15
febbraio


Rabo Pro 12 - Zebre in differita TV da Belfast nela tana della capolista Ulster. By Giorgio Sbrocco

Appuntamento in differita alle 22.25 stasera sugli scherm idi Sportitalia per seguire Ulster-Zebre, la partita valida per il 15esmo turno di Pro12 che si disputerà a Ravenhill (Belfast, calcio d'invio ore 20) che opporrà la franchigia italiana alla capolista nordirlandese. I pronostici dicono (tutti): Ulster. anche se all'andata la differenza a favore di Ruan Pienaar e comapgni fu di un solo punto. Giorgio Sbrocco

13
febbraio


Tags
,
,

Rabo Pro12 – Le Zebre con Bortolami capitano e gli Azzurri del Sei Nazioni a Belfast contro la capolista. By Giorgio Sbrocco

Diretta televisiva su Sportitalia 2 per il testa coda di Pro 12 in programma venerdì (20 ora italiana) a Ravenhill (Belfast) fra la capolista Ulster e le Zebre di Christian Gajan (scofitte di misura e con doppio bonus all’andata), ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale e reduci dall buona prestazione di domenica a Mioletolo contro Glasgow secondo in classifica. Per l’occasione Gajan avrà a disposizione alcune importanti pedine, mentre dovrà rinunciare a Tebaldi e a Quartaroli nella linea arretrata. Estremo giocherà l’azzurro Buso, con Sarto e Siniti coppia di ali e i centri Benettin-Garcia (accoppiata inedita). Confermata la mediana vista all’opera contro i Warriors con Chillon 9 e Halagahu 10. In terza linea si rivedrà all’opera Sole con la maglian.8, al suo fianco Bergamasco e Cristiano. Solido il blocco dei primi cinque con Bortolami (che riprende la fascia di capitano) con VanVuren in seconda e la prima linea composta da Redolfini, Manici tallonatore e De Marchi reduce dal secondo tempo di Murrayfield contro la Scozia. In panchina oltre ad Odiete (Italia u20) e Van Schalkwyk 2 p (autore di due mete contro l’Ulster) trovano posto  alcuni effettivi che hanno giocato meno nelle ultime gare quali Fazzari, Belardo e Chiesa insieme all’esperienza di Festuccia, Aguero e Pratichetti. ZEBRE 15 Paolo BUSO14 Leonardo SARTO*13 Alberto BENETTIN*12 Gonzalo GARCIA11 Sinoti SINOTI10 Daniel HALANGAHU9 Alberto CHILLON*8 Josh SOLE7 Mauro BERGAMASCO6 Filippo CRISTIANO5 Marco BORTOLAMI (cap)4 Michael VAN VUREN3 Luca REDOLFINI2 Andrea MANICI*1 Andrea DE MARCHIIn panchina: 16 Carlo FESTUCCIA17 Carlo FAZZARI*18 Matias AGUERO19 Dries VAN SCHALKWYK20 Nicola BELARDO*21 Alberto CHIESA*22 Matteo PRATICHETTI23 David ODIETE* *Accademia Fir Giorgio Sbrocco

11
febbraio


Rabo Pro12 - Bortolami e Bergamasco (Zebre) concordano: “Troppi regali a Glasgow!”. By Giorgio Sbrocco

Le dichiarazioni nel dopo gara della seconda linea Marco Bortolami, alla sua prima uscita stagionale con la maglia delle Zebre domenica a Moletolo contro i Glasgow Warriors: ” Purtroppo alla fine ci siamo sfilacciati, ma anche nel primo tempo molti dei loro punti sono stati regalati da noi. Dobbiamo imparare ad essere più cinici, più quadrati e concedere meno. Tutte le opportunità lasciate all’avversario sono state sfruttate per punirci”. Circa il ritorno in campo: “Ero un po’ teso ma concentrato: non ho pensato all’impatto fisico. E’ bello ritrovare il campo, fare una bella ora di rugby vero ed uscire dal campo soddisfatto. Dovrò mettere minuti sulle gambe per tornare al 100%; però la strada è quella giusta. Cercherò di dare il mio contributo nel proseguo della stagione, dobbiamo lavorare perché la vittoria non è lontana. Dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare duramente. Glasgow ha dimostrato di essere una squadra di alta classifica e ha giocato fasi statiche di buon livello. Noi, dopo aver sofferto un po’ all’inizio, abbiamo preso le misure. Gli errori che facciamo nei nostri 22 quando recuperiamo palla ci puniscono troppo duramente: dovremo cercare di eliminarli”.Sulla stessa lunghezza d’onda anche Mauro Bergamasco, sceso in campo con i gradi di capitano: ”La differenza nel secondo tempo è stata la disciplina che ci ha visto protagonisti in negativo con troppe punizioni concesse agli avversari. Abbiamo perso lucidità in alcune fasi di gioco nonostante fossimo presenti sia in attacco che in difesa. Ciò ha permesso a Glasgow di essere in condizione di approfittare del vantaggio territoriale. Una gara che era cominciata bene  per noi. Credo che il risultato non sia corretto rispetto alla qualità delle due formazioni. Con più attenzione sarebbe stato diverso e magari a nostro favore. Loro sono una squadra completa, fisica e molto veloce al largo. Quando abbiamo attaccato con criterio e secondo il rugby che ci piace proporre siamo stati pericolosi. Bisogna arrivare sino in fondo al processo offensivo e segnare le mete, oggi non lo abbiamo fatto in tutte le opportunità possibili. Il rientro di Bortolami è estremamente positivo sia nel gioco sia nelle fasi di conquista, è il nostro capitano. Oggi è stato positivo ed il rientro dei nazionali darà un gruppo che ha sempre entusiasmo per andare avanti e riuscire a raggiungere i nostri obiettivi”.Giorgio Sbrocco

10
febbraio


Rabo Pro12 – Per Glasgow vittoria e bonus grazie a un grande Matawalu By Giorgio Sbrocco

Zebre – Glasgow 20 - 36 (pt 20 -17)Marcatori: 4’ m. van Schalkwyk tr. Halangahu, 7’ m. McGuigan tr. Wight,  9’ m. Tebaldi tr. Halangahu, 11’ m. Dunbar tr. Wight, 15’ cp Wight, 25’ cp Halangahu, 35’ cp Halangahu, 52’ mnt McGuigan, 62’ m. James tr. Matawalu, 75’ m. Murchie tr. WightGialli: 42’ Morrison (G) Al 42’ esce Morrison per giallo (fallo su Ferrarini) Non piove ma il numero dei palloni mal controllati è molto elevato.Dentro Festuccia con Redolfini in prima linea al 48’ Un tenuto dentro i 22 di Quartaroli giocato veloce regala 10 metri a Glasgow che non piazza e opta per la rimessa laterale a cinque.*Al 51’ McGuigan (Warriors ancora in 14) segna la sua seconda meta, libero sulla sinistra dei pali dopo una bella penetrazione del n. 8 Wilson (errore di Tebaldi in liberazione). Sorpasso Glasgow che si porta a +2Al 58’ entra Perugini. La vecchia guardia delle Zebre è (quasi) tutta in campo. Manca solo SoleFuori il calcio di Halangahu (fallo scozzese a terra) che centra i pali al 59. Niente  controsorpasso bianconero*James  (62’) segna sull’angolo destro perfettamente servito  da Matawalu (passato all’ala) autore di un grande buco nel canale centrale della difesa italiana (Pratichetti placcaggio mancato?). Glasgow scappa a +9Bella azione delle Zebre sul lato dell’introduzione. Bacchetti placcato a un passo dalla bandierina sinistra.Bella progressione centrale di Campbell che porta il gioco dentro i 22 delle Zebre.Bianconeri che muovo palla rischiando molto in zona difensiva.*Murchie firma la quinta meta al ancora una volta imbeccato da Matawalu, perfetto nel ritornare un calcio poco accorto di Halangahu. + 16 Glasgow e partita virtualmente finita.Al 78’ grande occasione per Festuccia che a un metro dalla meta viene placcato (regolarmente?) e guadagna una mischia a cinque.Reset al 79’. Meta tecnica pe le Zebre  in arrivo?No, perché la prima linea dei Warriors tiene alla grande e chiude la partita con i cinque punti che aveva messo in bilancio al momento di scendere in campo.Nelle Zebre i migliori; Bergamasco, Bacchetti e van SchalkwykGiorgio Sbrocco

08
febbraio


Tags
,

Rabo Pro12 – Bergamasco capitano e Bortolami in panchina nelle Zebre anti Glasgow. By Giorgio Sbrocco

Tebaldi estremo con i peremit players Bacchetti (Rovigo) e Castagnoli (Reggio) alle ali e la mediana composta da Chillon alla mischia e da Halangahu apertura nel XV delle Zebre che coach Christian Gajan schiererà domenica al XXV Aprile di Moletolo per la 14° giornata del Pro 12 celtico contro gli scozzesi di Glasgow secondo in classifica. Mauro Bergamasco, promosso capitano in campo (seconda volta in maglia Zebre), avrà  Van Shalkwyk e Cristiano compagni di reparto in terza linea. Panchina navigata ed esperta con Festuccia e Perugini e il rientrante Bortolami prossimo al debutto stagionale in campionato.ZEBRE15 Tito TEBALDI14 Andrea BACCHETTI13 Roberto QUARTAROLI*12 Matteo PRATICHETTI11 Alessandro CASTAGNOLI10 Daniel HALANGAHU9 Alberto CHILLON*8 Dries VAN SCHALKWYK7 Mauro BERGAMASCO (cap)6 Filippo CRISTIANO5 Josh SOLE4 Michael VAN VUREN3 David RYAN2 Andrea MANICI*1 Matias AGUEROIn panchina:16 Carlo FESTUCCIA17 Salvatore PERUGINI18 Luca REDOLFINI19 Marco BORTOLAMI20 Emiliano CAFFINI*21 Filippo FERRARINI*22 Alberto CHIESA*23 Alberto BENETTIN* *Accademia Fir Giorgio Sbrocco

07
febbraio


Rabo Pro12- Il ritorno di Rory Lamont on i Warriors contro le Zebre. By Giorgio Sbrocco

Vengono a Parma per vincere (se possibile di tanto) e per mantenere il secondo posto in classifica generale nonostante le assenze per infortuni (Mike Cusack,  Chris Cusiter, Chris Fusaro,  Finlay Gillies ,  Angus MacDonald , Tommy Seymour , Van Der Merwe) e per quelle legate a Scozia – Italia del Sei Nazioni i Glasgow Warrios che domenica sfideranno le Zebre di Chrsitian Gajan a Moletolo domenica alle 15. Per l’occasione farà il suo ritorno in campo e in squadra Rory Lamont (schierato all’ala) dopo il grave infortunio subito in Nazionale un anno fa. Il ct Gregor Townsend: “Ovvio che le assenze per gli impegni internazionali della Scozia ci penalizzano. Ma abbiamo risorse sufficienti per allestire una squadra di qualità ed è quel che faremo”. Tanto, comunque, i giovani n campo e ben sette gli elementi provenienti dalla Scozia A che ha recentemente battuto i Saxons inglesi.,GLASGOW                                                                                                                                                                                                                                 15 Peter Murchie14 Rory Lamont13 Alex Dunbar12 Graeme Morrison11 Byron McGuigan10 Scott Wight9 Niko Matawalu                                                                                                                                                                                                                            8 Ryan Wilson (cap)7 John Barclay6 Josh Strauss5 Tim Swinson4 Tom Ryder3 Jon Welsh2 Gerwyn Price1 Gordon Reid                                                                                                                                                                                                                              In panchina                                                                                                                                                                                                                                  16 Fraser Brown17 Ed Kalman18 Ofa Fainga’anuku19 Nick Campbell20 James Eddie21 Sean Kennedy22 Finn Russell23 Fraser ThomsonGiorgio Sbrocco  

07
febbraio


Tags
,

Six Nations – Gajan (Zebre): “La vittoria sulla Francia non casuale come nel 2011 By Giorgio Sbrocco

Il capo allenatore delle Zebre Christian Gajan ha così commentato il successo dell’Italia del Sei Nazioni sulla Francia di sabato all’Olimpico di Roma:  “La vittoria delle nazionale italiana sulla Francia non è casuale come poteva sembrare quella dell’edizione 2011 del Sei Nazioni; dimostra continuità del buon lavoro di Brunel rispetto ai test-matches di novembre sia a livello strategico che di risultati. L’Italia ha mostrato di essere non solo cuore e mischia: ha avuto la capacità di tenere il possesso, impedire alla Francia di giocare bloccando una squadra avversaria che sbarcava a Roma con aspettative e favori del pronostico, anche per la vittoria finale del torneo”.Allargando il raggio del commento: “La Fir ha fatto la scelta giusta affidando la conduzione tecnica della Nazionale a Jacques Brunel, unico allenatore in Francia ad avere un consenso unanime sia a livello tecnico che umano. I giocatori che giocano ora in Italia e partecipano al Pro12 e alla HC si stanno formando in campionati di alto livello su base settimanale: questo aspetto aiuta il movimento italiano ed i giocatori stessi che hanno dimostrato domenica di essere all’altezza e di saper chiudere le partite, non come in passato. A livello personale mi piace molto il lavoro a fianco di Brunel, una persona che parla poco: ogni volta che c’incontriamo ci dilettiamo nello scambiarci pareri. Ho sempre il piacere di ascoltare e capire la sua ricetta per far crescere sportivamente il movimento di cui è responsabile”.Giorgio Sbrocco

06
febbraio


Tags
,

Rabo Pro12 – Trevisan in campo fra un mese. Cattina fra tre. By Giorgio Sbrocco

Sala operatoria per le Zebre Ruggero Trevisan (frattura scomposta del primo metacarpo della mano destra) e Nicola Cattina (stabilizzazione della capsula della spalla sinistra) sottoposti in settimana a due distinti interventi presso l'azienda ospedaliera di Parma (dr. Rocco Ferrari). Per l'estremo di origini venete la prognosi è di 30 giorni. Molto più lunga (12 – 16 settimane) quella del flanker bresciano.Giorgio Sbrocco

05
febbraio


Rabo Pro12 – Gajan (Zebre): “Con Glasgow per provare a vincere”. In campo (o in panchina) anche Bortolami. By Giorgio Sbrocco

Domenica al XXV Aprile di Moletolo (Pr) le Zebre di coach Christian Gajan sfideranno (ore 15, diretta su Sport Italia) i  Glasgow Warrios (27-20 a Northampton in HC, in serie positiva da tre turni in campionato, secondo in classifica generale)nella gara valida per il 14esimo turno di Pro 12.“Voglia di lavorare e di affrontare al meglio un avversario che si annuncia molto ostico ma contro il quale vogliamo fare bella figura” è il commento del tecnico francese.  Saranno sette i giocatori della formazione italiana assenti per  impegni legati al Sei Nazioni (6 con l'Italia di Brunel più Odiete nell'under 20 di Guidi). Tre i permit payers che la Fir ha “distaccato” presso la franchigia bianconera: Castagnoli (Reggio), Ragusi (Prato) e Bacchetti (Rovigo). Così Gajan: Alessandro Castagnoli ha già fatto bene con noi giocando contro Ulster a Novembre. Bacchetti lo conosciamo bene essendo da tempo a Rovigo con stagioni di qualità. L’ultimo Ragusi è un’apertura giovane di 20 anni che vediamo in allenamento mostrare belle qualità. E’ come il nostro Orquera a livello fisico ma ha grandi qualità: coraggio e velocità che per un’apertura sono buone per il suo futuro.Scozzesi in campo con i favori del pronostico nonostante i molti assenti: “ Non dobbiamo pensare alle loro tante assenze”! sostiene convinto Gajan. “Bravi loro a dare tanti giocatori alla Nazionale, ma bravi anche gli altri effettivi della rosa che verranno a Parma. Per noi è importante avere attenzione sul nostro gioco e su quello che siamo in grado di fare in campo.Tornando per un attimo alla super prestazione dell'Italia all'Olimpico con la Francia, Gajan parla volentieri di Luciano Orquera: “Io sono sempre contento quando i nostri nazionali fanno bene, a Roma l’hanno fatto tutti. Una soddisfazione personale ma soprattutto per poter far si che Jacques Brunel possa contare su questi giocatori al livello massimo fisico e tecnico. Orquera è cresciuto molto, non sono sorpreso perché il lavoro di Alessandro Troncon con i trequarti delle Zebre è davvero ottimo”.Venerdì l'annuncio della formazione. Pare certo il ritorno in campo di Marco Bortolami in seconda linea. Forse dalla panchinaGiorgio Sbrocco

30
gennaio


Tags
,

Rabo Pro 12 – Alberto Bianchini (Zebre): “Fisicamente siamo a livello dei nostri avversari”. By Giorgio Sbrocco

In attesa di tornare in campo domenica 10 febbraio al XXV Aprile di Parma contro i Glasgow Warriors  secondi in classifica nella gara valida per il 14esimo turno di Pro 12, e di conoscere il nome del futuro responsabile tecnico che subentrerà a Gajan (Cavinato, Green o Guidi?) parla il preparatore atletico delle Zebre Alberto Bianchini e fa il punto sulla situazione della franchigia dal punto di vista fisico atletico.Come procede la crescita fisica delle Zebre? Siamo molto contenti del lavoro svolto dai ragazzi, gli obiettivi di crescita fisica che ci eravamo posti ad inizio stagione sono ampiamente raggiunti sia con giocatori che avevano bisogno di crescere sia con giocatori che dovevano ritrovare continuità e minuti giocati dopo momenti di scarso utilizzo. Le ultime convocazioni della Nazionale italiana ci danno soddisfazione in quanto testimoniano che  i giocatori hanno lavorato bene in questa stagione. Il confronto fisico rispetto alle altre squadre affrontate è assolutamente positivo: siamo al livello dei nostri avversari.Quali sono gli obiettivi dello staff? Non c’è un picco stagionale, dobbiamo essere sempre al 100% in ogni gara. Abbiamo cercato di programmare la stagione gestendo bene il lavoro nelle poche pause dall’attività agonistica con specifiche attività di recupero.Questa pausa è positiva? Si perché dopo 10 partite consecutive dove i giocatori arrivano stanchi, a questo punto della stagione è utile che abbiano una settimana di scarico.C'è un reparto che merita più attenzione? Tutti hanno bisogno di lavorare specificamente rispetto al proprio ruolo sia per prevenire infortuni sia per migliorare la condizione a livello fisico per poter essere performanti in campo.  Nel rugby moderno il ruolo del rugbista sta diventando sempre più omogeneo anche rispetto ai diversi ruoli in campo quindi a livello fisico servono giocatori polivalenti.Quali le metodologie di lavoro più usate? Oltre all’attività ordinaria, il Cardio e il GPS sono attrezzature molto utili che possono aiutare a raccogliere maggiori dati specifici sugli allenamenti dei giocatori a livello individuale e di gruppo sia in palestra sia in campo. Con questi  strumenti elettronici è possibile avere informazioni oggettive sulla condizione fisica quotidiana del giocatore e della squadra.Giorgio Sbrocco

Rugby Ball