08
agosto


Rugby Seven – La prima giornata della WC 7s A Twickenham. By Giorgio Sbrocco

Comincia con un inedito Western Province contro New Yok e si chiude con uno stellare  Harlequins – Auckland il sabato ovale di Twickenham in occasione dell’apertura della prima edizione della World Cup7s . Questo il programma dettagliato della giornataSabato 17 agosto - Twickenham StadiumProgramma gare 1 11:30 A DHL Western Province - New York 2 11:52 A J.P. Morgan Winner - VVA Moscow Region 3 12:14 B Vodacom Blue Bulls - San Francisco 4 12:36 B Northampton Saints - Buenos Aires 5 12:58 C Harlequins - ACT Brumbies 6 13:20 C Auckland - Kuban Krasnodar  7 14:00 A DHL Western Province - VVA Moscow Region 8 14:22 A J.P. Morgan Winner - New York 9 14:44 B Vodacom Blue Bulls - Buenos Aires 10 15:06 B Northampton Saints - San Francisco 11 15:28 C Harlequins - Kuban Krasnodar   12 16:05 C ACT Brumbies - Auckland 13 16:27 A New York - VVA Moscow Region 14 16:49 B San Francisco - Buenos Aires 15 17:11 A J.P. Morgan Winner - DHL Western Prov 16 17:33 B Northampton Saints - Vodacom Blue Bulls 17 17:55 C ACT Brumbies -Kuban Krasnodar 18 18:17 C Harlequins - Auckland Giorgio Sbrocco

08
agosto


Rugby Seven – A Twickenham la prima WC Seven di club. By Giorgio Sbrocco

Sale l’attesa per la prima edizione della World Cup 7s che si disputerà a Twickenham il 17 e 18 agosto. Si tratta di un’edizione in qualche maniera sperimentale ma che si candida a un posto di riguardo nel panorama mondiale del Seven. Vi prenderanno parte 12 squadre: Harlequins e  Northampton in rappresentanza della Premiership, la vincitrice della finale di Bath del JP Morgan 7s, le sudafricane Western Province e Blue Bulls, Auckland dalla NZ, e i  Brumbies dall’Australia, Buenos Aires per l’Argentina, due rappresentative di New York e San Francisco (Usa),  una della regione di Mosca e una  da Krasnador (Russia) in rappresentanza del rugby considerato emergente. .  Gli organizzatori stimano un’audience televisiva nell’ordine dei 100 milioni di spettatori. Queste le reti che hanno acquisito i diritti del torneo:  ESPN per gli Usa,  SuperSport per il Sudf Africa, OSN per il Medio Oriente, ESPN Sur per il Sud Africa, Sky in Nuova Zelanda, Fox Sports in Australia e BT Sport in Gran Bretagna e Irlanda. Giorgio Sbrocco

Six Nations – Saint Andrè e l'ottimismo (della disperazione?) prima dell'Inghilterra. By Giorgio Sbrocco

La stampa francese, che quando vuole (o pensa sia giusto) sa essere carogna come poche al mondo, sostiene che (il povero ct della Francia ultima in classifica del Sei Nazioni) Philippe Saint-André “...a forza di rivedere al ribasso obiettivi e ambizioni della sua Nazionale, ora sta concretamente pensando di salvare il salvabile andando a vincere sabato a Twickenham contro l'Inghilterra”. Come dire: non ci resta che piangere. Radunata ieri la sua truppa al  CNR di Linas-Marcoussis, Saint Andrè ha provato a cogliere tutti di sorpresa dichiarando (sorridendo ironico ma non troppo al suo arrivo a Orly) che “L'Inghilterra può diventare il nostro Grande Slam. I nostri avversari sono euforici e tutti li danno per favoriti per il Grande Slam finale. Mentre, per noi,tutti pronosticano il Cucchiaio di legno. Una catastrofe che non abbiamo mai più vissuto dopo quel maledetto 1957”. Sulla strada che porta a Londra Saint André sa che ha bisogno di giocatori affamati e con tanta voglia di combattere, oltre che con un grande traguardo da raggiungere: “Andiamo a Twickenham senza il freno a mano inserito. Ho voglia di sentirmi fiero della mia squadra e sono certo che quando sarà il momento tutti daranno il 120 per cento”. La formazione della Francia che scenderà in campo contro l'Inghilterra sarà comunicata giovedì prima della partenza per Londra.Giorgio Sbrocco

30
gennaio


Heineken cup – Via dall'Allianz Park. Contro l'Ulster si gioca a Twickenham. By Giorgio Sbrocco

 Niente campo sintetico dell'Allianz Park di Hendon per il quarto di finale di HC fra Saracens e Ulster ma il tempio del rugby britannico di Twickenham. Così hanno deciso di comune accordo il club londinese e l'Erc in considerazione della ridotta capienza della nuovissima casa dei Sarries (10mila, nda), recentemente tenuta a battesimo nel terzo turno di LV=Cup contro Cardiff e che farà il proprio ingresso ufficiale in Aviva Premeirship il 16 febbraio con la partita Saracens-Exeter. “Giocare nel nostro nuovo stadio sarebbe stato bellissimo -a dichiarato il Ceo Edward Griffiths– ma credo sia troppo presto e poi gli 80 mila posti di Twickenham...”. Porteranno nelle casse del club un bel po'di sterline. “C'è poi da considerare che molti nostri giocatori conoscono bene Twickenahm  -ha voluto aggiungere Griffiths- per averci giocato con la maglia della nazionale”. Allora è tutto chiaro! I soldi non c'entrano.Giorgio Sbrocco

27
novembre


Test match – A Londra e a Cardiff gli ultimi test del 2012. By Giorgio Sbrocco

Si conclude con le sfide di Twickenham e del MIllenium di Cardiff il novembre internazionale che ha visto le potenze ovali dell’emisfero Sud affrontare quelle del vecchio continente. L’imbattuta Nuova Zelanda sfiderà l’Inghilterra di Stuart Lancaster che cerca punti di pregio per il ranking Irb (impossibile la scalata al quarto posto in vista dei sorteggi WC in programma lunedì 3), mentre un Galles sull’orlo di una crisi (non solo di nervi) proverà a riscattate un novembre tutto da dimenticare incontrando l’Australia quasi battuta dall’Italia a Firenze. In contemporanea saranno in campo tutti i campionati nazionali di Francia, Inghilterra e Italia, oltre al celtico Pro 12 che di fatto non si è mai fermato. Test match Sabato 1 dicembre ore 15.30 (italiane) Inghilterra – Nuova Zelanda (Twickenham)Galles – Australia (Millenium, Cardiff) Giorgio Sbrocco

15
novembre


Test match – Robbie Deans cambia quattro giocatori nell'Australia di Twickenham. By Giorgio Sbrocco

Attaccato in patria (anche) da David Campese (che con i Wallabies, una volta smesso di giocare, non ha mai avuto buon rapporto), il ct dell'Australia Robbie Deans prova a salvare stagione e posto di lavoro disegnando una formazione anti Inghilterra con quattro novità rispetto alla (brutta) prestazione conto la Francia. Titolari Berrick Barnes (estremo) e Digby Ioane (ala) nella liena arretrata, mentre nel pack le facce nuove sono quelle di  Sitaleki Timani in seconda e Benn Robinson pilone sinistro. AUSTRALIA15 Berrick Barnes, 14 Digby Ioane, 13 Adam Ashley-Cooper, 12 Ben Tapuai, 11 Nick Cummins, 10 Kurtley Beale, 9 Nick Phipps, 8 Wycliff Palu, 7 Michael Hooper, 6 Dave Dennis, 5 Nathan Sharpe, 4 Sitaleki Timani, 3 Ben Alexander, 2 Tatafu Polota Nau, 1 Benn Robinson.In panchina: 16 Stephen Moore, 17 James Slipper, 18 Sekope Kepu, 19 Radike Samo, 20 Liam Gill, 21 Brett Sheehan, 22 Mike Harris, 23 Drew MitchellGiorgio Sbrocco

Rugby Ball