione italiana e concretizzando un paio di situazioni con Fussel al 28’ (cambio di fronte e soprannumero a sinistra con Chillon fuori per giallo) dopo una mischia davanti ai pali regalata dall’errore di presa di Halangahu (nion la sua specialità, i palloni alti) e con il n. 8 Thomas che ha schiacciato vicino alla bandierina dopo aver asfaltato il povero (ma non incolpevole) Chiesa. Allo scadere un calcio in mezzo ai pali dell’estremo australiano riduce (di poco) lo svantaggio. Nella foto di Elena Barbini: Van Schalkwyk sotto pressione per Garcia.             Giorgio Sbrocco  

05
ottobre


Tags
,
,

Pro 12: Jaques Brunel: “Stasera le Zebre possono battere gli Ospreys. Tutto si deciderà nella zona di collisione”. By Giorgio Sbrocco

Raggiunto telefonicamente mentre sta andando allo stadio XXV Aprile di Moletolo (Parma) per assistere a Zebre-Ospreys (19.05, diretta Sportitalia), il ct dell'Italrugby Jaques Brunel accetta di parlare della partita che vedrà impegnata la franchigia federale di Pro12, ancora alla ricerca del primo successo stagionale. “Ho visto la squadra di Gajan perdere con una buona dose di sfortuna il match in Scozia con Glasgow – è la premessa del tecnico transalpino – e devo dire che è mancato davvero poco per portare a casa uno storico successo esterno. Credo che le Zebre abbiano i mezzi per contrastare gli Ospreys soprattutto a livello fisico e quanto a organizzazione. Ho visto i gallesi perdere di misura a Treviso e subire la fisicità della Benetton soprattutto in fase difensiva. Sono certo che se gli equilibri nella zona di impatto non risulteranno sbilanciati a favore degli ospiti, i tifosi delle Zebre, fra qualche ora, potrebbero avere molto da festeggiare”. Nella foto di Elena Barbini: un buon placcaggio di Geldenhuys nel match contro Connacht.Giorgio Sbrocco

04
ottobre


Tags
,
,

Pro 12 - Capitan Garcia (Zebre) ci crede: “Possiamo battere gli Ospreys!” By Giorgio Sbrocco

Un capitan Garcia (nella foto di Elena Barbini) consapevole del valore dell'avversario ma convinto che le sue Zebre possano fare (molto) bene domani a Moletolo contro gli Ospreys, i campioni in carica gallesi di Swansea: ”Per noi sarà una partita molto impegnativa. Abbiamo fatto una buona prestazione la settimana scorsa in Scozia, speriamo di progredire migliorando. Gli Ospreys sono una squadra molto forte: dovremo sfruttare tutte le opportunità che si presenteranno. Loro verranno a Parma per vincere la partita: sarà una bella guerra”.Ancora ricordando la sfortunata prova di Glasgow:”Abbiamo lavorato bene e vogliamo dare continuità a quella prestazione con questa formazione. Abbiamo una rosa di 40 giocatori che possono giocare in qualsiasi gara. Il gruppo è simile alla scorsa trasferta , tutti hanno e avranno l’opportunità di mostrare le loro capacità. “Sui messaggi di congratulazione per il calcio piazzato realizzato in Scozia:”Ringrazio per le belle parole di appoggio, è importante sentire l’affetto dei tifosi. Quel calcio piazzato da molto lontano è una cosa nuova per me, anche se è da un po’ che mi sto allenando e spero di ripetermi”Una conclusione che è una promessa: “Si gioca sempre per vincere. Per farlo in questa gara ognuno deve dare più del 100%, affrontiamo una grande squadra. Abbiamo bisogno del massimo della concentrazione e dell’entusiasmo. Siamo pronti: vogliamo dimostrare che stiamo crescendo e possiamo ancora crescere tanto”. La partita sarà trasmessa in diretta su Sportitalia alle ore 19 e replicata sabato alle 17 e domenica alle 10.Queste le formazioni annunciate:ZEBRE : Halangahu, Venditti, Pratichetti, Garcia, Sinoti, Orquera, Chillon, Van Schalkwyk, Bergamasco,  Caffini, Van Vuren, Geldenhuys, Redolfini, Giazzon, Aguero. (A disposizione : Manini, Perugini, Tripodi, Ferrarini, Sole, Martinelli, Benettin, Sarto) All. GajanOSPREYS : Fussell, Dirksen, Beck, Bishop, Walker, Biggar, Fotuali'i, Thomas, Lewis, Jones Ry., Evans, Jones Al, Jones A., Baldwin, Bevington. (A disposizione : Hibbard, Jones D., Jarvis, Bearman, Stowers, Webb, Jones Ro., Spratt) All. Tandy.Giorgio Sbrocco  

Rugby Ball