15
maggio


Tags
,

Viadana – La morte di Sidiki Conde, talento africano dell’u14. By Giorgio Sbrocco

Aveva 14 anni, era originario della Guinea, viveva in provincia di Reggio Emilia dal 2007 e giocava a Rugby con il Viadana, Ieri sera è morto. Così riferisce Reggionline (Paolo Pergolizzi) Tragedia a Boretto dove ieri sera, verso le 22,30, è morto improvvisamente un giovane di 14 anni, Sidiki Conde, mentre era a casa sua. Il ragazzo si è sentito male improvvisamente, è svenuto ed è stato portato d'urgenza all'ospedale di Guastalla ma i sanitari, purtroppo, non hanno potuto fare nulla per salvarlo dato che è arrivato al nosocomio locale che era già cadavere. Il giovane africano, originario della Guinea, viveva a Boretto da due anni con il padre che era qui per lavoro dal 2007, mentre la madre era rimasta in Africa. Il 14enne, che aveva già un fisico imponente per la sua età, giocava a rugby nelle giovanili del Viadana e frequentava le scuole medie del paese.Il sindaco di Boretto, Massimo Gazza, appena saputo della disgrazia ha detto a Reggionline: "Esprimo le mie più profonde condoglianze alla famiglia. La mia amministrazione gli sarà vicina e cercheremo di sostenerli per ogni loro necessità".  Anche il Rugby Viadana si stringe attorno alla famiglia Conde "per la prematura scomparsa di Sidiki, atleta della formazione Under 14 giallonera". La salma di Sidiki è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria che ha aperto un'inchiesta (il pubblico ministero Isabella Chiesi sta coordinando le indagini) e, come è di prassi in questi casi, ha disposto l'autopsia che sarà eseguita nei prossimi giorni. Per questo motivo la data dei funerali non è ancora stata fissata.Ignote, al momento, le cause del decesso. Il giovane era andato dal dottore, recentemente, perché faceva fatica a respirare per un'allergia. Gli erano state fatte anche delle analisi ma, secondo quanto riferiscono dal Viadana rugby, i risultati non avevano segnalato nulla di preoccupante. Anche dai controlli della medicina sportiva non era emerso nulla. Alla famiglia del giovane le sentite condoglianze della redazione NewsGiorgio Sbrocco

Italian League Eccellenza – Il Mogliano dei miracoli stende Viadana e continua a sognare. By Giorgio Sbrocco

Mogliano – Prato  18 – 8 (pt 6 – 5)Marcatori: 9’ cp Fadalti, 28’ mnt Robertson, , 44’, 64’ cp Fadalti, 70’ cp Apperley, 74’ dr. Galon, 76’ cp NathanGialli: 43’ Van Jaarsveld (V), 51’Lucchese (M) Mogliano insegue un sogno e…il sogno di avvera. Viadana costretto ba giocarsi tutto fra sette gironi allo Zaffanella partendo da zero. In tutti i sensi.Quaggia tutto esaurito. Maxi bandierone dei Miclas e un “Grazie Umberto” a caratteri cubitali che dice più di mille parole sul legame fra tifosi e tecnico in partenza a fine stagione. Un placcaggio alto di Santamaria su Bocchi frutta un calcio (9’) a favore di Mogliano da poco meno di 40 metri che Fadalti non sbaglia. Fuori Ravalle (spalla) sostituito da Ceccato. Scintille fra Costa Repetto e Van Jaarsveld al 12’. Liperini non prende provvedimenti. Grande difesa di Viadana. Mogliano spende molto soprattutto in zona di collisione e in fase di ripiazzamento offensivo. Per quanto potrà tenere un tale ritmo? Mischia trevigiana in sofferenza al 17’ e calcio per Viadana che Fenner manca da posizione favorevole (vento?). Un fuori gioco di Fadalti su ricezione difficoltosa concede (20’) a Fenner la possibilità di farsi perdonare. Ma non è giornata, l’ovale esce di molto a lato. La mischia di Mogliano non regge l’assetto in chiusa (Costa Repetto a sinistra non c’è). Gran meta di Viadana (28’) che da rimessa laterale a sinistra crea un perfetto 2 contro uno sul terzo canale che Fenner capitalizza servendo perfettamente Robertson che vola oltre la linea bianca. Fenner (0/3) sbaglia ancora. Torna subito avanti Mogliano grazie al piede di Fadalti (fallo a terra di Pizarro) che scrive 6-5 sul tabellone segnapunti. Turnover Viadana (35’) dopo una mischia chiusa (molto) mal controllata da Mogliano. Natan sbaglia un piazzato da 50 metri (39’) e le squadre vanno al riposo su 6-5 per i padroni di casa. In apertura di ripresa arriva il giallo (jQuery15206658576676268915_1368290542942?) a carico di Van Jaarsveld al 43’ e Fadalti manda fra i pali il relativo calcio di punizione che rutta il 9-5. Buco di Costa Repetto (51’) dentro i 22, vanificato da un successivo fallo di ostruzione in attacco dei trevigiani. Perfetto chip di Pizarro che costringe Fadalti al professionale (?) al centro della linea dei 22. Fenner sbaglia clamorosamente il calcio di punizione dal centro dei pali e il risultato non cambia. Super drive di Viadana (57’) da presa a due mani sui cinque metri. Liperini non vede il toccato in area di meta e chiede lumi al Tmo Claudio Giacomel. Che non concede la segnatura. Sugli sviluppi della successiva mischia a cinque metri Liperini vede un’ostruzione di Pizarro e penalizza Viadana. Galon (63’) spara un up & under nei pressi della metà campo, rincorre la palla e…cade (fallo di Cenedese?). Il calcio è sul punto di cauta poco fuori dai 22. Fadalti non sbaglia ed è + 7. Un’entrata laterale di Pascu offre al calciatore di Mogliano la possibilità di andare oltre break da 45 metri, molto  a destra dei pali. Ma stavolta l’ovale esce e il punteggio non cambia. L’avanzamento di Viadana costringe Mogliano al fallo (70’) a cinque metri davanti ai pali. Piazza Apperley e stavolta non sbaglia il calcio del – 4.  Al 74’ è l’estremo Galon che trova i pali con un perfetto (e ben costruito) drop. Nathan (76’) prova la porta (placcaggio uomo in volo di Pavan) da oltre 60 metri e non sbaglia! Viadana fuori bonus! Ultimo disperato attacco di Viadana da rimessa laterale dentro i 22 di Mogliano. Mogliano in trance agonistica riba pallone in ruck e Lucchese allontana di piede.Giorgio Sbrocco

Italian League Eccellenza – Le formazioni di Mogliano e Viadana per gara 1. By Giorgio Sbrocco

Rese note oggi le formazioni di Mogliano e Viadana che domani (ore 17, diretta Raisport) si sfideranno allo stadio Quaggia per gara 1 della prima semifinale scudetto. In stagione regolare vinse Viadana. Ma era la prima giornata e i trevigiani avevano fuori per infortunio alcuni dei loro migliori giocatori. Arbitrerà il livornese Liperini, TMO il fiulano Mauro Dordolo. Queste le formazioni annunciate Viadana: Robertson; Sintich, G. Pavan, Pizarro, R. Pavan; Apperley, Cowan; Padrò, Barbieri, Pelizzari; Fondse, Van Jaarsveld; Gilding, Santamaria (cap), Cenedese. A disp.: Denti, Bigoni, Cagna, Moreschi, Pascu, Bronzini, Cipriani, AlbanoMogliano: Galon, Onori, Ceccato Enrico, Nathan, Fadalti, Rodriguez, Lucchese, Swanepoel,  Candiago E. (Cap.), Barbini, Pavanello, Bocchi, Ravalle, Gianesini, Costa Repetto. A disp.: Ceccato A., Corbanese, Meggetto, Ceneda, Endrizzi,  Padovani, Cerioni, BoniGiorgio Sbrocco

Italian league Eccellenza – Zanichelli (Viadana): “Vogliamo arrivare fino in fondo”. By Giorgio Sbrocco

Vigilia di semifinale scudetto in casa del Viadana di coach Rowland Phillips, che sabato sarà di scena alle porte di Treviso contro il Mogliano di Umberto Casellato per gara 1. Per tutti parla il ds Antonio Zanichelli: “Mogliano è la squadra che pratica un modello di gioco differente rispetto alle altre, ha uno sviluppo molto aperto sollecitando molto i trequarti. Noi più pressione? Non direi, in quanto giunti a questo punto tutti vogliono arrivare in fondo e quello che è successo durante stagione regolare si azzera e si è tutti allo stesso livello”. Quanto a un primo bilancio dell'annata del ritorno nel campionato nazionale: “Possiamo dire che l’estate scorsa sia stata piuttosto travagliata con poco tempo per rialzarsi  e proprio per questo ammetto che totalizzare un numero così consistente di vittorie (19/22, ndr) rappresenti per noi una piacevole sorpresa. Ci sono stati molti momenti importanti, ma credo che la vittoria a Calvisano, per come è maturata e per le scelte fatte, rappresenti ad oggi una tappa fondamentale”. Giorgio Sbrocco

Italian league Eccellenza – Domenica a Calvisano è derby che vale il primo posto. By Giorgio Sbrocco

Si giocherà al San Michele (diretta ore 15 su Raisport) l’atteso posticipo domenicale della XX giornata del campionato di Eccellenza che metterà una contro l’altra Calvisano e Viadana. All’andata, allo Zaffanella l’antivigilia di Natale, vinse (di misura) Viadana, Ferraro (non visto dalla quaterna arbitrale) spaccò con un destro lo zigomo a Gilberto Pavan, la postazione di Andrea Cavinato in tribuna venne “assaltata” da alcuni facinorosi che, nella ricostruzione del tecnico dei bresciani, sfondarono la vetrata. Vetrata che secondo il ds dei mantovani Zanichelli era rotta da almeno cinque anni. Intervenne la forza pubblica ma non effettuò alcune fermo. I Miclas, storica sigla del tifo organizzato di Viadana ne uscirono puliti e del tutto incolpevoli. Grazie alla prova televisiva Ferraro beccò una squalifica monstre, che i giudici di seconda terza istanza ridimensionarono notevolmente. Oggi Calvisano guida la classifica davanti a Viadana. Se le posizioni saranno riconfermate il 4 maggio (ultima di stagione regolare), pur se invertite, la possibilità di una finale tutta lombarda come nel 2001 a Rovigo, sarà ipotesi praticabile. Se una delle due dovesse scivolare oltre il secondo gradino del podio si andrà a una semifinale fra corregionali, per una finale lombardo – veneto/toscana. La ruggine che c’era, comunque, c’è ancora. E l’ultimo scambio di opinioni on line (puntualmente riferito dai colleghi di Onrugby.it) fra Cavinato e Zanichelli ne è la scontata conferma.  Parlando di rugby giocato: per quanto visto finora è giusto riconoscere a Calvisano una quota significativa di pronostico favorevole. Anche se, contrariamente alla scorsa stagione, ha denunciato limiti imprevisti in fase difensiva (subisce troppe mete). Pur essendo il rugby sport collettivo per eccellenza, occorre rilevare che i campioni d’Italia in carica, oltre allo scontato vantaggio di giocare in casa, possono contare su alcune eccellenze individuali che ne sostanziano il ruolo di squadra favorita. I nomi: Griffen, Costanzo, Vunisa. E se la partita si dovesse decidere dalla piazzola il piede di Andrea Marcato potrebbe diventare decisivo. Giorgio Sbrocco

14
aprile


Italian league Eccellenza – Viadana a tempo scaduto batte Prato nel posticipo. By Giorgio Sbrocco

Si decide tutto nei 10' finali nella sfida dello Zaffanella fra Viadana e Prato. Un calci odi fenner all'84' scrive sul tabellone segnapunti il definitivo 26-24 per i mantovani. Dopo che Prato (in superiorità numerica) aveva piazzato un mortale 10-0 a cavall odell'ingresso nell'ultimo quarto di gara. Primo temp ocon Viadsana in apparente controlol dlele operazioni e due volte in meta con Pavan e Padrò. Nella ripresa meta (molto) contestata del tongano Siale al 79' (piedifuori?) e gialli a Rufolo e Pavan. Viadana si insedia al secodo posto alle spalle di Calvisano e 5 punti davanti a Prato. Le due lombarde non dovrebbero affrontarsi in semifinale. Stasera su Raisport differita della partita alle 22.30.Viadana – Cavalieri Prato  26 – 24 (pt 17- 8)Marcatori: 6' m. G.Pavan tr. Apperley, 9' mnt Bernini, 20' m. Padrò tr. Apperley,  24' cp Apperley, 35' cp Frati, 55' cp Apperley, 61' mnt Majstorovic, 68', 72' cp Patelli, 75' cp Fenner, 79' mnt Siale, 84' cp FennerGialli: 47' Rufolo (P), 57' Pavan (V)Classifica: Calvisano  78, Viadana 77, Prato 72; Petrarca Padova 63; Marchiol Mogliano 62; Cz Rovigo 52; Fiamme Oro Roma 41; Mantovani Lazio 32; R. Reggio 30, San Donà 27; L’Aquila Rugby 10; Crociati Pr 4 Giorgio Sbrocco

05
aprile


Italian League Eccellenza – Zanichelli (Viadana): “A Rovigo il test più importnate dell'anno”. By Giorgio Sbrocco

Il posticipo della XVIII giornata del  campionato di Eccellenza è in programma al Battaglini di Rovigo fra Cz e Viadana domencia alle 15 (diretta RAI Sport 1). Dirige Liperini di Livorno. “Entriamo nel mese di aprile caratterizzato solo da scontri diretti – sottolinea Antonio Zanichelli dg del XV mantovano - questa è una partita molto attesa sia in termini di classifica sia sotto l’aspetto emozionale. Per entrambe le formazioni ci sono in palio punti fondamentali per il proseguo della stagione con i rossoblù che saranno particolarmente agguerriti e con un carico di motivazioni particolare per rimanere ancorati alla scia dei play off. Questo momento rappresenta dunque un crocevia fondamentale, per noi è probabilmente la partita più importante della regular season. In campo  lo stesso XV che sabato ha battuto San Donà; l’unico cambio nello schieramento viadanese è rappresentato dal rientro di Jack Gilding a destra della prima linea.RUGBY VIADANA: Robertson; Sintich, G. Pavan, Pizarro, R. Pavan; Apperley, Bronzini; Padrò, Barbieri, Pelizzari; Fondse, Van Jaarsveld; Gilding, Santamaria (cap), Cenedese. In panchina: Denti, Marchini, Cagna, Pascu, Moreschi, Cowan, Cipriani, Albano. Giorgio Sbrocco

15
marzo


Trofeo Eccellenza – Le formazioni della finale Viadana-Lazio di domenica. By Giorgio Sbrocco

Comunicate oggi le formazioni di Viadana e Lazio che domenica (ore 15) allo Zaffanella di Viadana disputeranno la finale del Trofeo Eccellenza 2013, la competizione riservata alle sei formazioni del massimo campionato che non partecipano alla Amlin Challenge cup. La partita sarà trasemessa in diretta da diretta TV Cremona 1 sul canale 211 del digitale terrestre. Favorito il XV di Rowland Phillips, che è primo nela classifica generale del cmapoionato di Eccellenza e che ha già battuto il XV romano nel corso della stagione regolare. “Abbiamo preparato la partita come tutte le altre – assicura coach  Phillips – anche se siamo consapevoli che si tratta di una finale. Affrontiamo una formazione molto buona davanti e che nella linea arretrata dispone di elementi della classe di  Carl Manu. Un centro particolarmente dotato in attacco”. Queste le formazioniViadana: Fenner; Robertson, Pavan G., Pizarro, Sintich; Apperley, Cowan; Pelizzari, Barbieri, Pascu; Padrò, Van Jaarsveld; Cagna, Denti (cap), Cenedese. In panchina: Santamaria, Marchini, Gilding, Moreschi, Santi, Bronzini, Cipriani, Albano.Lazio: 15 Rubini, 14 Tartaglia, 13 Sepe, 12 Bisegni, 11 Gerber, 10 Gargiullo, 9 Canale, 8 Zanini, 7 Nitoglia, 6 Ventricelli, 5 Colabianchi (cap), 4 Keogh, 3 Pepoli, 2 Fabiani, 1 Cannone. In panchina: Manu, Varani, Bonavolontà, Dionisi, Nardi, Pietrosanti, Lorenzini, Ricci Girgio Sbrocco

25
febbraio


Tags

Torneo Eccellenza – La finale il 17 marzo allo Zaffanella di Viadana. By Giorgio Sbrocco

Si disputerà domenica 17 marzo (ore 15) allo stadio Zaffanella di Viadana la finale 2013 del trofeo di Eccellenza fra Viadana e Mantovani Lazio. Lo hanno deciso di comune accordo i due club interessati e la Fir. “Siamo felici di ospitare questo evento – sottolinea Antonio Zanichelli – e ci impegneremo al massimo per onorare a livello organizzativo, oltre che sportivo, il momento conclusivo e più importante della competizione. Inutile aggiungere che lavoreremo per far sì che la cornice di pubblico sia consona all’importanza della sfida”. Giorgio Sbrocco

18
febbraio


Tags
,
,

Fir – La nota di Viadana a commento del comunicato Fir del 12 febbraio. By Giorgio Sbrocco

 Risposta piccata e assai dura nei toni dell'ufficio stampa di Rugby Viadana al comunicato Fir dello scorso 12 febbraio a commento della sentenza di rigetto del ricorso presentato presso l'alta corte del Coni dal club del presidente Melegari. L'argomento è (in parte) noto, molto meno lo sono i particolari  su cui il documento che integralmente riportato mette l'accento. Uno fra i tanti: finalmente si viene a sapere a quanto ammontava l'impegno economico assunt odai soci parmensi della franchigia e non onorato: a poco meno di 1,5 milioni di euro! Giorgio SbroccoEcco il testo della nota di  Rugby Viadana messo online oggi alle ore 16.37.E’ con rammarico che la società Rugby Viadana prende atto dei toni, in alcuni punti lesivi dell’immagine e della professionalità dei componenti del club e dei propri tesserati, utilizzati nel comunicato stampa della Federazione Italiana Rugby emesso nella giornata di martedì 12. Fa sorridere infatti la definizione “una non meglio precisata entità” affibbiata alla franchigia che aveva una denominazione ben precisa riportata nella documentazione a disposizione della FIR, Franchigia Rugby Nord Ovest Srl Ssd, che negli accordi INIZIALI fissava la partecipazione del Rugby Viadana al 70% e del Rugby Colorno al 30%. Il marchio sarebbe stato mantenuto quello degli Aironi perché rappresentava un’immagine ben conosciuta e riconoscibile a livello internazionale e sostenuta da una corposa campagna di comunicazione già attuata. Procedendo con la lettura del comunicato federale ci si scontra con un’altra “verità” opinabile, ovvero “…il bilancio del socio unico al 30 Giugno 2011 […] tale atto pubblico non avesse alcuna condizione per garantire la solidità patrimoniale della nuova entità…”. In tal senso sono due le considerazioni da fare: 1) Entrambi i bandi non richiedevano il bilancio dei soci della franchigia, 2) il “poco solido” Rugby Viadana, sta portando avanti il campionato d’Eccellenza 2012/13 senza mensilità arretrate per nessun tesserato e con una programmazione triennale. La FIR dovrebbe altresì giustificare, oltre all’ingente incremento di costo nel passaggio alla Franchigia Federale, la deliberata dispersione di un patrimonio di pubblico ed appassionati che accompagnava gli Aironi anche in trasferta, nemmeno lontanamente paragonabile a chi oggi segue la squadra a Parma. La “F.F.” ha in organico atleti che sono alla terza partecipazione consecutiva in Celtic League ed il tempo di assemblaggio è lo stesso che avevano avuto gli Aironi nel primo anno. E’ dunque oggettivamente difficile anche solo paragonare i due percorsi e tanto meno credere legittima la frase “…(la franchigia Aironi, ndr) non ha ottenuto risultati sul piano sportivo…”. Vorremmo infatti rinfrescare la memoria a chi non ricorda che Biarritz, Connacht (2 volte), Edinburgh Rugby, Benetton Treviso e Munster, uscirono sconfitti dallo Zaffanella di Viadana e che in precedenza, il club giallonero si era distinto per alcuni successi importanti in  Europa credendo nella continuità di un progetto e nella sua evoluzione, situazione ben differente dagli stravolgimenti federali degli ultimi due anni.Viene citato il debito accumulato in modo semplicistico e senza un’analisi appropriata. Ammesso e non concesso che la cifra riportata corrisponda a realtà, viene omessa una parte fondamentale, ovvero che i soci parmensi,  hanno fatto mancare al progetto 1.446.000€ a cui vanno ad aggiungersi altri 67.000€ a carico delle tre società ducali per l’abbigliamento sportivo NON ANCORA SALDATO agli AIRONI. Sulla serietà  GESTIONALE degli AIRONI, dichiarata dal Comunicato FIR,  “FALLIMENTARE”,  si precisa che l’ex Vice Presidente  e Amministratore Delegato degli AIRONI, che tra l’altro gestiva, con il suo studio anche tutta la contabilità degli Aironi, oggi è CONSIGLIERE FEDERALE, con importanti incarichi  e l’altro componente del cda  AIRONI, è stato inserito nel cda della Franchigia Federale delle ZEBRE!!! E LA COERENZAjQuery15207648765802937834_1361203459857?

Rugby Ball