17
settembre


Tags
,
,

Pro 12 – Rinviata per lutto Zebre - Ulster

La Fir informa A seguito della morte del giocatore di Ulster Nevin Spence avvenuta nel fine settimana, la gara tra Zebre Rugby ed Ulster – originariamente programmata venerdì 21 settembre allo Stadio “XXV Aprile” di Parma e valido per la quarta giornata di RaboDirect PRO12– è stata rinviata a data da destinarsi. Un annuncio relativo alla riprogrammazione del match verrà effettuato successivamente. Un minuto di silenzio verrà osservato in occasione di tutti gli altri incontri di RaboDirect PRO12 in programma nel fine settimana.        

17
settembre


Pro 12 – La tragica scomparsa di Nevin Spence. In dubbio Zebre – Ulster di venerdì. By Giorgio Sbrocco

Il rugby piange la scomparsa di Nevin Spence, 22enne talento emergente dell’Ulster, deceduto mentre lavorava nell’azienda agricola di famiglia insieme con il padre Noel e il fratello Graham. La partita Zebre-Ulster, in calendario venerdì 21 al XXV Aprile di Moletolo, valida per la quarta giornata del Pro 12, potrebbe essere rinviata ad altra data. Il neo presidente della Fir Alfredo Gavazzo, nell’esprimere con una nota ufficiale il suo cordoglio e quello della federazione per il tragico evento, si è detto disponibile, a nome della franchigia federale, a rispettare “i desideri della famiglia di Nevin e dei suoi compagni di squadra”. La decisione in merito è attesa nelle prossime ore. NEVIN SPENCE29.04.1990 (Annahilt – NI)Ruolo: Centro – alaClub: BallynahinchPro 12 – Ulster (42 caps, 25 punti, debutto aprile 2010 con Ospreys)Irlanda under 20 – 11 capsIrlanda Wolfhounds – 3 caps Giorgio Sbrocco

13
settembre


Pro 12 – Ulster cambia sette giocatori, Munster quasi invariato per la battaglia di Ravenhill. By Giorgio Sbrocco

Il neozelandese Anscombe opera sette cambi nella formazione dell'Ulster che domani sarà di scena a Ravenhill di Belfast contro Munster per lo scontro che vale (come minimo) il secondo posto in classifica generale del Pro 12. In mischia  Stephen Ferris (100 caps!) farà il flanker sul lato chiuso, mentre la prima linea sarà tutta nuova con  Tom Court, John Afoa e Nigel Brady che sostituiranno Callum Black, Declan Fitzpatrick e Rob Herring. Dietro: Andrew Trimble, preferito a Craig Gilroy  partirà all'ala, mentre a Paul Marshall e Paddy Jackson sarà affidata la cabina di regia. “Per noi è il primo derby dell'anno – ha osservato Anscombe – e fra le due squadre ci sono anni e anni di contrapposizione e di storia. Per vincere dovremo davvero dare il massimo in ogni settore del gioco e su ogni pallone”. Già venduti 9500 biglietti, gli ultimi disponibili sono per la Grandstand  e la Promenade. Per Munster è annuciata la linea arretrata invariata rispetto all'ultima uscita ufficiale, mentre in mischia torna Donncha O'Callaghan in seconda linea e la prima linea sarà composta da Dave Kilcoyne ,BJ Botha e Damien Varley tallonatore. All'apertura l'emergente Keatley con “aprire solo in caso di emergenza” O'Gara in panchina.Ulster : J Payne; A Trimble, D Cave, L Marshall, M Allen; P Jackson, P Marshall;T Court, N Brady, J Afoa, J Muller (c), L Stevenson, S Ferris, S Doyle, N Williams;In panchina: R Herring, C Black, D Fitzpatrick, N McComb, M McComish, M Heaney, P Nelson, C Gilroy.Munster: Denis Hurley; Doug Howlett Capt., Casey Laulala, James Downey, Luke O’Dea; Ian Keatley, Duncan Williams; Dave Kilcoyne, Damien Varley, BJ Botha; Donncha O’Callaghan, Billy Holland; Dave O’Callaghan, Sean Dougall, James Coughlan. In panchina: Mike Sherry, Marcus Horan, Stephen Archer, Dave Foley, Tommy O’Donnell, Conor Murray, Ronan O’Gara, Keith Earls. Giorgio Sbrocco 

Pro 12 – Ulster: il pilone Paddy McAllister fuori per un grave infortunio ai legamenti del ginocchio. By Giorgio Sbrocco

Guai all’orizzonte per i nordirlandesi dell’Ulster. Il 23enne pilone sinistro Paddy McAllister, vittima di un serio infortunio al ginocchio nel corso di una seduta di allenamento sul finire della scorsa settimana, rischia di perdere gran parte della prossima stagione agonistica. La prima diagnosi, stilata dallo staff medico della franchigia di Belfast, parla di lesione al legamento crociato anteriore e a uno dei collaterali. Danni la cui unica via di risoluzione passa attraverso la sala chirurgica e il relativo intervento. Prima di decidere sul da farsi, però, McAllister sarà sottoposto a una visita specialistica che dovrebbe definire compiutamente le dimensioni del danno e meglio quantificare la prognosi. Cresciuto nel Ballynahinch Rfc, McAllister (Irlanda under 19 e under 20, nativo di Linsburn, città di 70mila abitanti a sud ovest di Belfast) è al suo terzo anno con la maglia dell’Ulster e ha collezionato 8 presenze con la prima squadra.Giorgio Sbrocco

18
maggio


Heineken cup – Fatte le formazioni. Leinster favorito, Ulster che non farà regali. Domani a Twickenham una finale tutta da gustare, By Giorgio Sbrocco

Sale l’attesa per la finalissima tutta irlandese di Heineken cup fra Leinster e Ulster, in programma domani (ore 18, diretta su Sky) a Twickenham. Rese note oggi le due formazioni. Nel Leinster si rivede O’Driscoll titolare dal primo minuto, mentre il neozelandese Brian Thorn in seconda linea, che in patria si è aggiudicato il Super Rugby, sarà in campo all’inseguimento della “stagione perfetta”. Pronostici e bookmakers dicono tutti: Leinster. Ma il cuore sudafricano della formazione di Belfast batterà forte dal primo minuto e difficilmente capitano Muller e i suoi si arrenderanno senza combattere fino all’ultimo. Queste le formazioni annunciate: Leinster15 Rob Kearney, 14 Fergus McFadden, 13 Brian O'Driscoll, 12 Gordon D'Arcy, 11 Isa Nacewa, 10 Jonathan Sexton, 9 Eoin Reddan, 8 Jamie Heaslip, 7 Sean O'Brien,6 Kevin McLaughlin, 5 Brad Thorn, 4 Leo Cullen (capt), 3 Mike Ross, 2 Richardt Strauss, 1 Cian Healy.In panchina: 16 Sean Cronin, 17 Heinke van der Merwe, 18 Nathan White, 19 Devin Toner, 20 Shane Jennings, 21 Isaac Boss, 22 Ian Madigan, 23 David Kearney. Ulster15 Stefan Terblanche, 14 Andrew Trimble, 13 Darren Cave, 12 Paddy Wallace, 11 Craig Gilroy, 10 Paddy Jackson, 9 Ruan Pienaar, 8 Pedrie Wannenburg, 7 Chris Henry, 6 Stephen Ferris, 5 Dan Tuohy, 4 Johann Muller (capt), 3 John Afoa, 2 Rory Best, 1 Tom Court. In panchina: 16 Nigel Brady, 17 Paddy McAllister, 18 Declan Fitzpatrick, 19 Lewis Stevenson, 20 Willie Faloon, 21 Paul Marshall, 22 Ian Humphreys, 23 Adam D'Arcy. Giorgio Sbrocco

PRO 12 – A TREVISO VINCE L’ULSTER CON META DI D’ARCY ALL’80’. BENETTON DA APPLAUSI.  RAISPORT: NON PERVENUTA. By Giorgio Sbrocco

BENETTON – ULSTER  23-27  (pt 13 - 13) Marcatori: 2’ m. Ceccato tr. Burton, 17’ cp Humphreys, 23’ m. Henry tr. Pienaar, 28’ drop Burton, 31’ cp Pienaar, 33’ cp Burton, 45’ drop Burton, 69’ m. Di Bernardo tr. Burton,  71’ m. Wallace tr. PIenaar, 80’ m. D’Arcy tr. Pienaar Treviso –  Grande rugby in Pro 12. Al termine di una partita bellissima (che la TV di stato si è regolarmente persa per… motivi tecnici. Differita  stasera alle 22.30), la Benetton di Franco Smith esce sconfitta da Monigo a opera dell’Ulster  al termine di un match vibrante e dagli elevatissimi contenuti tecnici che a due minuti dalla fine conduceva 23-20, dopo essere andata sul 23-13 a men odi 10’ dalla fine. Pronti: via! E Treviso è già in meta grazie alla poderosa  azione penetrante di Ceccato sugli esiti di una veloce combinazione Vosawai – Williams. Il tallonatore biancoverde schiaccia oltre la linea bianca per la facile trasformazione di Burton che vale il 7-0. La partita è molto combattuta, Benetton e Ulster si danno battaglia a viso aperto e il livello degli impatti è molto elevato. Al 17’ l’Ulster riduce le distanza dalla piazzola grazie al piede del mediano di apertura Humphreys. La meta trasformata della terza linea Henry (38’) opera il primo sorpasso di giornata, prima che Burton (due volte a segno su cp e di drop) e il mediano di mischia ospite Pienaar (fuori al 40’ la palla del possibile +3 Ulster), confezionino il 13-13 dell’intervallo. Al rientro dagli spogliatoi Treviso si installa nella metà campo nordirlandese e Burton (45’) trova ancor ala zampata vincente per il drop che vale  il 16-13. L’equilibrio è costante, in vista dell’ultimo quarto di gara le panchine mandano sul terreno di gioco i rimpiazzi nella speranza di poter ulteriormente alzare il ritmo e l’intensità. Per la Benetton “solito” cambio integrale della prima linea: dentro Muccignat-Rouyet con Vidal tallonatore. In terza entra Padrò per Barbieri e Minto in seconda per Antonio Pavanello. Ultimo quarto d’ora di gloria anche per Di Bernardo che rileva Williams. Al 61’ solo l’arbitro ferma Treviso pescando (?) Iannone in fallo di tenuto a meno di due metri dalla linea di meta. Al 67’ Burton crca il terzo drop da 40 metri ma non lo trova. Ma la meta è nell’aria. La firma Di Bernardo al 69’ perfettamente servito da Iannone.  La reazione dei nordirlandesi no si fa attendere: passano due minuti  e tocca a Paddy Wallace finalizzare in mezzo ai pali una mortifera penetrazione di Pienaar nel cuore della (disattenta, rilassata?) difesa dei veneti. A meno di 8’ al termine, con tutto lo stadio in piedi la partita riparte dal 23-20 per i padroni di casa. Treviso sembra potercela fare: si installa nei 22 avversari e mantiene il possesso nonostante la feroce contrapposizione degli avversari. Ma l’Ulster reagisce alla grande e risale il campo fino a ottenere una mischia a proprio favore sui 5 metri di Treviso. Lo stadio trattiene il fiato e (forse) prega gli dei del rugby di intercedere per i  Leoni. Ma gli dei ovali, purtroppo per Treviso, hanno altro da fare. E all’ultimo secondo di gioco Adam D'Arcy mette a referto la meta del 25-23. Pienaar, a tempo scaduto, trasforma e finisce 27-23. Un’occasione persa. Peccato! Giorgio Sbrocco. Giornalista sportivo  

23
marzo


Rabodirect Pro 12: IL XV BIANCO-VERDE PER LA SFIDA AGLI IRLANDESI DELL'ULSTER

Treviso - Diciottesima giornata di RaboDirect PRO12, penultimo scontro casalingo per i Leoni del Benetton Treviso, chiamati ad affrontare la formazione nordirlandese dell'Ulster. Si gioca sabato 24 marzo alle ore 16:15 allo Stadio Monigo di Treviso, con direzione di gara affidata al fischietto gallese Leighton Hodges. Il match sarà seguito live dalle telecamere di RaiSport 2 (canale 58 del digitale terrestre, 228 della piattaforma Sky) con telecronaca affidata a Riccardo Pescante ed Andrea Gritti, ma anche via radio sulle frequenze di VenetoUno (97.5), con commento di Emanuele Spironello. Prima della sfida eseguiranno il corridoio e si scontreranno poi amichevolmente nell'intervallo le formazioni Under 10 di Rugby Casale e Valsugana Rugby Junior, e le Under 12 di Rugby Piave ed Amatori Rugby Genova. Il Benetton ritrova dopo gli impegni internazionali al torneo Sei Nazioni, i molti nazionali impegnati nei mesi scorsi con la maglia azzurra. Nell'ultima rifinitura, Franco Smith ha scelto la formazione che scenderà in campo nel tentativo di ottenere il primo successo dei Leoni del 2012. I biancoverdi, infatti, non vincono dal 31 dicembre 2011, vale a dire dal successo per 37-14 tra le mura amiche nel derby con gli Aironi. Da allora, sette sconfitte consecutive: cinque in RaboDirect PRO12 e due in Heineken Cup, accompagnate anche da tanta sfortuna e condizionate naturalmente dalle assenze pesanti. L'avversario non sarà sicuramente dei più semplici, tanto è vero che il record personale dell'Ulster contro le formazioni italiane è di 13 successi ed una sola sconfitta. Sconfitta maturata il 7 ottobre scorso al Ravenhill, proprio contro il Benetton, bravo ad imporsi per 23-12, nel secondo successo esterno di sempre nella kermesse. Una meta tecnica, i punti al piede di Burton ed una meta di rapina dello stesso mediano di apertura italo-australiano, consentirono la vittoria meritata ai biancoverdi.  Antonio Pavanello e compagni devono anche riuscire a ritrasformare lo stadio Monigo nella loro fortezza, così come accaduto nella scorsa stagione con otto successi interni su undici partite celtiche. Quest'anno il dato dei successi, anche se in virtù di una posizione di classifica migliore fino a questo momento, è fermo a sei, equamente distribuiti tra estero e Treviso. In caso di vittoria contro l'Ulster, poi, il XV della Marca si garantirebbe la prima doppietta nei confronti di un team non italiano, dato che al momento il double è riuscito solamente ai danni degli Aironi. Il secondo ed ultimo tentativo potrebbe essere, invece, il match di domenica 22 aprile contro i Glasgow Warriors, chiusura della stagione dei biancoverdi, almeno per quanto riguarda gli incontri interni. Il triangolo allargato sarà costituito da Ludovico Nitoglia, Brendan Williams e Tommaso Iannone, mentre la coppia di centri sarà formata da Gonzalo Garcia ed Alberto Sgarbi, che taglia il traguardo delle 100 partite in biancoverde. Mediana, terza e seconda linea azzurre, con Kris Burton in coppia con Edoardo Gori. Davanti, invece, ci saranno Robert Barbieri come numero 8, Manoa Vosawai ed Alessandro Zanni flanker. Saltatori Corniel Van Zyl e capitan Antonio Pavanello. In prima linea, si rivedono Lorenzo Cittadini e Michele Rizzo, con Enrico Ceccato al tallonaggio. Questa la formazione scelta per domani: 15 Brendan Williams 14 Tommaso Iannone 13 Alberto Sgarbi 12 Gonzalo Garcia 11 Ludovico Nitoglia 10 Kristopher Burton 9 Edoardo Gori 8 Robert Barbieri 7 Alessandro Zanni 6 Manoa Vosawai 5 Corniel Van Zyl 4 Antonio Pavanello (capitano) 3 Lorenzo Cittadini 2 Enrico Ceccato 1 Michele Rizzo   A disposizione: 16 Franco Sbaraglini 17 Matteo Muccignat 18 Ignacio Fernandez Rouyet 19 Valerio Bernabò 20 Francesco Minto 21 Gonzalo Padrò 22 Fabio Semenzato 23 Alberto Di Bernardo   Head Coach: Franco Smith.  

PRO 12 – TREVISO IN CASA CONTRO L’ULSTER BATTUTO A BELFAST ALL’ANDATA E IN CORSA PER I PLAY OFF. IN CAMPO I REDUCI DEL SEI NAZIONI.

Domani a Monigo, per il 18esimo turno di Pro 12, è di scena la franchigian nordirlandese dell'Ulster che affronta i ragazzi di Franco Smith (a digiuno di vittorie nel 2012 e in serie negativa da sette giornate) impegnati nel loro penultimo impegno casalingo della stagione. Dirige il gallese Leighton Hodges, calcio d’inizio alle 16.15, diretta su Raisport2. All’andata a Belfast si impose la Benetton (23-12) che nell’occasione consegnò agli annali la seconda vittoria esterna della propria esperienza celtica. In caso di successo, Treviso, conseguirebbe il primo ”double” della sua biennale esperienza nel torneo. Per la sfida alla formazione più “sudafricana” del Pro 12, Treviso parte con Williams estremo e l’accoppiata Nitoglia-.Iannone alle ali. Particolarmente attrezzata fisicamente la coppia di centri composta da Arcia (primo) e Sgarbi. La mediana è quella della Nazionale del Sei Nazioni, con Gori numero 9 e Burton (eroe della vittoria all’andata) mediano di apertura. In terza, Smith concede (giustamente) fiducia a Barbieri con la maglia numero 8, con Zanni e Vosawai al lati. Blocco dei primi cinque assolutamente affidabile con Van Zyl e Pavanello in seconda, Ceccato  al tallonaggio, Rizzo a sinistra e Cittadini a destra. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo  

20
marzo


PRO 12 – Benetton riparte da Monigo contro l'Ulster, by Giorgio Sbrocco

Ripresa di Pro12 fra le mura amiche di Monigo per la Benetton di Franco Smith che sabato (16.15) affronterà l’Ulster per il 18esimo turno di regular season della competizione celtica. Sarà la penultima apparizione casalinga dei Leoni biancoverdi di capitan Pavanello che al momento occupano l’ottava posizione in classifica generale (29 punti) alla pari con i sorprendenti Dragons gallesi di Newport che, nel recupero della scorsa settimana, hanno superato i pronosticati Blues di Cardiff. La formazione nordirlandese è attualmente quinta (47), a una lunghezza da Glasgow, a tre dagli Ospreys e a sei da Munster. Pronostico tutto per la formazione di Belfast, mentre in casa Benetton, prima dio definitre la formazione da mandare in campo, si dovranno quantificare i "danni" (infortuni) e l ostato di affaticamento, della pattuglia azzurra reduce dal 6 Nazioni. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo.

PRO 12 – Vincono Leinster, Munster e Ulster, Glasgow firma l’impresa a Swansea e gli Scarlets non mollano la zona play off. By Giorgio Sbrocco

Sono Leinster e Munster, rispettivamente con 63 e 51 punti (ma con una partita da recuperare), a comandare la classifica provvisoria di Pro 12 dopo 17 giornate di gara. A cinque turni dal termine della regular season (ultima giornata in programma il 5 maggio) e a 80 giorni dalla finalissima del 26 maggio, si profila una massiccia presenza irlandese nella griglia dei play off. Al momento, infatti, i dublinesi di Joe Schmidt e l’Armata rossa di Limerick (detentrice del titolo) appaiono oggettivamente superiori alla concorrenza, anche se i loro (sterminati) organici pagheranno il dovuto al Sei Nazioni in corso. Tre irlandesi, tre gallesi e una scozzese nelle prime sette posizioni é, tutto sommato, un quadro generale in linea con le previsioni della vigilia e con la logica. Nella seconda parte della classifica, il Benetton Treviso comanda (6 vittorie) il plotone delle formazioni  che si contendono il primo posto  del “piano terra” del torneo. Domenica è in programma il recupero Aironi-Munster e giovedì quello fra Newport e Cardiff. Il Pro 12 riprenderà regolarmente il 23 marzo. Ospreys – Glasgow 20-26Scozzesi in forma smagliante all’inseguimento (riuscito) di un doppio stagionale da annali, violano il Liberty Stadium di Swansea grazie a un primo tempo di grande consistenza, impreziosito dalle mete dell’ala Shaw e del pilone Welsh e corroborato dalla precisione di Jackson dalla piazzola (16 punti per lui alla fine). Al riposo avanti 20-10 Glasgow si limita a contenere con molto ordine i tentativi di rimonta dei padroni di casa, che però raccolgono i frutti della loro non sempre lucidissima pressione solo al 75’ con la meta di Kahn Fotuali'i, con gli  ospiti in 13 per il doppio giallo a Kellock e Beattie. Il punto di bonus per gli Ospreys (discretamente inefficaci dopo la bella marcatura di Dirken in avvi odi partita) poteva essere evitato se il piede di Jackson si fosse dimostrato più preciso in almeno due facili circostanze. Uomo del match il flanker “scozzese” Fusaro. Ulster – Edinburgo 38-16La dura legge del Ravenhill punisce pesantemente Edinburgo che continua ad annaspare in Pro 12 (con questa sono 12 le sconfitte consecutive dall’inizio dell’anno) nonostante si sia garantito l’accesso ai quarti di finale di Heineekn cup. Avanti con la meta di Sep Visser dopo 5’, la formazione di coach Michael Bradley ha subito la strapotenza dell’organizzazione offensiva nordirlandese. Una sorta di efficientissima macchina da guerra che il mediano sudafricano Pienaar comanda e dirige dall’alto di una classe  e di un acume tattico inarrivabili. Partita chiusa dopo i primi 40’ terminati sul 21-8 per l’Ulster. Alla fine saranno 6 le mete dei biancorossi (nessuna doppietta, una di penalità), cui si aggiungeranno le quattro conversioni del numero 9 di Bloemfontein. Per gli scozzesi una meta dell’altro Visser (Tin) e tre punti dal piede di Godman. Il pilone neozelandese John Afoa è stato nominato uomo del match. Scarlets – Connacht 38-10Troppa la differenza fra il XV di Llanelli, ancora in piena corsa per una posto in semifinale e la franchigia irlandese di Galway, apparsa volenterosa e intraprendente, ma più che mai “leggera” per competenze atletiche e tasso tecnico. Equilibrato il primo tempo, chiuso sul 14-3 per i padroni di casa grazie alle mete di Fenby e Rhodri Jones. Secondo tempo contrassegnato da ritmi più elevati che hanno esaltato la capacità dei gallesi di dare continuità a ogni pallone, compresi quelli di recupero. La meta dell’extra punto porta la firma di Murphy (63’). Per gli Scarlets, cinque volte oltre la linea bianca, uguagliato il record delle mete segnate risalente al 2006. Il veterano Stephen Jones (13 punti di bottino personale), mediano di apertura giubilato dal ct Warren Gatland fra le polemiche, è stato il miglior uomo in campo. Newport – Munster 14 – 24Rischia grosso l’Armata rossa irlandese (imbattuta nel 2012) al Rodney Parade contro i Dragons. Solo al 69’, grazie alla meta di O’Dea, Munster riesce infatti a pareggiare (14-14), dopo aver chiuso il primo tempo sotto 9-11, con i padroni di casa a segno con Smith e con due piazzati di Robling, cui il solo Keatley aveva replicato (tre volte) dalla piazzola. In evidenza, in campo gallese, il centro Andy Tuilag (la sua uscita dal campo nel secondo tempo si è fatta molto sentire), il numero 9 Wayne Evans, perfetto nell’innescare le partenze dei suoi avanti e la seconda linea Luke Charteris, alla sua prima stagionale. Il sorpasso matura negli ultimi 10’: prima Deasy (entrato al 53’) centra i pali (73’) e subito dopo (75’) Jones  segna la meta (trasformata) del definitivo 24-14. La gara è stata diretta dal fischietto italiano Carlo Damasco di Napoli che al 58’ ha espulso (giallo) il mediano di mischia degli irlandesi per infrazioni ripetute. Giorgio Sbrocco, giornalista sportivo. RABO DIRECT PRO 12Classifica: Leinster 63, Munster 51, Ospreys 49, Glasgow 47, Ulster 46, SCarlets 45, Cardiff 44, Benetton Tv 29, Newport 25, Connacht 24, Edinburgo 23, Aironi 15

Rugby Ball