10
febbraio


Rabo Pro12 – Per Glasgow vittoria e bonus grazie a un grande Matawalu By Giorgio Sbrocco

Zebre – Glasgow 20 - 36 (pt 20 -17)Marcatori: 4’ m. van Schalkwyk tr. Halangahu, 7’ m. McGuigan tr. Wight,  9’ m. Tebaldi tr. Halangahu, 11’ m. Dunbar tr. Wight, 15’ cp Wight, 25’ cp Halangahu, 35’ cp Halangahu, 52’ mnt McGuigan, 62’ m. James tr. Matawalu, 75’ m. Murchie tr. WightGialli: 42’ Morrison (G) Al 42’ esce Morrison per giallo (fallo su Ferrarini) Non piove ma il numero dei palloni mal controllati è molto elevato.Dentro Festuccia con Redolfini in prima linea al 48’ Un tenuto dentro i 22 di Quartaroli giocato veloce regala 10 metri a Glasgow che non piazza e opta per la rimessa laterale a cinque.*Al 51’ McGuigan (Warriors ancora in 14) segna la sua seconda meta, libero sulla sinistra dei pali dopo una bella penetrazione del n. 8 Wilson (errore di Tebaldi in liberazione). Sorpasso Glasgow che si porta a +2Al 58’ entra Perugini. La vecchia guardia delle Zebre è (quasi) tutta in campo. Manca solo SoleFuori il calcio di Halangahu (fallo scozzese a terra) che centra i pali al 59. Niente  controsorpasso bianconero*James  (62’) segna sull’angolo destro perfettamente servito  da Matawalu (passato all’ala) autore di un grande buco nel canale centrale della difesa italiana (Pratichetti placcaggio mancato?). Glasgow scappa a +9Bella azione delle Zebre sul lato dell’introduzione. Bacchetti placcato a un passo dalla bandierina sinistra.Bella progressione centrale di Campbell che porta il gioco dentro i 22 delle Zebre.Bianconeri che muovo palla rischiando molto in zona difensiva.*Murchie firma la quinta meta al ancora una volta imbeccato da Matawalu, perfetto nel ritornare un calcio poco accorto di Halangahu. + 16 Glasgow e partita virtualmente finita.Al 78’ grande occasione per Festuccia che a un metro dalla meta viene placcato (regolarmente?) e guadagna una mischia a cinque.Reset al 79’. Meta tecnica pe le Zebre  in arrivo?No, perché la prima linea dei Warriors tiene alla grande e chiude la partita con i cinque punti che aveva messo in bilancio al momento di scendere in campo.Nelle Zebre i migliori; Bergamasco, Bacchetti e van SchalkwykGiorgio Sbrocco

PRO 12 – GLI AIRONI SCONFITTI A GLASGOW NEGANO AI WARRIORS LA QUARTA META E IL PUNTO DI BONUS. By Giorgio Sbrocco

Glasgow Warriors – Aironi 29-6 (pt 16-6) Marcatori: 3’, 11’, 24’ cp Weir, 27’, 33’ cp Orquera, 36’ m. Seymour tr. Weir, 45’ cp Weir, 59’  mnt Grant, 73’ mnt Murchie Note: 67’ giallo a Aguero, spettatori 4100 Glasgow –  Vittoria secondo pronostico ma senza bonus per i Warriors di coach Sean Lineen sugli Aironi al Firhill stadium, al termine di un incontro che la franchigia scozzese aveva cominciato dominando a tal punto le fasi di conquista da costringere il tecnico gallese Rowland Phillips ad anticipare l’ingresso in campo dell’esperto Perugini in sostituzione di Romano, palesemente inadeguato a competere con la prima linea avversaria nella difficile e spietata guerra degli assetti. L’ingresso del pilone salernitano (al 27’) ha riequilibrato una situazione che minacciava di degenerare e ha permesso agli Aironi di avvicinarsi a Glagow nel punteggio grazie a due calci di Orquera in risposta ai 3 dell’apertura Duncan Weir che, nella prima mezz’ora, avevano scavato il solco fra le due formazioni. In chiusura di primo tempo (36’) la meta (trasformata) dell’ala Seymour manda le squadre al riposo con i Warriors avanti di 10 punti. Passano solo 5’ della ripresa ed è ancora Weir (alla fine 5/6 per lui dalla piazzola) che allunga, mandando fra i pali una punizione concessa per fallo a terra della difesa Aironi provata e in parte sbilanciata da una prolungata multifase dell’attacco scozzese. Gli Aironi tengono comunque il campo e gestiscono al meglio alcuni possessi che però non si concretizzano in punti per errori anche banali in fase di finalizzazione. Al 55’ cambio della prima linea con gli ingressi di Aguero e Denti, che si segnala per un paio di buone incursioni oltre la linea del vantaggio. Al 58’ Bergamasco (al rientro dopo la squalifica che gli ha negato il Sei Nazioni) rischia il giallo per un’ostruzione sui chip sul lato destro del solito Weir ma se la cava con un’ammonizione verbale. Sugli sviluppi dell’azione susseguente la rimessa laterale, però, Grant schiaccia oltre la linea i punti del 24-6. Tebaldi torna a fare il mediano di mischia, Orquera passa estremo e Olivier va in cabina di regia. Aironi in difficoltà: Quartaroli (66’) manca una presa aerea e commette in avanti, Galsow recupera e trasforma al largo. Salva Pratichetti (avanti volontario) che rischia a sua volta il professionale. Paga per tutti (68’) il pilone Aguero, che recupera palla in zona d’impatto in posizione che (solo) l’arbitro valuta illegale. Con la vittoria in tasca e in superiorità  numerica,  Glasgow alza il ritmo alla ricerca dell’extrapunto. Al 75’ l’estremo Murchie trova il corridoio libero sul terzo canale (errore di scalata di Tebaldi) e firma la terza meta. La quarta non arriva perché gli Aironi, negli ultimi minuti di gara, sfoderano una prestazione difensiva da applausi. La partita finisce con otto fasi di Glasgow nei cinque metri italiani che si conclude con l’attaccante più esterno del fronte scaraventato fuori campo da tre giocatori in maglia azzurra. Fra gli Aironi da segnalare le buone prove di Toniolatti, Del Fava, Bergamasco e Sinoti. Per i Warriors, grande prova del flanker Fusaro e del mediano di mischia Pyrgos, eletto man of the match. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo

20
marzo


PRO 12 – Venerdì gli Aironi a Glasgow per battere gli Scozzesi. Venditti, Metaman dell'’Olimpico, promette battaglia. By Giorgio Sbrocco

Aironi al lavoro al quartier generale della franchigia a Cogozzo presso il Lavadera Village, in vista della trasferta di venerdì a Glasgow (20.35) contro i Warriors che segnerà la ripresa delle ostilità in Pro12. Un nuovo confronto Italia-Scozia dopo la vittoria azzurra all’Olimpico nel 6 Nazioni resa ancora più memorabile per la formazione di coach Phillips dalla marcatura eprsonale dell’Airone Venditti. Tutti rientrati (tranne Bortolami, Geldenhuys e Masi, ai quali è stata concessa una settimana di riposo) gli atleti che hanno preso parte al Torneo vinto dal Galles che è tornato a centrare il Grande Slam a distanza di tre anni. Quella di Glasgow sarà partita dai contenuti tecnici che si anunciano molto elevati. I Warriors sono la rivelazione dell’anno in PRO12 e sanno di giocarsi buona parte delle possibilità di accedere ai play off. Gli Aironi sono reduci dalla storica vittoria interna sui  campioni in carica di Munster e promettono battaglia e altri risultati importanti nelle ultime cinque giornate della stagione regolare. Ottimista lo stesso Venditti: “In questi due mesi ho visto un gruppo che ha lavorato veramente sodo e i risultati si sono visti perché dietro la vittoria con Munster ci sono le buone prestazioni con i Dragons, con Leinster, Ospreys. Squadre di alto livello che hanno tutte sofferto contro di noi. Adesso mancano cinque partite, sono contento di essere rientrato e di essere disponibile, vediamo di fare bene già a Glasgow. Ci starebbe bene un altro sgambetto ad una squadra scozzese”. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

Rugby Ball